BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alta tensione a Filago, antagonisti contro la Lega Guarda foto e video

Lo scontro è stato sfiorato, ma non sono mancati attimi di alta tensione a Filago dove militanti della Lega Nord e attivisti dei centri sociali si sono confrontati, per fortuna solo a suon di insulti e cori provocatori.

Lo scontro è stato sfiorato, ma non sono mancati attimi di alta tensione a Filago dove militanti della Lega Nord e attivisti dei centri sociali si sono confrontati, per fortuna solo a suon di insulti e cori provocatori.

Le forze dell’ordine sono riuscite a mantenere i due gruppi separati nonostante qualche tentativo di sfondamento soprattutto dalla parte leghista. Nel mezzo, il cancello della palestra dove da settimana scorsa sono ospiti 31 profughi provenienti dalla Nigeria.

Il caos è scoppiato all’arrivo del segretario federale del Carroccio Matteo Salvini che prima ha stretto le mani ai carabinieri, poi ha rivolto baci di provocazione ai manifestanti. Il leader leghista è riuscito ad entrare nella scuola e incontrare gli immigrati insieme a Toni Iwobi. “Noi continueremo a lottare fino a quando questa struttura non tornerà ad essere una palestra – spiega Salvini -. Mi dicono che a Presezzo gli pseudo profughi sono stati spostati. Non molliamo fino a quando non saranno liberate anche le palestre di Filago e Romano. Non è normale che ci siano gli antagonisti a cinque metri da un presidio autorizzato. Sono degli sfigati, mantenuti”.

A Romano di Lombardia invece il numero uno della Lega si è trovato in mezzo a un nugolo di bandiere di Forza Italia con in testa il coordinatore provinciale Alessandro Sorte. Un po’ spaesato, alla fine Salvini ha preso parola per un breve saluto. Sorte invece ha arringato la folla al grido di "Chi non salta comunista è" di berlusconiana memoria.

FOTO E VIDEO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Iskra

    Visto che i profughi sono stati messi li’ dal prefetto anche la Ferrandino e’ un’ antagonista allora? Antagonisti sono gli sxiacalli verdevestiti

  2. Scritto da Pietro

    Tutte queste forze dell’ordine chi le paga? Sicuramente non chi manifesta ma noi cittadini e per noi sarebbe meglio che sorvegliassero le strade i treni le città ecc.

    1. Scritto da sasso

      Io ero a manifestare e le tasse le ho sempre pagate,come credo tutti gli altri.

  3. Scritto da Marco

    In tutta sincerità non capisco come mai in una manifestazione (giusta o sbagliata che sia) debbano arrivare questi antagonisti.
    Parlano di libertà democrazia e accoglienza ma solo se la pensi come loro, andrebbe insegnato da zero il vero senso della politica a queste persone, peggio dei fascisti in queste iniziative.

  4. Scritto da luca lazzaretti

    Che Salvini faccia il capitan Fracassa ci può stare..non ha mai fatto un tubo in vita sua e ha trovato questa nuova attività…ma un signor nessuno come quel signore alle sue spalle che si chiama Sorte che c’azzecca? Mi ricorda il Toti della Liguria anche lui a rincorrere i leghisti..lasciate stare! Non siete capaci…siete ridicoli!

  5. Scritto da nino cortesi

    Chissà perché i cittadini onesti li chiamano centri sociali.

    1. Scritto da gaetano bresci

      perchè non conoscono nè i Centri Sociali nè l’onestà, caro Nino.