BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Linea dura della Regione: “Nessuna tendopoli per accogliere clandestini”

L'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione Simona Bordonali afferma: "Nessuna tendopoli per l'accoglienza dei clandestini". E invia una lettera a tutte le Province: "No a uso di attrezzature della protezione civile per questa emergenza".

"Le attrezzature della protezione civile lombarda non devono essere utilizzate per l’accoglienza dei clandestini. Se i Prefetti non sanno gestire i flussi imposti da Roma e non hanno il coraggio di ribellarsi, allora ospitino gli immigrati nelle prefetture". E’ quanto dichiara l’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione di Regione Lombardia Simona Bordonali.

VOLONTARI E TENDE

"Non posso permettere – ha proseguito l’assessore Bordonali – che i volontari di protezione civile vengano esposti a rischi per attivit? non connesse al loro ruolo e che le tende adibite a ospitare gli sfollati in casi di emergenze di protezione civile vengano usate per tappare i buchi di una gestione fallimentare del problema dell’immigrazione".

LETTERA A TUTTE LE PROVINCE

"Con queste temperature inoltre – ha aggiunto – non possiamo pensare di sistemare i richiedenti asilo in tendopoli di fortuna. Per questo ho scritto una lettera alle Province per diffidarle dall’utilizzo delle attrezzature della colonna mobile regionale per attivit? diverse da quelle stabilite".

BLOCCARE SBARCHI

"Il governo – ha concluso l’assessore Bordonali – deve immediatamente bloccare gli sbarchi. Il territorio lombardo, per voce degli stessi prefetti, ? saturo e non pu? assolutamente accogliere altri immigrati. Se a Roma non sanno come gestire questo fenomeno, facciano una telefonata a Roberto Maroni".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    non servono tendopoli,servono cittadini favorevoli all’accoglienza che aprano le porte di casa propria,ma è scontato che nessuno lo farà mai,perchè si è solidali solo con i soldi altrui,mai con i propri…..

  2. Scritto da segnalatore

    Si continua a gestire la questione come emergenza quando in realtà sia di fronte ad un problema ormai cronico. Difficile fermare un’emorragia applicando cerotti….(riusciranno i nostri governanti a capirlo?)

  3. Scritto da Valtesse

    Speriamo che la tendopoli non sia fatta gli ospiti vanno trattati meglio.

  4. Scritto da Miki

    Oddio S.Bordonali! La longa manus di Maroni: non bastava la Paturzo alla voce “cariche inutili”?

    1. Scritto da Mister Bean

      faccio presente che Maroni è stato eletto dai cittadini lombardi; tta i punti del programma c’e anche la lotta all’immigrazione clandestina. Quindi, democraticamente, fa quello che il popolo gli ha chiesto di fare. Tutto il contrario di montilettarenzi, scendiletto della signora coi baffetti, al secolo angela merkel.

      1. Scritto da pablo

        veramente, da una ventina d’anni a questa parte, DICE quello che il popolo gli ha chiesto di fare, e FA quello che è meglio per le poltrone sue e dei suoi amichetti. (non serve che per difendere il suo paladino attacchi i vari montilettarenzi perchè, nello specifico, sarei d’accordo con lei)