BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo diventerà la casa dei giovani di tutta Europa

Dal 18 al 22 maggio 2016, presso gli spazi di Ente Fiera Bergamo, AEGEE presenterà l'Agorà, uno degli eventi studenteschi più importanti d'Europa. Attesi oltre 1200 giovani provenienti da 40 nazioni europee.

Più informazioni su

Qualcuno la chiama Europa, loro la chiamano Casa. Si presentano così, con un motto semplice e di straordinaria efficacia i ragazzi di AEGEE (acronimo di Association des Etats Gènèraux des Etudiants de l’Europe): associazione laica, apartitica e senza scopo di lucro che dal 1985 promuove la mobilità giovanile in Europa con l’obiettivo di ispirare la cooperazione e il dialogo internazionale, e che vanta oggi una rete di circa 13.000 studenti provenienti da oltre 40 paesi diversi.

Da 26 anni operante sul nostro territorio, dal 18 al 22 maggio 2016 AEGEE – presso gli spazi messi a disposizione da Ente Fiera Bergamo – ospiterà l’Agorà, uno dei meeting giovanili più importanti d’Europa, che ogni sei mesi riunisce oltre 800 ragazzi di nazionalità diverse con l’obiettivo di discutere e approfondire temi di rilevanza internazionale, offrendo la possibilità agli studenti di incrementare il proprio bagaglio umano e professionale attraverso l’organizzazione di workshop e seminari di formazione.

Bergamo si appresta dunque a raccogliere il testimone di città come Amsterdam, Kiev, Budapest e Istanbul, ospitando un evento di respiro internazionale che per cinque giorni la condurrà nel novero delle massime capitali europee della gioventù: basti pensare che alle ultime edizioni sono intervenute personalità di primissimo piano quali il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon ed il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz. A

lla conferenza stampa di presentazione, tenutasi alle ore 12 presso il Palazzo della Ragione di Città Alta, oltre ai rappresentanti di AEGEE Nicolò Sartoris e Paolo Ghisleni, erano presenti l’Assessore alla coesione sociale Maria Carolina Marchesi, il Direttore del Dipartimento di Lingue, letterature straniere e comunicazione Maurizio Gotti e il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori.

Fabio Viganò

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.