BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Prima la variante completa, poi la bretella di Zogno che non è in discussione”

Prova a gettare acqua sul fuoco il consigliere provinciale delegato alla viabilità Pasquale Gandolfi in merito alla bretella del monte di Zogno, opera in discussione insieme al resto dell'intera variante.

Prova a gettare acqua sul fuoco il consigliere provinciale delegato alla viabilità Pasquale Gandolfi in merito alla bretella del monte di Zogno, opera in discussione insieme al resto dell’intera variante a causa dei costi di realizzazione più alti di quanto previsto. Secondo le ultime indiscrezioni (leggi qui), il costo della bretella, opera fondamentale per l’amministrazione comunale, potrebbe lievitare fino a 2,7 milioni nel progetto definitivo. Gandolfi però invita alla calma e assicura che via Tasso ha intenzione di realizzarla: “Noi vogliamo portare a casa l’intera opera, bretella compresa – spiega -. C’è un problema di costi complessivo, però non sono 1 o 2 milioni su 31 a creare difficoltà. La nostra priorità è concludere la variante di Zogno principale: una volta completata la galleria ci occuperemo di realizzare la bretella che è comunque già finanziata. Se riusciremo a portare avanti il progetto in modo parallelo, tanto meglio. Si tratta di un unico appalto. Però sia chiaro: il problema riguarda tutta la variante, perché gli extracosti (sia quelli da 7,7 milioni emersi a inizio 2015 che quelli da 23,8 milioni di settembre 2014) sono frutto di valutazioni che nessuno, primo di noi, aveva considerato”.

Anche il consigliere Jonathan Lobati, sindaco di Lenna, rassicura: “La redazione del progetto definitivo è ancora in corso e numeri certi, quindi, non ce ne possono essere. Resta il fatto che il tetto massimo di costi superiori sembra essere confermato: 31,5 milioni di euro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.