BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morì ustionato in sala operatoria: assolti i due medici

Massimo Orsini, 80 anni e originario di Boario di Gromo, era deceduto nel 2012 a causa delle ustioni riportate alla gola per un rogo scatenatosi in sala operatoria durante una tracheotomia. Ustioni che per l’uomo si sono rivelate fatali e per cui due medici, accusati di omicidio colposo, sono stati assolti per insufficienza di prove.

Una semplice operazione in ospedale per le lesioni alla testa e alla spina dorsale, provocate da una caduta in un bar, era finita in tragedia. E il dramma non è ancora finito.

Massimo Orsini, 80 anni e originario di Boario di Gromo, era deceduto nel 2012 a causa delle ustioni riportate alla gola per un rogo scatenatosi in sala operatoria durante una tracheotomia. Ustioni che per l’uomo si sono rivelate fatali e per cui due medici, accusati di omicidio colposo, sono stati assolti per insufficienza di prove.

La sentenza, pronunciata dal gup Tino Palestra, rischia però di essere nulla: il giudice ha letto il dispositivo dimenticandosi che al termine dell’udienza precedente aveva disposto le repliche delle parti. Il pm Carmen Pugliese potrebbe decidere di fare ricorso in Cassazione.

L’incidente era avvenuto a Boario, quando l’uomo era seduto all’esterno di un bar ed era caduto per la rottura della sedia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.