BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Nozze gay, sentenza storica In Italia invece i politici stanno a guardare”

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che la Costituzione dà anche alle coppie dello stesso sesso il diritto di unirsi in matrimonio, in una storica vittoria per il movimento americano per i diritti omosessuali.

Più informazioni su

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che la Costituzione dà anche alle coppie dello stesso sesso il diritto di unirsi in matrimonio, in una storica vittoria per il movimento americano per i diritti omosessuali. Una sentenza storica per gli Stati Uniti e non solo, anche per il resto del mondo. Il presidente Usa Barack Obama ha definito su Twitter la sentenza un "grande passo" verso l’uguaglianza.

Il giudice Anthony Kennedy, scrivendo a nome della corte, ha detto che le persone omosessuali che intendono sposarsi "non devono essere condannate a vivere in solitudine, esclusa da una delle più antiche istituzioni della civiltà. Chiedono uguale dignità di fronte alla legge. La Costituzione garantisce loro tale diritto".

Anche l’associazione Arcigay Bergamo cives celebra la sentenza: “Da venerdì in tutti e 50 i Paesi degli Stati Uniti le coppie omosessuali potranno sposarsi liberamente, senza divieti e restrizioni. Il matrimonio tra persone dello stesso sesso è un diritto costituzionale: così ha deciso la Corte Suprema federale – si legge nel comunicato di Arcigay -. E mentre gli Stati Uniti compiono quello che lo stesso Presidente Obama ha definito uno storico balzo in avanti, in Italia i nostri politici stanno a guardare. Alla vigilia della ricorrenza dei moti di Stonewall e dell’OndaPride, che attraverserà l’Italia con i suoi cortei di festa e di rivendicazione, in Parlamento si trascina con lentezza esasperante la proposta di legge sulle unioni civili. Tra gli innumerevoli emendamenti dei Giovanardi di turno e gli anatemi di Alfano, il timore è che parta prima o poi l’assalto agli articoli di legge, con mediazioni al ribasso su un testo già ai minimi termini per i nostri diritti. E’ proprio il caso di dirlo: com’è lontana l’America, com’è lontano il Mito della Frontiera! Ecco, anche noi di Arcigay Bergamo Cives lo grideremo, una volta di più, il 27 giugno, al Pride di Milano!”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nico

    Parlo da uomo eterosessuale: Sono contento che l’America oggi abbia esteso il diritto al matrimonio a tutti i cittadini. Finiamola con la storia delle lobby gay. L’unica vera lobby in Italia è quella della chiesa che da 2000 anni a questa parte controlla la mente di moltissime persone e è la causa principale di arretratezza sociale in italia

  2. Scritto da planets

    quando riusciremo a liberarci da ignoranza, pregiudizi, ed egemonismo cattovaticanista, avremo fatto un sostanzioso passo avanti nell’evoluzione della specie. Ricordo a chi non lo sapesse che la natura stessa prevede l’ omosessualità, ecco perchè l OMS ha dichiarato che non è una malattia. Ritengo invece della massima urgenza una cura contro l’ottusità, da cui si può guarire senza imbottirsi di farmaci, con salvifiche iniezioni culturali, diversamente dicasi: evolversi.

  3. Scritto da Andrea

    Ma che sentenza storica , siamo alla futta.

  4. Scritto da Elena

    Che poi io queste lobby gay le voglio proprio conoscere, chissà che riescano a darmi il potere di governare il mondo…
    Ma aprite gli occhi, in Italia esiste una sola unica lobby ed è VATICANA, altro che gay.

  5. Scritto da Elena

    Io invece non riuscirò mai a capire l’odio che la gente si porta appresso.
    Odiate chi è diverso da voi perché non lo capite?
    E se anche non lo capite, perché odiarlo?
    Alla fine a voi cosa viene tolto se due persone dello stesso sesso vengono legalmente riconosciute agli occhi dello stato? (e badate, ho detto STATO e non chiesa… perché ricordiamoci che lo stato italiano IN TEORIA è LAICO e non cattolico, non lo dico io, lo dice una cosa chiamata COSTITUZIONE).
    Io proprio non capisco.

  6. Scritto da hansbg

    rassegnatevi omofobi il mondo va avanti non indietro!

    1. Scritto da Tasslehoff

      Concordo pienamente, anzi mi fa sorridere pensare a tutti gli omofobi cattolici e non che in questi giorni stanno rosicando come bestie pensando al loro ridicolo family day.
      Proprio le persone a cui sta a cuore la famiglia dovrebbero essere felici di veder finalmente esteso questo diritto.

  7. Scritto da Hansbg

    Personalmente non riesco a capire che cosa porti via a voi estendere un diritto, che avete già, ad altre persone che non ce l’hanno.

    1. Scritto da Paolo

      La società riconosce una serie di diritti ad una coppia sposata. Lo fa per un motivo economico, non certo per motivi religiosi o sentimentali. Il punto è proprio questo. Perchè dovrei riconoscere lo stesso diritto ad una coppia omosessuale? Che vantaggio apporta alla società?

  8. Scritto da La verità fa male

    Eh già, non capisco. Nel mondo sono in atto numerose guerre e attentati terroristici con decine di morti (tre in un solo giorno), l’Italia e l’Europa sono invase dai clandestini ma i nostri politici (a partire da Alfano), secondo qualcuno, non dovrebbero dormire la notte e dovrebbero fare gli straordinari per occuparsi, prima di ogni altra questione, della sentenza della Corte Suprema americana. Che tristezza, siamo proprio alla frutta ….

    1. Scritto da carlo

      effettivamente, in italia soprattutto, avremmo dei problemi molto più importanti da risolvere

      1. Scritto da 035

        dunque chi non ha diritti, riconosciuti alla maggioranza, si metta lì buono e aspetti tempi migliori, che diamine!

    2. Scritto da andrea

      Provo vergogna per questo commento.

  9. Scritto da antonio

    è irrilevante se nei referendum fatti in alcuni stati americani abbiano votato 3 milioni e spiccioli a favore delle nozze e più di 40 milioni contro. come al solito la volontà popolare conta 0 contro le lobby lgbt.

  10. Scritto da Moira

    La stampa allineata però non parla del recente referendum in Austria che ha bocciato i matrimoni gay parlando solo dei referendum con esiti diversi. Non parla del Brasile, piccolo paese, che va in senso inverso agli USA. Non vorrei esprimere giudizi su un giudice repubblicano che all’ultimo momento cambia idea: le lobby sono molto forti. Non si parla che il referendum in 30 stati USA ha bocciato i matrimoni gay, e che questasentenza”libera?” ha cancellato ilvoleredel popolo piegandosialle lobby

  11. Scritto da giorgio

    A me pare che il “Mondo Gay” sia di una invadenza inaccettabile…. esistono solo loro, pretendono qualsiasi diritto, ostentano in modo carnevalesco i loro istinti, tra un pò il NON essere gay diventerà un reato….

    1. Scritto da hansbg

      sei sicuro di aver le idee chiare? invadenza? qualsiasi diritto? istinti esibiti in modo carnevalesco? forse meglio informarsi prima di scrivere

      1. Scritto da Giorgio

        Premesso che sono del tutto favorevole al matrimonio gay , devi ammettere che alcune forme di “promozione” tipo alcuni gay pride sono state piuttosto discutibili, per quanto riguarda ad esempio l’adozione credo che sfugga ai più che in ballo ci sono i diritti dei bambini , non quelli dei gay e per finire noto un eccesso volontà di interventismo educativo nelle scuole , particolarmente per le età inferiori. Credo che questi siano dei dati di fatto. Per il resto auguri.

        1. Scritto da 035

          infatti i figli di coppie etero sono tutti felici, sereni, amati e ben educati.
          e soprattutto non diventano mai gay!

          1. Scritto da Giorgio

            Che significa ? Tu, in ogni caso, sei in grado di predeterminare se saranno felici, amati o ben educati in una situazione piuttosto che nell’altra ? La risposta è NO , pertanto i diritti dei bambini, a parità di condizioni non predittibili, vengono prima di tutto . Fino a prova contraria in natura i bambini hanno un padre ed una madre , ci siamo ? Qui i diritti dei gay non c’entrano assolutamente nulla.

  12. Scritto da tex

    minchia non ho dormito stanotte !!!

  13. Scritto da il polemico

    personalmente non riuscirò mai a capire come possa una persona provare piacere fisico per un’altra persona dello stesso sesso,quale sarà la motivazione che spinge a fare questo?

    1. Scritto da Aldo

      E’ una questione in parte anche genetica e cromosomica…. Non è soltanto pura scelta deliberata di piacere fisico in un modo o nell’altro. C’è chi ama la montagna e chi il mare: chi ha ragione?

      1. Scritto da Mari&Monti

        Beh, mi sembri un po’ integralista sull’altro fronte, in questo caso se tutti amassero la montagna il mare si prosciugherebbe , o no ?

    2. Scritto da hanbsg

      la stessa motivazione che hai tu verso persone di sesso opposto…

    3. Scritto da andrea

      Personalmente non riusciro mai a capire come possa una persona scrivere certi commenti. Quale sarà la motivazione che spinge a far questo?

    4. Scritto da Vito

      Questo dilemma si può’ tranquillamente estendere alle coppie etero, in molte coppie lui o lei sono francamente impresentabili in societa’