BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sentenza pro consumatori sulla bolletta luce e gas non si paga l’Iva doppia

Potrebbe creare un precedente importantissimo per i consumatori la sentenza di un giudice di pace veneziano che ha accolto il ricorso di un cittadino contro Enel per il pagamento dell'Iva sulle accise, disponendo il rimborso di un centinaio di euro.

Più informazioni su

La sentenza di un giudice di pace di Venezia potrebbe creare un precedente importante e spingere le associazioni dei consumatori a procedere in un maxi ricorso nei confronti di Enel: nelle bollette di gas e luce l’Iva calcolata sulle accise è illegittima.

La vicenda risale ai primi di luglio: un cittadino veneziano ha contestato l’addebito dell’Iva applicata sulle accise e sull’addizionale provinciale in otto bollette per la fornitura di gas e in 12 per quella dell’elettricità. "Tasse sulle tasse" che ora l’azienda è chiamata a rimborsare, nel caso specifico, per un totale di 103,78 euro a cui si aggiungono gli interessi e le spese: cifra che Enel riavrà comunque dallo Stato italiano.

Nel decreto ingiuntivo il giudice di pace di Venezia ha richiamato la sentenza 3671 del 1997 della Corte di Cassazione secondo la quale, senza una esplicita deroga, un tributo non può gravare su un altro analogo e si è ispirato ad una campagna promossa da Federconsumatori per il rimborso dell’Iva indebitamente pagata dai cittadini sulla tassa dei rifiuti.

Federconsumatori, tramite il proprio sito ufficiale, ha annunciato di aver già dato mandato alla propria Consulta Giuridica di studiare le modalità di intervento e di ricorso più opportune per rispettare i diritti di tutti i cittadini “che hanno indebitamente pagato a tale titolo. Inoltre interverremo, come fatto in questi anni, ancora più forti grazie a tale sentenza, affinchè l’imposizione dell’Iva su tali tributi sia cancellata definitivamente e venga messa la parola fine a questo vero e proprio abuso”.

Secondo stime dell’associazione dei consumatori, per una famiglia media con un consumo di 1400 metri cubi di gas, se l’Iva non venisse applicata su tali imposte, si avrebbe un minor costo da 50 a 75 euro annui sulla bolletta del gas: moltiplicato per circa 21 milioni di utenti domestici, il danno per lo Stato raggiungerebbe i 2 miliardi. Una mazzata per le casse dell’erario che potrebbero poi sentirsi minacciate anche da possibili ricorsi dello stesso tipo riguardanti l’Iva pagata sulle accise della benzina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mauro

    Finalmente una sentenza che dà ragione a noi cittadini, non si può sempre pagare cara ogni bolletta. Diversi cambi di fornitore (l’ultimo da eni ad edison) ma se ci sono questi balzelli si riesce a risparmiare davvero poco…

  2. Scritto da Pota

    e la doppia IVA che abbiamo pagato per i rifiuti ??

  3. Scritto da sagace

    Lo stato toglierà l iva sulle imposte e aumenterà al 23% l’IVA ordinari.così ci guadagna comunque e il popolo bue sarà contento (senza rendersi conto di pagare più iva di prima)

  4. Scritto da doge

    Giocano con le tasse sul lavoro della gente…..restitiuranno tutto

  5. Scritto da Ermes

    Ma la stessa regola non vale anche per i prodotti petroliferi sui quali paghiamo l’IVA anche sulle accise?

  6. Scritto da Luis

    Magari…che sia un abuso lo capisce chiunque, la tassa sulla tassa, anche se mascherata da accise, è una solenne vergogna, ma lo stato non cederà facilmente, troppo facile e comodo il sistema del prelievo su consumi certi che fra l’altro vanno a colpire tutti indiscriminatamente, alla faccia della costituzione…