BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Filagosto numero 13 porta fortuna: porta i Verdena

La tredicesima edizione del fortunato festival di Filago sarà quella più attesa perché porterà sul palco di via Locatelli i Verdena, per un concerto completamente gratuito che sarà solo la punta di una manifestazione ricca di sorprese e grande musica: da Max Romeo a Dimartino, da L'Officina della Camomilla alle Porno Riviste. Si parte il 30 luglio.

Per qualcuno il numero tredici equivale a sciagura e sfortuna, per altri, che di triscaidecafobia non vogliono nemmeno sentir parlare, il numero tredici è sinonimo di buona sorte. Sta sicuramente in questo secondo gruppo la squadra organizzatrice del Filagosto, il seguitissimo festival che ogni anno attira a Filago migliaia di persone per la sua buona cucina e, soprattutto, per le sue proposte musicali. Già, perché la treciesima edizione è quella che porterà – finalmente – sul palco di via Locatelli i Verdena: "Dopo tredici anni di corteggiamenti ce l’abbiamo fatta – esulta Giuseppe Carminati, presidente dell’associazione Filagogiovani, vera e propria anima della manifestazione -, abbiamo i Verdena e li proporremo, così come tutti gli altri concerti, in modo completamente gratuito al nostro pubblico. Per noi è una soddisfazione grandissima".

NON SOLO VERDENA – Il Filagosto, che per la prima volta quest’anno sarà diviso in due "spezzoni" dal 30 luglio all’1 agosto e dal 6 all’8 agosto ("Per catturare le serate in cui la gente esce maggiormente e per disturbare il meno possibile chi abita vicino all’area feste, che potrà dormire tranquillo domenica, lunedì, martedì e mercoledì"), non sarà solo Verdena. Certo, i numeri uno del rock indipendente italiano sono il piatto principale di questa tredicesima edizione, ma il menù proposto a chi sceglierà di raggiungere Filago nei sei giorni di festa non è da meno: "La prima serata, quella del 30 luglio, punteremo forte su Max Romeo (nella foto sotto, ndr) e sul suo reggae – spiega Carminati – poi occhio ai Fast Animals & Slow Kids che proprio noi abbiamo lanciato nel 2011 e che oggi ritroviamo cresciuti, rinnovati e soprattutto conosciuti al grande pubblico".

CANTAUTORATO DI NICCHIA – Tra le proposte spiccano anche Dimartino (nella foto sotto) e L’Officina della Camomilla, "per due date, quelle dell’1 e del 7 agosto che saranno senza ombra di dubbio delle splendide sorprese per chi non conosce questi artisti, un po’ di nicchia ma davvero bravi. Altrettanto bravi – sottolinea Carminati – sono i giovani che abbiamo scelto per l’apertura delle serate". E sul palco del Filagosto, nella serata conclusiva, ci saranno anche gli Smegmachine, secondi classificati al Bonate Band Contest.

PORNO RIVISTE, UN RITORNO AL PASSATO – Ma a chiudere questa tredicesima edizione del Filagosto ci penseranno quelle Porno Riviste che hanno segnato il panorama del punk rock per decenni: "Li abbiamo scelti proprio per quello – spiega l’organizzatore -, per fare un bel tuffo nel passato. Le Porno Riviste hanno segnato un’era, con loro l’arrivederci al prossimo anno sarà ancora più speciale, ne siamo certi".

FILAGOSTO, IL SEGRETO DELLA SQUADRA – Ma in questi tempi difficili come si organizza un festival di successo? C’è chi chiude, chi si ridimensiona, chi si ferma un turno e chi, come il Filagosto, riesce invece a restare sulla cresta dell’onda: "E’ dura, sempre più dura – conferma Carminati -, ma il segreto di questo nostro festival sta proprio nell’organizzazione che si vede poco durante la festa ma che c’è sempre, in ogni dettaglio. C’è quello che fa funzionare la cucina, quello che cura il settore delle birre, chi organizza la comunicazione e chi si occupa della parte musicale: ognuno, seguendo la proprio specializzazione, mette a disposizione del gruppo esperienza, competenze e passione. E’ per questo che il Filagosto c’è sempre ed è per questo che il Filagosto ogni anno riesce a regalare dei signori concerti in modo colpetamente gratuito, senza mai dimenticarsi di aiutare chi è meno fortunato di noi".

Anche quest’anno, infatti, la festa non avrà alcuno scopo di lucro: una parte del ricavato autofinanzierà l’organizzazione dell’edizione 2016, mentre la restante parte sarà devoluta a sostegno di iniziative legate a realtà del territorio e a progetti internazionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da A F I L A G O

    V E R D E N A G R A T I S ! ! !

    1. Scritto da FILAGO HA PAURA

      I VERDENA RISPONDONO CON UN VIDEOMESSAGGIO!