BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il parcheggio diventa smart Attivi i pannelli che indicano i posti liberi in città

Quello che fino a pochi anni fa era considerato fantascienza ora è diventato realtà: sono stati inaugurati lunedì mattina 20 luglio i pannelli informativi che mostrano agli automobilisti le disponibilità di posti nei parcheggi del centro.

Più informazioni su

Conoscere in tempo reale quanti posti sono liberi nei parcheggi della città. Quello che fino a pochi anni fa era considerato fantascienza ora è diventato realtà: sono stati inaugurati lunedì mattina 20 luglio i pannelli informativi che mostrano agli automobilisti le disponibilità di posti nei parcheggi del centro. In totale sono stati messi in rete quattromila posti per quaranta pannelli sulle nove direttrici principali di accesso a Bergamo.

Un algoritmo calcola la disponibilità dei posti auto considerando la distanza dal pannello al parcheggio, in base al tempo di viaggio necessario a raggiungerlo e alla rotazione media registrata in diverse fasce orarie, così da disporre di informazioni affidabili. A settembre 2015 il progetto fa un ulteriore passo in avanti verso la certezza dell’informazione. Nei 42 posti auto a strisce blu di viale delle Mura all’altezza dell’area cosiddetta “delle cento piante”, in via sperimentale, saranno installati sensori in grado di rilevare con assoluta certezza l’occupazione dei posti auto, restituendo all’automobilista un’informazione puntuale.

Stefano Zenoni, Assessore alla Pianificazione Territoriale e Mobilità del Comune di Bergamo: “L’installazione e l’accensione dei pannelli per l’infomobilità rappresentano un momento molto atteso per la città di Bergamo: da oggi sarà possibile non solo conoscere l’ubicazione dei principali parcheggi in struttura cittadini, ma anche la disponibilità di posti auto, con tutti i benefici che ne conseguono in termini di mobilità e di gestione del traffico cittadino. Vorrei soffermarmi sulla sperimentazione riguardante Bergamo Alta: speriamo che questo intervento rappresenti un primo passo verso un decongestionamento, soprattutto nel periodo estivo quando i chiringuiti attraggono migliaia di persone nel centro storico. Diverranno così ancor più decisivi gli interventi di potenziamento del trasporto pubblico urbano, si veda ad esempio quello della linea 3: una corretta informazione sui parcheggi potrà contribuire in modo virtuoso allo sviluppo di una mobilità più sostenibile”.

“Tendiamo sempre più ad affidare ad Atb una progettazione evoluta della mobilità urbana – spiega il sindaco Giorgio Gori -. E’ un lavoro complesso, ma per noi fondamentale. Abbiamo ritenuto i pannelli una priorità e a settembre aggiungeremo la sperimentazione sui posti in Città Alta”.  

Alessandro Redondi, Presidente di ATB: “Indirizzando l’automobilista sin dall’ingresso in città, si eviteranno giri a vuoto, smog e rumore. Siamo contenti di poter offrire un servizio utile e funzionale ai nostri cittadini e anche a quanti raggiungono la nostra città da turisti. ATB Mobilità, che si è occupata della progettazione del sistema, di cui curerà anche il funzionamento, la manutenzione e l’eventuale sviluppo, anche questa volta dimostra di essere per la nostra città un punto di riferimento non solo nel sistema del trasporto collettivo di persone, ma anche nei sistemi di mobilità integrata e intelligente”.  

Gianni Scarfone, Direttore Generale ATB: “Con questo progetto, diventa sempre più percettibile, anche da parte dei cittadini, cosa significa che ATB è anche Centrale della mobilità di Bergamo,  chiamata a progettare e realizzare l’integrazione tra sistemi (già esistenti o di previsione) e tra servizi (attuali e futuri) utili alla raccolta, alla centralizzazione e alla diffusione mirata di informazioni rivolte a quanti si muovono in città, con l’obiettivo di favorire comportamenti virtuosi da parte dei cittadini, integrare i servizi di trasporto con la gestione del traffico privato e di governare i livelli di congestione da traffico limitando gli impatti ambientali. Il sistema di indirizzamento ai parcheggi inaugurato oggi è un ulteriore tassello di un progetto più ampio di “smart mobility” per migliorare e modernizzare il sistema della mobilità cittadina”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco Cimmino

    I veri smart sono gli automobilisti che parcheggiano ogni giorno in via Nullo, negli spazi per le moto: telefoni ai vigili, che stanno a 300 mt, e ti dicono che interverranno, tanto per dirti qualcosa. Scrivi ad Appiani e lui nemmeno si degna di risponderti. Intanto, gli abusivi aumentano di numero, tu non trovi dove mettere lo scooter e cominci a pensare che, tra tanti smart, l’unico goofy sia tu…

  2. Scritto da silvia r.

    Bella idea, bergamo sembra un po’ più smart. Pero’ scarseggiano i parcheggi liberi, su quello c’è da lavorare!

  3. Scritto da Marco

    Bella idea sicuramente.
    Ma il problema vero dei parcheggi di Bergamo riguarda quelli liberi che scarseggiano (a dir poco…..) da sempre

    1. Scritto da Marino

      Infatti si sono occupati del dito e non della luna. Complimenti a certi amministratori pubblici, che andrebbero rieducati alla logica umana

  4. Scritto da pm

    Sarà il caldo, ma… capisco lamentarsi per quel che non si fa, ma almeno quando si fa qualcosa magari lasciate almeno il tempo che entri in funzione per criticare…

  5. Scritto da errore

    Certo che se oltre a farsi fotografare avessero prima letto i display, si sarebbeto di certo accorti, che su quello di via Nazario Sauro c’è scritto Palasport, parcheggio inesistente perchè di sole strice gialle.

    1. Scritto da DB

      A parte che il piazzale di fianco al Palazzetto dello Sport ha sì strisce gialle ma anche strisce blu a pagamento, il riferimento Palasport è per informare sullo stato del Preda Parking, proprio a fianco del Palazzetto dello Sport, che è uno dei parcheggi aderenti all’iniziativa. Consideri che le scritte sono comunque aggiornabili, così come la composizione dei punti informativi a cui possono essere aggiunti/tolti segnali, pertanto si potranno certamente migliorare se necessario.

      1. Scritto da errore

        Va bene aver votato Gori e difenderlo a prescindere, di strisce blu davanti al Palazzetto, non ne ho viste, magari sono sbiadite. Per quanto riguarda il Preda Parking sul display era indicato pure quello pertanto la mia segnalazione riguardava altro.

  6. Scritto da Civilization

    Beh, non c’è da stupirsi che si siano riuniti in 5 per fotografarsi davanti a questa grande opera di ingegno umano… Adesso corro a cercare se anche il sindaco di Londra o New York, si è fatto immortalare davanti a cotanta arguzia. BRAVI!

  7. Scritto da Daniele

    Pardon, ma quelli non sono parcheggi privati? E per realizzare il pannello sono stati magari spesi soldi pubblici?

    1. Scritto da DB

      Le strade sono pubbliche, il traffico che congestiona la città dei veicoli che girano girano girano per cercare un parcheggio sono pubblici, lo smog che queste generano lo respiriamo tutti ed è dunque pubblico. Per questo progetto sono stati spesi sia soldi pubblici che soldi privati (dei parcheggiatori aderenti all’iniziativa). Prima di parlare sarebbe bene informarsi, altrimenti si rischia di aprire bocca solo per far prendere aria ai denti!

      1. Scritto da Lucio

        Non si trova da nessuna parte quanti soldi pubblici sono stati spesi, con quali procedimenti di acquisto, con quanti partecipanti (sperabilmente più di uno come avvenuto per altri procedimenti…) con quali costi di esercizio visto che anche i soldi non gestiti correttamente, eventualmente, sono pubblici…

  8. Scritto da giggi

    ok, ma mi raccomando la manutenzione. e speriamo che l’algoritmo non abbia dei bug.