BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Yara, “Massimo Bossetti deve restare in cella”: si attende la decisione

Massimo Giuseppe Bossetti, imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio, deve restare in carcere. E' quanto ha sostenuto il pg di Cassazione, Giuseppe Corasaniti, davanti ai giudici della Prima sezione penale della Suprema Corte

Massimo Giuseppe Bossetti, imputato per l’omicidio di Yara Gambirasio, deve restare in carcere. E’ quanto ha sostenuto il pg di Cassazione, Giuseppe Corasaniti, davanti ai giudici della Prima sezione penale della Suprema Corte, che oggi sono chiamati a decidere sull’istanza di carcerazione avanzata dai difensori di Bossetti. Il pg, durante la camera di consiglio, ha sollecitato il rigetto del ricorso sostenendo che vi e’ il rischio di reiterazione del reato.
La difesa di Bossetti ha deciso di ricorrere in Cassazione contro l’ordinanza del Riesame di Brescia che, il 10 marzo scorso, ha confermato il ‘no’ del gip di Bergamo alla richiesta di revoca della misura cautelare in carcere.
La Suprema Corte si era espressa a favore della custodia cautelare in cella per Bossetti gia’ nel febbraio scorso. E’ la settima richiesta di scarcerazione presentata dai suoi legali.
Per Bossetti, intanto, si e’ aperto qualche giorno fa il processo davanti alla Corte d’Assise di Bergamo: e’ lui l’unico imputato per l’omicidio di Yara. La tredicenne scomparve a Brembate di Sopra il 26 novembre del 2010 e il suo corpo fu ritrovato nel febbraio 2011 in un campo non molto distante dal luogo della scomparsa. La decisione dei giudici della Cassazione, presieduti da Maria Cristina Siotto, e’ attesa tra stasera e domani. (AGI)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da M.M.

    Devono avere in mano fondati motivi gli avvocati difensori per essere così instancabili nell’insistere. Meglio per loro che durante il processo questi motivi emergano in tutta la loro gravità, altrimenti ci sarebbe da preoccuparsi capitare in mano a degli avvocati strateghi italiani…… direi almeno 50 e 50….. chi vivrà vedrà

  2. Scritto da fondati motivi

    Devono avere in mano fondati motivi i giudici per essere così implacabili.
    Meglio per loro che durante il processo questi motivi emergano in tutta la loro gravità, altrimenti ci sarebbe da preoccuparsi capitare in mano alla giustizia italiana