BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tromba d’aria in Veneto un morto e 30 feriti Guarda il video

Una tromba d'aria si è abbattuta in Veneto sulla cittadina di Dolo e nei comuni limitrofi, causando molti danni ai tetti e l'abbattimento di alberi.

Una tromba d’aria si è abbattuta in Veneto sulla cittadina di Dolo e nei comuni limitrofi, causando molti danni ai tetti e l’abbattimento di alberi. La situazione più preoccupante è quella in atto nell’area di Pianiga (Venezia), dove un’auto, con una persona alla guida, è stata sollevata dall’asfalto ed è poi precipitata a terra. La persona al volante è morta sul colpo.

Altre 15 persone sono rimaste ferite (2 delle quali in codice rosso, ma la situazione è in evoluzione). Un elicottero ha sorvolato le zone colpite per verificare dall’alto la situazione. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, segue costantemente la situazione. Protezione civile, vigili del fuoco e carabinieri sono impegnate nei soccorsi. Violento temporale anche nel Padovano. Venti forti e grandinate si sono registrate a Curtarolo, San Giorgio delle Pertiche, Campodarsego e Cadoneghe, dove è stata scoperchiata anche parte della palestra comunale. Molti gli interventi per rimuovere alberi e pali dell’illuminazione pubblica abbattuti dal forte vento.

GUARDA IL VIDEO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lu

    Un vero disastro, addirittura si parla di un tornado F4 con morti e feriti ,edifici rasi al solo tra cui la storica dimora di Villa Fini a Dolo Incredibile come sui notiziari tv di ieri sera non ce ne fosse quasi traccia