BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La tregua è già finita: torna il caldo africano” previsioni

“Luglio 2015 ha tutte le carte in regola per diventare uno dei mesi più caldi di sempre sull'Italia” -lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Daniele Berlusconi.

Più informazioni su

“Luglio 2015 ha tutte le carte in regola per diventare uno dei mesi più caldi di sempre sull’Italia” -lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Daniele Berlusconi, che aggiunge – “La tregua di queste ore è soltanto momentanea, le temperature sono addirittura rimaste al di sopra delle medie del periodo, mentre dal weekend l’anticiclone afro-mediterraneo tornerà ad avere il pieno possesso della Penisola”.

Temperature fino a 36-37°C da Nord a Sud della Penisola. Le temperature torneranno rapidamente su valori di circa 4-6°C sopra le medie del periodo e anche l’afa si farà sentire ancora, specie in Val padana e lungo le coste: attese punte massime entro la prossima settimana di 36-37°C sulle città di pianura del Nord, sulle pianure interne di Toscana e Lazio e sulle aree interne delle regioni meridionali e delle isole maggiori. “Non si raggiungeranno probabilmente valori record di temperatura massima, ma il caldo non darà respiro per la persistenza e l’estensione di valori termici continuamente sopra le righe, che manterranno il clima molto caldo e afoso anche di notte, specie nei grandi centri urbani” – proseguono da 3bmeteo.com.

Domenica qualche temporale sulle Alpi orientali. Ci attendono dunque almeno 7/8 giorni di tempo soleggiato, in cui sull’Italia dal punto di vista meteo succederà ben poco, fatta eccezione per qualche temporale nella giornata di Domenica sulle Alpi orientali, a causa del transito della coda di una perturbazione che sfiorerà le Alpi settentrionali, e che, localmente potrà interesse anche le pianure del Triveneto. Terza decade di Luglio più fresca? “Le speranze per una fase meno rovente sono riposte per l’inizio della terza decade del mese” –spiega in conclusione l’esperto- “Le correnti dal Nord Atlantico proveranno ad inviare una depressione verso l’Europa centro occidentale; si potrebbe di conseguenza aprire una fase meno calda ed anche contornata dal passaggio di qualche veloce perturbazione da nord verso sud: questo garantirebbe un ultima parte di Luglio meno infuocata rispetto a quella attuale, che per il momento viaggia su temperature medie da record”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Irene Bruscolo

    Scusate, quale tregua?

  2. Scritto da Luigi

    Ormai da tempo sostengo che buona parte dei meteorologi debbano andare a zappare la terra: non ne imbroccano più una (eccezion fatta per le ondate di calore..su quelle, chissà mai perché, non sbagliano mai..

  3. Scritto da maria

    Nel 2014 ci si lamentava perchè non si era visto un’estate così piovosa oggi siamo quì a lamentarci per questa estate torrida ……Da che mondo è mondo ci sono anni piovosi e anni siccitosi.Molti calendari si rifanno ai proverbi contadini e leggendoli si scopre che per ogni stagione ci sta una morale.Positiva o negativa significa che da secoli cambia poco.L’unica novità è l’informazione che porta velocemente a conoscere ciò che gravita nel mondo

  4. Scritto da anna

    come Daniele non mi sono accorta che fosse iniziata la tregua…..

  5. Scritto da Daniele

    Tregua finita? Pensare che non mi ero nemmeno accorto che fosse iniziata…