BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Legambiente: Bergamo e Linate sono gli scali di Expo, Malpensa no

L'analisi di metà anno di Legambiente sugli aeroporti lombardi mette in luce l'incremento forte, ancora, dello scalo di Bergamo-Orio al Serio e il decremento (forte ) della Malpensa.

L’analisi di metà anno di Legambiente sugli aeroporti lombardi mette in luce l’incremento forte, ancora, dello scalo di Bergamo-Orio al Serio e il decremento (forte ) della Malpensa.

"Non si arresta la perdita del traffico passeggeri di Malpensa che dalla fine dello scorso anno ad oggi continua a far registrare sempre il segno meno da novembre (-3%) fino a giugno (-1,7%) per otto mesi consecutivi" annuncia Dario Balotta, responsabile trasporti di Legambiente Lombardia. "Cresce invece Linate che negli ultimi tre mesi in particolare ha registrato forti incrementi +5,2% ad aprile e a maggio +7,3%. Esplode Bergamo che in questi mesi ha visto incrementare i volumi di traffico anche a due cifre (+11,3%) in aprile".

"Il calo di Malpensa – prosegue – è dovuto agli effetti del decreto Lupi di liberalizzazione del Forlanini scattato l’ottobre scorso che ha reso possibile la colonizzazione del più comodo Linate da parte di Alitalia-Ethiad. Lo scalo di Bergamo, stretto tra le abitazioni, continua a crescere grazie alla presenza delle compagnie low cost. Non crescono invece i profitti della società e l’occupazione".

La Regione, prosegue Balotta "si appassiona al risiko aeroportuale lombardo (fusione tra Sea e Sacbo) auspicando di far cadere nelle braccia della Sea in crisi la Sacbo per spalmare il debito nette degli scali milanesi sulle spalle bergamasche. Questa alleanza vanificherebbe gli enormi investimenti pubblici fatti a Malpensa. La deriva dello scalo della Brughiera viene compensata da false aspettative (inutile investimento nel nuovo terminal da 30 milioni ) e da ulteriori collegamenti ferroviari con Milano FS Garibaldi che non trovano nessuna giustificazione come il nuovo studio della inutile terza pista".

Gli scali di Expo "sono Bergamo e Linate mentre lo scalo più vicino all’area espositiva, Malpensa, non ne trae alcun vantaggio".

E conclude: "A tale squilibrio operativo si deve aggiungere la presenza del quarto, sempre più vuoto scalo lombardo, Montichiari, (-55% nei primi 5 mesi dell’anno) dove già nel 2014 si sono visti transitare solo 10.173 passeggeri".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    il solito bla bla di legambiente che non cita mai alcuna fonte di ciò che dice…