BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Camminerò?” Roba vecchia Al Cre di Santa Caterina si balla l’hardcore – Il video

“Chi canta prega due volte” - diceva Sant'Agostino. E chi balla la musica hardcore? Forse quattro, almeno a giudicare dall'entusiasmo dei bimbi che hanno partecipato al Cre dell'oratorio di Borgo Santa Caterina.

Più informazioni su

“Chi canta prega due volte” – diceva Sant’Agostino. E chi balla la musica hardcore? Forse quattro, almeno a giudicare dall’entusiasmo dei bimbi che hanno partecipato al Cre dell’oratorio di Borgo Santa Caterina. Don Dario (“un grande”, “fantastico don”, gli aggettivi su di lui in Rete si sprecano) li ha fatti scatenare in un ballo cadenzato dal classico beat della musica hardcore. Roba che negli anni Novanta passava solo al Number One tra piercing al naso, rasatura da marine e polo rigorosamente Lonsdale London. Stavolta niente di estremo, solo la festa di chiusura del Cre. Tra sorrisi e mamme intente a immortalare tutto con lo smartphone. Qualcuno potrebbe storcere il naso, ma don Dario si fa voler bene anche così, con le “braccia molli e la testa al cielo”.

GUARDA IL VIDEO

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto

    Grande don Dario ricordo ancora i tuoi CRE di Lallio,magari potessimo avere la fortuna di un curato cosi x il ns.oratorio non sarebbe cosi vuoto e desolato.vai avanti x la tua strada Dio e’ con te.non ti curar di loro ma guarda e passa ciao

  2. Scritto da don Pivia

    Passi il balletto hardcore: dal momento che non è l’unica attività del CRE del Borgo d’Oro, tutte le critiche o gli eccessivi “Osanna” lasciano il tempo che trovano. Ci sono balli latino-americani, da anni sdoganati nei CRE, che sono molto più scandalosi. Sarò “out”, ma la nota stonata è la casula (il paramento liturgico) mal occultata dal grembiule e dalla cintura, del buon don Dario. Il mio vecchio parroco (a somma ragione!) non avrebbe mai permesso di usarla in un contesto simile. Amen.

  3. Scritto da nico

    Don Dario , un grande ! poi le critiche di gente ottusa non si devono considerare ?

  4. Scritto da gaetano bresci

    ok, prete! ma non scordarti il Punk e il Metal.

  5. Scritto da Flavio

    Povera Cultura della Musica…….:(

    Siamo messi proprio bene…. :(

    Un giorno… ascoltare Mozart sarà trasgressione….. :)

    Buona Musica a tutti…..

  6. Scritto da andrea

    che commenti tristi, associare l’hardcore a droga e alcool è da menti chiuse e antiche…fossero tutti così i preti sarebbe molto più piacevole avvicinarsi alla chiesa…altro che preti “bibbia e preghiere”….

    1. Scritto da SERENA

      hai perfettamente ragione andrea, se solo si “modernizzassero” un pò

  7. Scritto da lu

    Meglio scatenarsi all’aria aperta che rimbambirsi davanti ad un tablet

    1. Scritto da Enzo

      Sono perfettamente d’accordo.
      Se però ti accorgessi di come è ridotta l'”aria aperta” a Bergamo…preferiresti un bel libro chiuso in casa.

  8. Scritto da michele pezza

    speriamo solo che il messaggio che viene passato nelle attività del CRE non sia tutto qui: fare in DJ è diverso che fare il prete…

    1. Scritto da Viola

      Davvero?!?!!??

  9. Scritto da globalizzazione

    Danza tribale: anche in Africa le tribù lo fanno con lo stregone del villaggio.
    Ci stiamo uniformando alla loro cultura? W la globalizzazione al livello inferiore.

    1. Scritto da Doriana

      Nn penso che la danza tribale sia un livello inferiore. L antropologia insegna che ogni popolo vive usi e costumi in modo diverso, non esiste un livello superiore o inferiore. Don Dario ha coinvolto giovani e ragazzini con il loro linguaggio , cresceranno e cambierà anche per loro il modo di rapportarsi con la realtà. .. e sorrideranno al ricordo di questo ballo tribale in onore della chiusura del CRE

  10. Scritto da riccardo

    Luca 18
    Allora Gesù li fece venire avanti e disse: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite perché a chi è come loro appartiene il regno di Dio».
    Quindi se il Don di Santa Caterina usa questo metodo, che io approvo, un motivo ci sarà…forse perché é l unico modo per avvicinare i ragazzi alla Chiesa?…

  11. Scritto da Luca

    Trovo estremamente riduttivo l’etichetta di prete hardcore, o cmq il definire questo prete come “inneggiare all’hardcore, al fumo, all’alcool, alla discoteca”. Basta guardare il filmato: ha semplicemente utilizzato un brano hardcore per “smuovere” i ragazzi. Senza secondi occulti fini di degenerazione.

  12. Scritto da carlo

    DON DARIO SANTO SUBITO

  13. Scritto da DARKRAVER

    Anche il mio tris nonno ragionava così franco

  14. Scritto da Chiara

    Anche Don Andrea Pressiani, a Stezzano è un prete fantastico così… e noi lo amiamo!!!

    1. Scritto da kicco

      Don Andrea è stato mio educatore a villa d Adda e don Dario l ho conosciuto in seminario… due grandi esempi x una chiesa aperta ai giovani… salutami don Andrea….

  15. Scritto da Spanky

    Essendo che l’hardcore ha accompagnato più di metà della mia vita e lo sta facendo ancora adesso, e pur essendo atea non ho potuto far altro che commuovermi vedendo un prete che finalmente sdogana un genere musicale giudicato dai soliti ignoranti “solo per drogati”! La musica è vita qualsiasi essa sia! Grande don!

  16. Scritto da Nino

    Guardate i ragazzi invece di giudicare la musica io sono un animatore e piuttosto che sentire i ragazzi dire ancora questa canzone gli metterei su questa che almeno dal video sembra che si divertono peace

  17. Scritto da Cristian

    Ce ne fossero di preti che usano tutti gli strumenti per parlare ai ragazzi :)

    1. Scritto da andrea

      esatto!

    2. Scritto da Don Bosco

      Le sembra davvero opportuno? Tra un paio d’anni questi ragazzini vorranno andare in discoteca a ballare l’hardcore, e si sentiranno legittimati dal fatto che glielo ha ‘suggerito’ il don… Avevo capito che il cre, l’oratorio e i don dovessero proporre alternative migliori, invece per avere consenso ed ‘appeal’ si uniformano al peggio.. Non era meglio una chitarra?

      1. Scritto da Matteo

        Le rispondo come le risponderebbe quei ragazzini “che due palle la chitarra…”
        Bisogna evolversi un pochino, cercare di prendere i giovani per il verso giusto e andargli in contro su quei campi dove non sono necessari compromessi valorizzi, come la musica.

      2. Scritto da Viola

        E i genitori cosa ci staranno a fare? Se loro non saranno d’accordo i 6, 7, 8, 9 e 10enni che ballavano se ne daranno una ragione, non trova? Dai, Lei pensa davvero che i genitori Del Borgo siano più derecerabrati di quelli che sanno che i loro ‘piccoli’ sono a farsi di short a 1.50 euro i venerdì di apertura del borgo? Scendete dalle piante e date un occhio ai vostri figli

      3. Scritto da Marco

        Io sono un animatore dell’oratorio di borgo santa Caterina e ciò che ha fatto Don Dario ha coinvolto tutti i bambini, da i più grandi ai più piccoli(compresi i genitori), e a mio parere, come per tutti gli altri ragazzi del mio oratorio, è stato un GIOCO divertente e coinvolgente che ha fatto entusiasmare tutti!
        P.S: nessuno ha fatto riferimenti a droghe, alcool e discoteche.
        Spero che possa cambiare idea e capire il vero scopo di Don Dario(far giocare e divertire)

      4. Scritto da Spanky

        E anche se fosse cosa ci sarebbe di male? Io vado a ballare Hardcore dall’età di 13 anni e sono ancora viva e vegeta, non mi sono mai drogata e pensa un po’.. Non sono nemmeno l’unica! É ora di finirla con i soliti pregiudizi ignoranti, in Olanda l’hardcore viene passato pure su mtv come qualsiasi altro tipo di musica, qui ancora pensano che dipende dalla musica se uno è un drogato

  18. Scritto da Franco

    Perchè per sembrare giovani questi preti devono prendere le cose peggiori della gioventù? Non mi sembra la cosa migliore insegnare ai bambini di 8 anni come andare in discoteca a rimbambirsi con musica del genere e mosse del genere.

    1. Scritto da mattia

      Che triste persona piena di pregiudizi per un genere musicale..reincarni il tipico esempio di italiano medio che non vede oltre alla ppropria gobba del naso. .fiero di diventare genitore tra pochi giorni e ancor ppiù fiero di esser andato a ballare hardcore il mese scorso…forza italia che di gente così ce nè proprio bisogno

      1. Scritto da Franco

        Caro il mio Mattia, sono andato a ballare fino a pochi anni fa praticamente ogni week end, ma per fortuna avevo la capacità di valutare dove andare e con chi. Allo stesso modo ho fumato, bevuto e mi sono divertito, ma non per questo porterei musica da discoteca, alcool e sigarette in un C.R.E., visto che a 8 anni è un po’ dura valutare. Povera Italia, piena di gente con pregiudizi, avete detto bene, perchè i primi siete voi che parlate senza sapere.

    2. Scritto da Dany

      Io non credo che la discoteca e la musica siano cose” rimbambenti” in assoluto, anzi trovo che sia una cosa più che giusta mostrare ai bambini e ai ragazzi (ma a quanto vedo anche ad alcuni adulti) che ci sono dei buoni modi di vivere la musica e il ballo, tanto il sabato sera in discoteca quanto la domenica pomeriggio in oratorio! Grazie don Dario!

    3. Scritto da Airoinsidia

      No infatti, perché é sempre meglio rimbambirsi con il massimo dell’offerta clericale…ma smettiamola…se Bg é la città mentalmente più vecchia d’Italia é per colpa di questi pensieri…