BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Università: tesserino doppio agli studenti trans per non imbarazzarli

L'Ateneo di Bergamo vara la propria di rivoluzione, su richiesta peraltro dei rappresentanti degli studenti: il tesserino universitario (quello con cui ci si iscrive agli esami e ci si qualifica) doppio ai transgender, per evitare imbarazzi a chi ha compiuto questa delicata scelta di vita.

L’Università di Padova, ma anche quella di Bologna e di Torino hanno già avviato da alcuni anni la loro "rivoluzione" per gli studenti transgender, quelli cioè che hanno deciso di cambiare sesso: un secondo libretto per non dover dare spiegazioni sul perché l’immagine della foto non corrisponda a quella reale.

Ora anche l’Ateneo di Bergamo vara la propria di rivoluzione in questo senso, su richiesta peraltro dei rappresentanti degli studenti: il tesserino universitario (quello con cui ci si iscrive agli esami e ci si qualifica) doppio ai transgender, per lo stesso motivo: evitare imbarazzi a chi ha compiuto questa delicata scelta di vita.

Il rettore Stefano Paleari nell’annunciarlo ha spiegato che in questo caso non si è ragionato sui numeri, ma sui diritti e sull’opportunità. Ci sono studenti che, per non sopportare il disagio di essere chiamati con il nome corrispodente suil tesserino ma presentarsi con un’immagine del tutto diversa, hanno deciso di ritirarsi.

Ora questo non sarà più necessario.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da daniele

    ma non è stato abolito il libretto cartaceo?

  2. Scritto da Lucky

    uno è già sufficiente…

  3. Scritto da page

    pura curiosità, davvero. Ma quanti sono in unibg?

    1. Scritto da Francesco UNI+

      Sono uno dei rappresentanti, al momento a bg non sono stati riscontrati casi simili. Studi svolti in altre università hanno fatto emergere che alcuni studenti in fase di rettificazione di sesso (fisico in fase finale ma all’anagrafica status iniziale) si sono ritirati dagli studi proprio per l’imbarazzo oppure sono state riscontrate situazioni in cui un ragazzo ha scelto l’università proprio perchè munita di libretto. Non è una questione di numeri ma di diritti!