BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piscine, auto, giardini Comuni: “Risparmiate acqua” Tu lo fai già? Commenta

In alcuni zone della provincia si sono già verificate situazioni di carenza che hanno spinto Uniacque a scrivere a tutti i sindaci dei Comuni serviti, invitandoli ad emettere ordinanze di limitazione dei consumi agli usi strettamente potabili e igienici.

Sarà il mese di luglio più caldo degli ultimi 150 anni, o almeno questo è quello che ci dicono i meteorologi: di certo c’è che le conseguenze della straordinaria ondata di caldo che insiste sulla Lombardia si stanno già facendo sentire in modo importante.

In particolare, la rete idrica della Bergamasca sta soffrendo per la mancanza di precipitazioni e per la concomitante impennata dei prelievi da parte dell’utenza alla ricerca di refrigerio. Il Sebino perde centimetri a vista d’occhio, avvicinandosi ai minimi storici, i nostri fiumi hanno una portata limitatissima: in alcuni zone si sono già verificate situazioni di carenza che hanno spinto Uniacque a scrivere a tutti i sindaci dei Comuni serviti, invitandoli ad emettere ordinanze di limitazione dei consumi agli usi strettamente potabili e igienici.

Niente lavaggio macchine, vialetti o piazzali, basta innaffiamenti o riempimento di piscine e giochi d’acqua in generale: “Stante le previsioni meteo che non fanno presagire nel prossimo futuro variazioni significative dell’attuale situazione climatica – scrive Uniacque – si chiede la vostra collaborazione nell’adottare i provvedimenti opportuni per la limitazione dei consumi pubblici non strettamente necessari e nel sensibilizzare la cittadinanza ad un utilizzo dell’acqua attento e consapevole che privilegi il solo uso domestico e limiti allo stretto necessario qualunque diverso utilizzo, in particolare quello di innaffiamento”.

Ad alcune amministrazioni, in particolare, è stata richiesta l’emanazione di una specifica ordinanza sindacale che limiti i consumi ai soli usi essenziali, alimentari e igienici, vietando gli altri usi, a causa di una situazione abbastanza critica:

Albino (limitatamente alle frazioni della Valle del Lujo, Abbazia, Casale, Dossello, Fiobbio e Vall’Alta);

Bedulita;

Berbenno;

Bianzano;

Blello;

Capizzone;

Cene (limitatamente alla località Monte Bò);

Clusone;

Colzate (limitatamente alle frazioni Piani di Rezzo, Bondo e Barbata);

Corna Imagna;

Costa Imagna;

Costa Volpino;

Dossena;

Fino del Monte;

Foresto Sparso;

Fuipiano Valle Imagna;

Gorno;

Oneta;

Predore;

Rogno;

Rovetta;

San Giovanni Bianco (limitatamente alla loc. Colle San Gallo);

San Pellegrino Terme (limitatamente alla loc. Alino);

Sant’Omobono Terme;

Songavazzo;

Spinone al Lago (limitatamente alle zone approvvigionate dalle sorgenti Tuff e Camoscio: via del Tuff, via Boffalora, via XXV Aprile, via I Maggio, via Matteotti, via alla Fonte, via Nazionale S.S. 42, via Casa dei Grassi, via Cascina Longhisello, via Manzoni, via Spineda, via Diaz);

Strozza;

Tavernola Bergamasca;

Val Brembilla (limitatamente alla frazione Gerosa);

Vigolo;

Villongo;

Vilminore di Scalve (limitatamente alle frazioni Nona, Pezzolo e Bueggio).

Pur non dovendo far fronte a situazioni di criticità elevata, anche altre amministrazioni, ad esempio Dalmine, Nembro e Zogno, hanno deciso di seguire il consiglio di Uniacque.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da M.M.

    Il problema dell’acqua (soprattutto della sua disponibilità) mi è sempre stato a cuore; da geometra ho sempre consigliato ai clienti, qualora logisticamente possibile, realizzare delle cisterne interrate nel cortile per la captazione delle acque piovane.
    A casa mia l’ho realizzata qualche anno fa ed in questi giorni sto tranquillamente bagnando il giardino e l’orto, che rimangono belli verdi e produttivi; uso la riserva d’acqua anche x lavare (ogni tanto) l’auto; finchè dura!

    1. Scritto da sergio

      io ho una cisterna da 12.000 litri per recuperare l’acqua piovana, inoltre ho messo una pompa a mano per tirare su l’acqua. sono contentissimo. chi ha lo spazio lo consiglio, anche senza aspettare la siccità .

  2. Scritto da Luca

    Quando noi esortiamo i comuni a risparmiare o spendere oculatamente i nostri soldi con l’obiettivo che ci abbassino le tasse, loro lo fanno??????? Naaaaaaa

    1. Scritto da pablo

      e quindi? siccome “loro” si comportano male (giusto per mantenere la tua linea generalista), la conseguenza è che anche noi dovremmo fare altrettanto? il mio giardinetto è secco, praticamente “bruciato”, i fiori sono morti e mi permetto solo di bagnare le 2 piantine di pomodoro, visto che ne mangio i frutti… invece la mia vicina di casa, come se nulla fosse, bagna tutte le sere ed ha un giardino rigoglioso che sembra di essere all’equatore. non mi sembra proprio il caso.

      1. Scritto da Luca

        Potrebbero evitare di fare la predica su cose ovvie, sottintendendo che siamo degli idioti spreconi (se consumiamo, paghiamo COMUNQUE di tasca nostra…). Invece “loro” che sono di cervello fino, fanno politica e amministrazione pubblica, sicuramente hanno sempre speso con parsimonia e oculatezza i nostri soldi…… Ovvio che se scarseggia l’acqua non va sprecata: anche i soldi pubblici non andrebbero buttati dalla finestra, ma la storia ci racconta ben altro!

        1. Scritto da pablo

          ho fatto l’esempio della mia vicina per cui, evidentemente, le cose ovvie a cui ti riferisci non sono così tanto ovvie… detto questo, nell’articolo si parlava di un tema preciso “risparmiate acqua, tu lo fai già?”. e personalmente non trovo utile la prassi molto diffusa di spostare sempre la discussioni riportare sempre tutto ad altri argomenti, pur condividendoli nel merito, perchè portano fuori tema.

      2. Scritto da poeret

        senza contare le zanzare che fanno proliferare!!!