BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Causa polizia locale-Comune Sindacato Sulpm all’attacco: “Non è finita, faremo ricorso”

Non si placano le polemiche dopo la sentenza del Tribunale di Bergamo a seguito del ricorso dei 66 agenti di Polizia locale in causa contro il Comune del capoluogo. Il sindacato della polizia locale Sulpm è pronto a portare il Comune di Bergamo davanti alla Corte d'appello.

Più informazioni su

Non si placano le polemiche dopo la sentenza del Tribunale di Bergamo a seguito del ricorso dei 66 agenti di Polizia locale in causa contro il Comune del capoluogo: tutti e 111 vigili in organico dovranno, infatti, restituire il pagamento degli straordinari di festivi infrasettimanali degli ultimi cinque anni (LEGGI QUI).

Il sindacato della polizia locale Sulpm è pronto a portare il Comune di Bergamo davanti alla Corte d’appello.

"La segreteria provinciale di Bergamo del DICCAP/SULPM, in merito alla sentenza emanata nei giorni scorsi dal giudice del lavoro circa il diritto al riconoscimento del riposo nei ‘festivi infrasettimanali’ degli agenti della polizia locale di Bergamo – le parole dei segretari provinciali Alessandro Bottari e Giavanni Novali – esprime il proprio rammarico per il suo esito insoddisfacente, pur apprezzando lo sforzo intrapreso dalla CGIL che ne ha promosso la causa.

"Ma il SULPM – proseguono i responsabili – è forte delle proprie vittorie giudiziarie sull’argomento in tutto il territorio nazionale, da ultimo al Tribunale di Pavia nella causa contro il Comune di Voghera. Pertanto rilancia ed è pronta a scendere in campo al fianco di chi ha creduto in questa battaglia a difesa dei diritti dei lavoratori. Non creda l’Amministrazione Comunale di Bergamo che la battaglia giudiziaria sia conclusa, il SULPM e’ pronto a ricorrere in appello".

Una dichiarazione in linea con quanto annunciato dalla Cgil dopo la sentenza: "Siamo perplessi, visto che questa sentenza si pone in controtendenza rispetto alle ultime decisioni di altri tribunali (Tribunale di Pavia – 12 febbraio 2015 e 10 marzo 2015, corte di Appello di Milano – 28.1.2014, tribunale di Napoli – 12.5.2010 e 13.1.2010)” ha commentato Gian Marco Brumana, segretario generale della Fp-Cgil di Bergamo. “Queste pronunce si basano sulla convinzione che il lavoratore della Polizia Municipale che operi su turni di lavoro e sia tenuto, in tale ambito, a prestare la propria attività in giorno festivo infrasettimanale, abbia diritto al pari di qualsiasi lavoratore al trattamento economico prescritto dal Contratto nazionale”.

“Prima di disporre il recupero di somme nei confronti dei dipendenti – ha spiegato Brumana – forse è il caso che l’amministrazione verifichi bene l’esistenza dell’indebito ed eventualmente le modalità ed i soggetti rispetto ai quali lo si vuole effettuare, considerato che secondo consolidata giurisprudenza lo stesso, nel caso, deve avvenire al netto dei contributi e delle tasse gravanti su tali somme, con i conguagli che ne derivano”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe Passalacqua

    Nn entrando nel merito della causa, stupisce che una giunta di sinistra faccia causa contro i suoi dipendenti, e contemporaneamente permetta l’esistenza di un centro sociale autogestito come il Pacì Paciana dove regole e tasse e convivenza con il quartiere sono da sempre disattese. Insomma Botte ai vigili e viva il centro sociale… Tristezza.

  2. Scritto da Kurz

    Lavoro da oltre due decenni per diverse amministrazioni comunali. Ho notato che i loro dipendenti hanno sempre visto nei Vigili Urbani (io li chiamo ancora così) una nicchia supertutelata e meglio indennizzata rispetto alle altre categorie. Finalmente si è aperto il coperchio che copriva quello che molti sapevano.