BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alfano: “Sto con i prefetti ma se non reggono l’urto siamo costretti a sostituirli”

Le polemiche sulla gestione dell'accoglienza profughi continuano ad infuriare: i prefetti sono presi di mira in ogni angolo d'Italia. Il ministro dell'Interno Angelino Alfano prova a dare loro una scossa

Più informazioni su

Le polemiche sulla gestione dell’accoglienza profughi continuano ad infuriare: i prefetti sono presi di mira in ogni angolo d’Italia. Il ministro dell’Interno Angelino Alfano prova a dare loro una scossa: "L’immigrazione è un tema molto complicato e noi abbiamo grande fiducia nei prefetti. Poi se singolarmente c’è qualcuno che si spaventa davanti alle polemiche, non ha le spalle larghe per reggere l’urto di questa difficoltà, non ha l’abilità di organizzare in modo manageriale il sistema dell’accoglienza lo dica chiaramente, faccia un passo indietro oppure ce ne accorgiamo noi e lo sostituiamo".

Lo ha affermato a margine della presentazione del ‘Piano servizi per l’esodo estivo 2015’, riferendosi alla decisione di sostituire il prefetto di Treviso, Maria Augusta Marrosu, al centro delle polemiche in questi giorni per la gestione dell’emergenza profughi nel Comune veneto di Quinto. Una richiesta, quella ad Alfano, che sarebbe partita direttamente dal premier Matteo Renzi. "I prefetti – ha aggiunto il ministro – hanno subito un attacco volgare e violento da parte di Matteo Salvini e della Lega e, quindi, sono dalla parte dei prefetti e mi rendo conto che essere insultati non è una bella cosa".

"I migranti – ha osservato Alfano – sono 80mila, non milioni. I governatori collaborino. Perché è chiaro che tutto sarebbe stato più semplice se alcuni governatori avessero avuto il buon senso di dare una mano" in termini di accoglienza. "Siccome alcuni governatori non hanno avuto questo buonsenso e hanno scaricato tutto il peso nei confronti e contro le regioni del Sud, noi abbiamo chiesto ai prefetti un supplemento di sforzo e di fare noi, come governo, tutto da soli nelle regioni dove i governatori non sono stati di buon senso. Questo ha reso ancor più complicata l’azione dei prefetti" è la spiegazione del ministro della tensione creatasi, con i prefetti che non vogliono passare per capri espiatori dello scontro tra il ministro e i governatori. "Nonostante tutto andremo avanti e metteremo sempre meglio a punto un sistema efficiente di accoglienza".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vade retro

    “VORREI LA PELLE NERA, . . . NERA . . . NERA . . . ” cantava Nino Ferrer

  2. Scritto da STEFA69

    E se se ne andasse lui?
    Del resto e’ un politico fallito,un fanfarone e incapace.
    La tanto decantata unione europea,unita solo sulla moneta,e’ un fallimento su tutto il resto,Alfano degno ministro di un’Italia che al solito fa sempre la vittima sacrificale.Noi accogliamo sempre tutti,ma si’,venite qua,tanto c’e’ posto….Alfano fa rima con Vaticano,le due sciagure dell’Italia….

  3. Scritto da Arturo

    Cioè! Fate ciò che ordino altrimenti vi sostituisco (magari li licenziasse).Fregatevene di cittadini e sindaci che non contano nulla nella democratica italiafrica e date retta ai clandestini che per Al-fano sono migliori in quanto hanno la pelle scura rispetto ai Lombardi di pelle bianca Razzista, ci discrimina in base al colore della nostra pelle!

    1. Scritto da Elisa

      Il tuo commento è delirante, semplicemente

      1. Scritto da Maga magò

        No, e’ solo una provocazione ben riuscita. Semplicemente. Peccato che tu non abbia colto l’idea sottesa. Certo, puoi essere in disaccordo e allora un commento contrario ci sta, ma se non l’hai capita peggio per te.

        1. Scritto da pablo

          provocazione ben riuscita? veramente sui commenti di questo giornale si legge quotidianamente gente che sostiene (anche con una certa veemenza) questa teoria, per cui se sei bianco ti discriminano e se sei nero ti aiutano… forse qualcuno, sopra le loro teste, l’ha buttata lì come provocazione, invece è diventato un dogma.