BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Confronto in maggioranza La Giunta stila il programma dei prossimi 12 mesi

Martedì sera è in programma un faccia a faccia tra Giunta e consiglieri di maggioranza sul prossimo futuro dell'amministrazione.

Più informazioni su

E’ tempo di porsi obiettivi. Martedì sera è in programma un faccia a faccia tra Giunta e consiglieri di maggioranza sul prossimo futuro dell’amministrazione. E’ trascorso più di un anno dalla vittoria di Giorgio Gori e non si può dire che il sindaco abbia tirato a campare. Magari non ha viaggiato spedito come immaginato in un’ottica “aziendale”, ma molti progetti sono stati messi in cantiere. Ultimo, non per importanza, l’accordo con il presidente atalantino Antonio Percassi per il rinnovo dell’affitto dello stadio e – per la prima volta è stata inserita anche nel contratto – l’eventuale vendita dell’Atleti Azzurri d’Italia (leggi qui). Durante il confronto tra gli assessori e i gruppi di maggioranza si parlerà anche di traguardi meno storici e non meno importanti: opere da far partire nei prossimi 12 mesi, con una presenza più incisiva nei quartieri.

Il canovaccio c’è già. Le linee programmatiche studiate e presentate a inizio 2015 contengono una serie di obiettivi approvati dagli stessi consiglieri. Che martedì sera avranno comunque libertà di parola: ogni gruppo politico che compone la maggioranza – previa consultazione interna – potrà focalizzarsi su uno o più settori e dare dritte agli assessori. Non è escluso che il confronto si accenda, anche se le premesse non sono così scoppiettanti.

Finora Pd, Lista Gori, Patto civico e Sel sono stati ligi al dovere. Fin troppo. Gli stessi assessori si aspettavano qualche contributo e spunto politico in più. Per ora il Consiglio ha svolto (egregiamente) la fase di supporto e si è dimostrato propositivo in merito al registro delle unioni civili, guarendo una ferita aperta da sette anni. Per lasciare il segno però servono più idee.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da falce & pennichella

    SEL sta dormendo sonni profondi. Sulla questione della tutela ambientale per i danni creati dall’aeroporto dopo i tuoni e fulmini delle primarie e scesa il silenzio più assoluto, e si è accodata al Sindaco più retrivo che abbiamo mai avuto a Bergamo, molto più di molti comuni amministrati dalla Lega….

    1. Scritto da Stefano Magnone

      Rimediare ai piani di declassificazione di Colognola è difficile. Intanto le rotte sono state diversificate, SEA e SACBO si mettono al tavolo a parlare di sinergie e fusioni, il piano di zonizzazione è da rifare e il sindaco è solo un ingranaggio della macchina. Si fa presto a berciare senza costrutto.

      1. Scritto da Dario

        No, la prego…. abbia pietà di noi…… Guardi cosa intascano gli euroburocrati per complicarci scioccamente la vita e noi dobbiamo sgobbare per mantenerli… non ha pietà di noi?

    2. Scritto da wiw

      Su questo c’è poco da discutere. E’ così. Gori qualcosa ha fatto, POCO, troppo poco. Ma le opposizioni han fatto NULLA.

  2. Scritto da dark

    Questo modo di impostare il lavoro amministrativo (e politico) lo trovo positivo. Aziendale o no, mi sembra organizzazione e buon senso. Poi vedremo i risultati

    1. Scritto da light

      Solita magia della comunicazione. Non sarebbe stato più opportuno definire il programma quando si è deciso il budget (bilancio di previsione)?

      1. Scritto da dark

        Magia? e di cosa? quale comunicazione? Ragionare e concertare i piani di azione sono una cosa. Sapere quanto si ha in cassa, un’altra. Poi starà a scegliere: lighit come l’aria di montagna. O bisogna far polemica a ogni costo? A me questa “light” piace, e piace soprattutto da parte di chi gestisce per conto dei cittadini. E, giusto per capirsi, non ho votato Gori.