BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

DiscoCre a Bergamo, il Don: “Non elogiate me ma chi sta con gli ultimi”

Moltissimi hanno elogiato l'iniziativa di don Dario: chi lo conosce bene può testimoniare il suo impegno e la sua passione nel coinvolgere i giovani. Altri commentatori, più legati alla tradizione, hanno deciso di criticarlo.

Più informazioni su

La notizia del goliardico ballo hardcore alla festa finale del Cre di Borgo Santa Caterina ha fatto il giro del web. Migliaia di clic al video, centinaia di commenti all’articolo soprattutto sui social network. Moltissimi hanno elogiato l’iniziativa di don Dario: chi lo conosce bene può testimoniare il suo impegno e la sua passione nel coinvolgere i giovani. Altri commentatori, più legati alla tradizione, hanno deciso di criticarlo. La certezza è che giudicare un prete, nel bene e nel male, da un video di pochi secondi girato in occasione della festa di chiusura di un Cre (per definizione momento di svago) è molto difficile.

Don Dario non se la prende e commenta così su Facebook: “Fate tutti i commenti che volete al video che sta girando in Facebook (non mi offendo). Vi chiedo però di non elogiarmi per un balletto. Elogiate i preti che vivono bene il loro ministero, soprattutto quelli che non hanno tempo di fare queste cose perché hanno la fortuna è la grazia di dedicare tutto il loro tempo agli ultimi. Grazie”.

GUARDA IL VIDEO

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    Bravo questo prete. Belli anche i commenti in onore dell’ amico immaginario…..

  2. Scritto da marina

    magari ce ne fossero cosi….non vedo cosa cè di male in questo video…sempre a lamentarsi di quello che si fa per i nostri ragazzi.se non si fa niente si critica se si fa qualcosa si critica…complimenti a don Dario

  3. Scritto da hardore!

    bravoooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!1
    100 punti a questo Don! se fossero tutti come lui sicuramente molte più persone andrebbero in chiesa!!!!

  4. Scritto da aluna

    BRAVO DON DARIO COSI SI FA……… LA CHIESA NON DEVE ESSERE DEI BIGOTTONI E DEI FALSI MORALISTI, CONTINUA COSI DON DARIO, FORZAAAAAAA

  5. Scritto da a

    Ha perfettamente ragione: e soprattutto dandogli il potere di perdonare il peccato più grande: l’invidia.

  6. Scritto da Jacopo

    Se la chiesa si avvicina ai giovani a forza di “tu scendi dalle stelle” i giovani si avvicinano alla chiesa a suon di “tatanka”.

  7. Scritto da Luca

    E cosa ci sarebbe di male non ho capito!!!
    Bergamo dei bigotti smettetela siamo una città’ di morti che non fa nulla per i giovani

  8. Scritto da natalia

    don Dario grazie grazie guardate i bambini come si divertono resto non conta bravo don Dario il mio bambino era felice e mia detto che il Cre piu bello

    1. Scritto da ooh

      san Bosco da Bg 2.0. Alè!!! oohhh

  9. Scritto da Grazia

    Grande!! È grazie a preti moderni come lui che i nostri ragazzi non sono soli e si aggregano in gruppi imparando il rispetto dei valori e delle persone al di là delle apparenze.

  10. Scritto da F. Rampinelli

    Ma è proprio sicuro che per “vivere bene” il proprio “ministero”, un sacerdote debba dedicare tutto il proprio tempo agli ultimi?

    1. Scritto da Don Bosco

      e secondo te, dunque, quale sarebbe il modo migliore per vivere bene il ministero?

      1. Scritto da F. Rampinelli

        Nell’assoluta fedeltà al sacramento dell’ordine che l’ha messo al servizio di Cristo maestro, sacerdote e re; conferendogli la potestà di offrire a Dio Padre, in persona Christi e a nome di tutta la Chiesa, il sacrificio del Figlio, per lodarlo e ringraziarlo degnamente e per ottenere la salvezza degli uomini; dandogli il potere di perdonare i peccati. E questo non secondo me, ma secondo la Chiesa Cattolica.

        1. Scritto da satana

          E nella realtà in che azioni si tramuterebbero le tue parole?