BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il metodo Montessori arriva in una scuola statale di Bergamo: la don Milani

Alla scuola primaria don Milani di via Feramolino da settembre sarà attivata la prima sezione statale Montessori a Bergamo con una classe prima: “I genitori possono liberamente scegliere l'approccio educativo per i propri figli già a partire dal prossimo anno scolastico”.

Più informazioni su

Dopo un anno di perseveranza genitori, educatori e insegnanti del progetto “Montessori per tutti” ce l’hanno fatta: a settembre alla scuola primaria statale don Milani di via Feramolino 1 si avvierà la prima sezione statale Montessori a Bergamo.

Un risultato voluto fortemente e che coinvolgerà una classe prima: “Vogliamo informare le famiglie con figli che inizieranno la scuola primaria a settembre 2015 di questa opportunità – scrivono dal gruppo “Montessori per tutti – Bergamo” – affinchè sappiano che l’offerta formativa pubblica di Bergamo è stata notevolmente arricchita e possano liberamente scegliere l’approccio educativo per i propri figli già a partire dal prossimo anno scolastico”.

Per presentare la prima sezione statale Montessori a Bergamo, alle 20.30 di lunedì 20 luglio all’Istituto Comprensivo Virginio Muzio di via San Pietro ai Campi 1 si terrà un incontro pubblico durante il quale il dirigente scolastico Ugo Punzi risponderà ai quesiti dei genitori interessati.

“Il motivo fondamentale per cui amiamo questo metodo – spiegano – non è tanto per la sua efficacia universalmente riconosciuta (Larry Page e Sergei Brin, gli ideatori di Google, Jeff Bezos, l’inventore di Amazon, Jimmy Wales, il “papà” di Wikipedia …hanno tutti frequentato scuole montessoriane), ma ‘semplicemente’ perché rende i bambini più felici, più sereni, più in pace con loro stessi e con la società in cui vivono.

Il metodo Montessori è un approccio educativo ‘fisiologico’, cioè secondo natura, che rispetta il bambino, i suoi tempi e le sue inclinazioni, che coltiva la sua creatività e le sue infinite potenzialità, che sviluppa il suo spirito critico e la sua indipendenza, attraverso un ambiente accogliente ed appositamente studiato e la guida di insegnanti improntati all’osservazione e all’ascolto. Proprio perché si tratta di un ‘metodo naturale’ è adatto a tutti i bambini, di ogni cultura, come ne testimonia l’enorme fama e diffusione a livello internazionale.

La scuola montessoriana è un luogo felice perché è a misura di bambino: gli allievi non sono relegati ore dietro ad un banco ad ascoltare dalla cattedra le lezioni, ma imparano sperimentando e muovendosi liberamente in angoli di interesse appositamente predisposti. Si tratta di una scuola familiare e accogliente, come una casa, dove non ci sono imposizioni: è l’interesse individuale che genera l’apprendimento, in un clima di cooperazione e rispetto reciproco. Non ci sono premi e punizioni e conseguentemente neanche competizioni. Gli insegnanti si basano sull’osservazione continua dei bambini, dando valore ai risultati raggiunti in termini di ordine, indipendenza, autocorrezione, concentrazione, aiuto spontaneo verso un compagno, apprezzamento del lavoro degli altri, capacità di progettare e realizzare insieme…

Noi crediamo che il sistema scolastico tradizionale presenti una distanza rispetto ai reali bisogni di apprendimento, crescita e sviluppo di ciascun bambino. Noi crediamo che per i nostri figli un’altra scuola sia possibile. Diamo loro questa rara ed incredibile opportunità".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michela

    IMPORTANTE !!! NELLA SERATA DEL 20 E’ STATO DETTO CHE LE ISCRIZIONI ALLA SEZIONE STATALE MONTESSORI PER SETTEMBRE 2015 SCADONO GIOVEDI 23 LUGLIO. BISOGNA RECARSI PRESSO LA SEGRETERIA DELL’IC MUZIO VIA S.PIETRO AI CAMPI 1, BERGAMO O TELEFONARE ALLO 035/316754

  2. Scritto da Mauro

    Son solo un genitore con poca conoscenza dei vari metodi, pensare che pero mio figlio sia costretto a star seduto in un banco per ore ascoltando insegnamenti “mono direzionali” non mi ha mai convinto. Senza cultura in merito mi vien più facile immaginare che impari con gusto dove riesce a soddisfare le proprie curiosità indirizzato da gente competente e con un metodo scientifico.

  3. Scritto da Simone

    Quindi… Page e Brinn hanno frequentato una Montessori… Stephen Hawking? Steve Jobs? Judit Polgar? Rispondo io: no. Che alcune persone geniali abbiano frequentato una scuola montessoriana non dimostra nulla, esattamente come non dimostra nulla che molte personalità abbiamo frequentato scuole “tradizionali”. Pubblicate piuttosto le millantate fonti scientifiche. Perché per essere una attendibile un documento non dev’essere semplicemente “trovato in rete”, deve essere provato e verificabile.

    1. Scritto da Damiano

      Ad ogni buon conto, anche se non c’è la formula certa per sfornare Einstein in serie, preferisco che nel programma didattico della scuola primaria si faccia un’ora in più di lingue straniere (o una lingua in più), un’ora in più di informatica, o di musica (seriamente, e NON suonando “tu scendi dalle stelle” col flauto dolce come 40 anni fa….), piuttosto che di lavoretti manuali. E che gentilmente, se un bambino ha sue predisposizioni naturali, le possa sviluppare al meglio

  4. Scritto da Damiano

    Purtroppo le nostre scuole impongono ancor oggi nei programmi didattici per i nostri figli un esercizio surreale della manualità, con modellazione creta a volte fino alla quinta primaria (come dovessero tutti diventare vasai o scultori). Tuttavia, le insegnanti che sostengono l’importanza della manualità per i nostri figli, non hanno scelto per sé stesse e per i loro figli un’attività manuale, ma molto spesso un posto fisso statale da intellettuali. Giudicate voi!

  5. Scritto da Chiara mora

    .. La scuola primaria ha questo grande compito: approcciare il bambino al mondo e alla conoscenza con curiosità ed entusiasmo .. Credo che lo stile montessori assolva questa mission nel modo migliore. Auguri alla nuova scuola quindi. La parte positiva della scuola tradizionale non può che essere felice di questo progetto con cui spera di venire in contatto per un reciproco arricchimento.

    1. Scritto da carletto

      Concordo. Ogni metodo, o “approccio” ha pro e contro… “promuoviamo i pro”! Montessori ai suoi tempi aveva visto bene e in anticipo … ma per prima lei non era dogmatica.

  6. Scritto da Chiara mora

    ..possibilità che non demanda l’utilizzo di strategie alternative alla classica lezione frontale alla buona volontà di singoli insegnanti aggiornati e appassionati, ma la innalza a sistema a beneficio del bambino che vivrà l’avventura della conoscenza come un processo naturale di scoperta e che avrà tempo di sperimentare le infelicita’ che la vita gli riserverà ..Nel frattempo si sarà riempito i polmoni di aria pulita e sicurezza e positività

  7. Scritto da Chiara mora

    sono un’ insegnante e sono certa che si possa rispettare il bambino e avere uno spirito montessoriano anche nella scuola “tradizionale” .. Detto questo (e considerando quanta gente autoritaria che porta avanti da decenni lo stesso programma prestabilito a priori lavora nella scuola..), sono enormemente felice di questa nuova possibilità

  8. Scritto da carla

    La qualità e l’attualità del metodo Montessori sono stati oggetto di numerose ricerche scientifiche. Questo metodo ha ricevuto l’approvazione internazionale dai più importanti istituti di ricerca educativa (basta cercare nella rete…). Purtroppo è sempre stato più diffuso all’estero. Per il Prof. Punzi il passaggio al Liceo Mascheroni è un grande salto di qualità. Probabilmente tra i suoi meriti c’è anche l’avvio della prima sezione statale Montessori a Bergamo!

    1. Scritto da e carletto

      “Probabilmente tra i suoi meriti la prima sezione statale Montessori…. per il gran salto di qualità al Mascheroni? Ok come scherzi del caldo luglio… Le nomine dei ds sono avvenute prima dell’inaugurazione, per cominciare, pet il resto, sarebbe il caso di conoscere come funzionano le nomine “meritocratiche” dei dirigenti statali…

  9. Scritto da spoky

    Una bella notizia. Bergamo raddoppia. Anche se il metodo Montessori ha pro e contro (la vita, ahinoi, è fatta anche di cattedre e banchi, e dico la vita non la scuola). Una nota…”strana”. Ugo Punzi presenta un progetto che non sarà della sua scuola: è stato designato dirigente in questi gg al Liceo Mascheroni

  10. Scritto da pinco pallino

    Io sono molto poco a favore del metodo educativomontessoriano…con tutto il rispetto!

    1. Scritto da Luigi

      Sarà un insegnante. È dura digerire che le guide, le tracce da seguire, stanno nei banchi e non in cattedra

  11. Scritto da Damiano

    Accipicchia che solerzia…. Prima lasciano rovinare ai cialtroni il Paese e il futuro dei giovani, poi adesso pensano che convenga tirar su nuove leve maggiormente intelligenti. Complimenti per l’arguzia e il tempismo

    1. Scritto da Augusta passera

      E…imparare a distinguere? Queste non sono certo le stesse persone responsabili di quanto dice. Queste sono la parte che nonostante tutto,anche nonostante i commenti come i suoi, credono sperano ancora e ci provano.

      1. Scritto da Damiano

        Unica scuola statale in Bergamasca….. Complimenti a loro, ma vergogna a tutti gli altri, la signora Montessori è già scomparsa da decenni… E fa pure notizia che si adotti un metodo tanto ovvio e naturale