BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Processo Bossetti, il pm in Aula: “Tradimenti della moglie possibile movente delitto Yara” fotogallery

Venerdì mattina seconda udienza del processo per l'uccisione della tredicenne di Brembate Sopra. Il giudice ha respinto le cinque eccezioni presentate dai legali del carpentiere. Il pm ha avanzato una possibile ipotesi sul movente.

"Il possibile movente del delitto di Yara Gambirasio potrebbe essere la crisi familiare tra Bossetti e la moglie". E’ l’ipotesi avanzata in Aula dal pubblico ministero Letizia Ruggeri nel corso della seconda udienza del processo al carpentiere di Mapello (Guarda le immagini cliccando QUI), in carcere da oltre un anno con la pesante accusa di aver barbaramente ucciso la tredicenne di Brembate Sopra.

Il pm ha chiesto in particolare, al giudice Antonella Bertoja, l’acquisizione di una serie di fatture del motel Pegaso di Stezzano, in cui Marita Comi sarebbe stata più volte con un altro uomo.

Una tesi respinta con convinzione dagli avvocati di Bossetti, Claudio Salvagni e Paolo Camporini, che hanno anche dichiarato che "secondo la legge una relazione extraconiugale non costituisce reato". I due legali hanno anche aggiunto che intendono dimostrare che Yara era una ragazzina immacolata e non avrebbe potuto avere contati con un uomo, come aveva dichiarato un testimone". 

Nel corso dell’udienza, il giudice Bertoja aveva respinto le cinque eccezioni avanzate una settimana fa dagli avvocati di Salvagni ritenendolo nulle.

Sono state inoltre negate le riprese delle telecamere nel corso del processo, per non turbare i testimoni convocati in Aula e garantire il regolare corso del procedimento. Sarà invece possibile riprendere la lettura della sentenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.