BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italgreen di Villa d’Adda rifà il campo da gioco dello stadio di Taormina video

La Italgreen Spa di Villa d'Adda riparerà il manto in erba sintetica dello stadio di calcio "V. Bacigalupo" di Taormina. Un intervento delicato perché il Comune siciliano possa riottenere il certificato di omologazione della Lega Nazionale Dilettanti.

Sono stati affidati alla Italgreen Spa di Villa d’Adda i lavori di manutenzione straordinaria dello stadio di calcio “V. Bacigalupo” di Taormina.

Un intervento che costerà alle casse comunali della città siciliana circa 10mila euro. Italgreen dovrebbe sistemare una serie di anomalie nel tappeto da gioco – in particolar modo alcuni tratti nelle due aree di rigore – realizzato nel 2008 dal Comune di Taormina, quando oltre al campo in sintetico aveva provveduto a mettere a norma l’area di gioco e alcuni servizi annessi allo stadio.

Il 13 febbraio scorso l’Amministrazione Comunale ha fatto istanza per la riomologazione dello stadio in erba sintetica, ma il certificato è scaduto lo scorso 18 marzo ed è quindi necessario il rinnovo altrimenti rischia di essere escluso alle partite. Soltanto dopo la fine dei lavori la Lega Nazionale Dilettanti emetterà il certificato di omologazione che permetterà di poter utilizzare a pieno regime lo stadio. 

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da kurz

    Finalmente si sente parlare di importi ragionevoli e contenuti per le opere pubbliche, anche al Sud. Con gli appalti resi pubblici anche su questo quotidiano on-line, si contribuisce ad evitare le ben note “mangiatoie” che hanno distrutto l’Italia.

  2. Scritto da vinx

    Era ora! Finalmente!