BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Premi ai locali virtuosi, per ora solo tre adesioni Lunedì scatta l’ordinanza

Marika'sss e Doma in Borgo Santa Caterina, Elite cafè in via Borfuro hanno presentato la documentazione che certifica l'adozione delle misure virtuose necessarie ad ottenere un'ora di apertura in più.

Più informazioni su

Sono solo tre i locali che per ora hanno aderito al progetto del Comune di Bergamo allegato all’ordinanza per limitare i disagi causati dalla movida. Marika’sss e Doma in Borgo Santa Caterina, Elite cafè in via Borfuro hanno presentato la documentazione che certifica l’adozione delle misure virtuose necessarie ad ottenere un’ora di apertura in più. Il provvedimento restrittivo del Comune prevede infatti la chiusura delle serrande a mezzanotte e mezza, che può essere posticipata all’una e mezza sottoscrivendo un accordo con l’amministrazione.

E’ necessario rispettare una serie di parametri per limitare il rumore: “impegno ad adottare ogni accorgimento al fine di contenere ogni comportamento che generi disturbo alla quiete pubblica anche nelle immediate vicinanze del locale, ad esempio mediante utilizzo di proprio personale (condizione necessaria). Insonorizzazione dei locali, allestimento di un punto di wifi gratuito, messa a disposizione di spazi per artisti o attività culturali, convenzione con parcheggi nelle aree limitrofe, non presenza di slot machine, organizzazione di navette entro l’orario di esercizio”. Nell’ultima settimana si sono svolti due incontri tra i tecnici di Palafrizzoni e i rappresentanti dei commercianti di borgo Santa Caterina per fare il punto in vista dell’entrata in vigore dell’ordinanza.scatta l’ordin

Il “coprifuoco” non scatta per tutti. Sono stati esclusi quattro locali: Tijuana, La Gradisca, L’enoteca Zanini e il Divina. Nel resto della città invece scatterà anche per un bar in via Bonomelli, per il Lunapiena, il Tropikana in via Moroni, per il bar Pontida in piazza Pontida, per l’ex Hemingway.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vero

    Una precisazione:l’ordinanza riguarda tutti gli esercizi commerciali di somministrazione di alimenti e bevande.Quindi anche i distributori automatici. Qualcuno mi spiega come è possibile in così poco tempo installare sui distributori le apparecchiature che automatizzino la chiusura e l’apertura?Hanno idea dei costi che comporta?Spero sappiano che è impensabile che un’azienda incarichi il personale tutte le notti alle 00.30 di staccare le spine per poi riattaccarle alle 6 del mattino.