BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Grecia a un passo dal default, ritirati 700 milioni dai bancomat

Nella sola giornata di sabato dalle banche della Grecia sono stati ritirati fondi per 700 milioni di euro, a quanto si apprende da Bruxelles.

Più informazioni su

Nella sola giornata di sabato dalle banche della Grecia sono stati ritirati fondi per 700 milioni di euro, a quanto si apprende da Bruxelles. Solitamente invece, in un normale fine settimana vengono prelevati circa 30 milioni di euro. Da sabato mattina ai bancomat delle banche greche si sono formate lunghe code dopo che il governo ha annunciato che intende sottoporre a referendum il prossimo 5 luglio, l’ultima proposta di aiuti avanzata da Ue e Fmi. Dunque, code che si allungano ai bancomat in Grecia, in certi casi già a corto di contanti a dispetto delle rassicurazioni delle autorità. E code che iniziano a formarsi alche alle stazioni di rifornimento. Perché da lunedì non si sa cosa potrebbe accadere. Formalmente la Grecia è sotto la copertura europea fino al 30 giugno. Fino a ieri stava negoziando una possibile proroga di 5 mesi agli aiuti. Ma poi il premier Alexis Tsipras ha colto tutti di sorpresa annunciando un referendum sulle proposte Ue per domenica 5 luglio. Una mossa che ha ricevuto una accoglienza gelida da parte dell’Eurogruppo. "Martedì l’aiuto finisce", ha avvertito il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble. E così un crescente numero di greci si è precipitato a ritirare contanti ai bancomat, nel timore che a breve la situazione possa precipitare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lo Detto

    È l’unico mondo che tu pensi esistere? Ma da tanto è accettato che esistono innumerevoli mondi pensati dagli innumerevoli pensanti.

  2. Scritto da Ein Audi

    Non son d’accordo. Ti ricordi “La Rassegna”, quel quattro fogli settimanale che si distribuiva nei paesi e portava l’elenco, nome e cognome, di quelli che non pagavano le cambiali? In un attimo erano bollati pubblicamente, indicati a dito e nessuno più gli faceva credito. Così deve essere per i fanfaroni con jet, yacht, net e harem all-sex. Se i boccaloni abboccheranno ancora, fatti loro!

  3. Scritto da Alberto

    Il debito greco, già impagabile, era (e sottolineo era) in mano a banche tedesche e francesi prima che la mitica e infallibile Merkel comandasse di aprire i fondi ESM ed ESFS, nei quali gli stati (quindi noi con le nostre tasse, e l’Italia lo ha fatto per 40 mld) versassero soldi per sostituirsi ai creditori di cui sopra. Risultato: ora la prenderemo noi cittadini in quel posto, grazie anche all’incompetenza (collaborazionismo?) del sig. Draghi.

  4. Scritto da no euro

    Come si fa a chiamare aiuto l’erogazione di un debito per pagare un debito. Roba da cerebrolesi.
    Se non gli davano i soldi non indebitavano un popolo. Ma si sa, il capitalismo vive sul debito dove uno paga e l’altro incassa, e il popolo va a ramengo.
    Fosse lo stato ad incassare, ma incassa la finanza privata. Qui sta il bello

  5. Scritto da La verità fa male

    La farsa è finita e dopo la Grecia si dovrà liberare anche l’Italia dalla morsa degli strozzini della trojka. Mandiamo a casa i Van Rompuy, gli Schultz, i Juncker, i Monti non eletti da nessuno, affamatori dei popoli e servitori dei grandi banchieri di affari, riprendiamoci la completa sovranità politica e monetaria e dopo un paio di anni “duri” riprenderemo a volare! Siamo l’Italia, una potenza mondiale, e chi se ne frega se “la signora Merkel” non è d’accordo

    1. Scritto da No euro

      Finalmente qualcuno che ragiona.

      1. Scritto da kuky

        “la verità fa male” e “no euro” sono la stessa persona ……

        1. Scritto da Marion

          …anche bancarottisti e strozzini sono la stessa cosa…nostra, dell’Eu……

  6. Scritto da nino cortesi

    Sento tintinnare voti a grappoli per il M5*.

    1. Scritto da Pep

      Tranquillo , aspetta un cincinino ……. che gratis non c’ è niente

  7. Scritto da Sono stato in Grecia

    Sono stato in un ristorante greco, al momento di pagare il conto ho detto che volevo rinegoziarlo e mi hanno detto che non si poteva, allora ho indetto un referendum per poter dividere la cifra pagando 5 euro a testa e pure questa idea mi è stata respinta. Sono io fuori di testa che ragionavo da greco o loro da creditori europei?

    1. Scritto da spirito di patata

      Che spirito di patata.
      I soldi finora prestati dai cosiddetti europei hanno fruttato fior di interessi ai cosiddetti europei. Ora la cuccagna è finita: quelli non hanno più neppure il capitale da restituire.
      Dove sta il problema? Se vai al casinò e ci lasci i soldi sono cavoli tuoi. Se giochi alle macchinette e ci lasci i soldi, son cavoli tuoi.
      Capito, spirito di patata?

      1. Scritto da Bingo

        Peccato che il debito greco sia quasi tutto in mano a istituzioni pubbliche europee a tassi bassissimi e tempi di restituzione enormi. Dire fregnacce è un attimo.

      2. Scritto da Lorenzo

        I “cosiddetti europei” sono la UE e la BCE , cioè i soldi sono ormai i nostri , come sono nostri i soldi che hanno salvato le banche greche dove erano depositati i soldi del popolo greco ( sì , del popolo greco, quello dei furbastri era già all’estero). Il mondo è un posto difficile e purtroppo funziona così .

      3. Scritto da facce ride

        Sarebe come dire che gli italiani che hanno comprato cct in caso di default meritano di andare alla malora ? Mi riferisco a quei cct con cui pagano ad es i medici che TI curano.

        1. Scritto da facce da sberle

          Se la promessa di rendita su acquisto di debito è sproporzionatamente eccedente le stime di solvibilità dello Stato emettitore, chi nonostante ciò compra tali quote di debito pubblico non fa investimento ma operazione di rischio, consapevole pirateria speculativa e finanzia con l’irresponsabilità propria l’irresponsabilità dei mezzani politici sul posto. Se compri casa in svendita in zona dichiarata franosa e la casa va giù, è cattivo il venditore o sventato tu?

          1. Scritto da Jeff

            Sei de coccio ! Di debito greco in mano agli speculatori non c’è n’e’ praticamente piu’ . D’accordo che sei affezionato ai tuoi stereotipi però svegliati !

          2. Scritto da Sette de cacio!

            Ah, sì, è in mano al pio soccorso dei cardellini a pois, quegli sventatelli che collezionano figurine, biglie colorate, pennini e calamai. Ed è per tutelare loro che le troike europee vogliono far la pelle alla Grecia? Mi sa ma nonna non te le ha raccontate tutte le favole!

        2. Scritto da Facce piangere

          Che parlate dice questo qui. Io il medico lo pago con le tasse che verso e, fortuna vuole, che di medici ne ho avuto poco bisogno nella vita.
          Quelli che hanno comprato cct dello stato non lo hanno fatto di certo non per pagarmi il medico, ma per speculare sugli interessi.
          Proprio come hanno fatto coloro che hanno prestato soldi alla Grecia

  8. Scritto da no euro

    e certo, l’Europa democratica scappa di fronte ad un referendum democratico. Gli usurai europei, affamatori dei popoli, la sanno gestire bene loro, la democrazia. Del parere del popolo chi se ne fotte.
    La Grecia, con l’entrata nell’euro, è andata in malora con i prestiti degli speculatori europei. Meglio se stava fuori dall’Europa: i suoi guai son cominciati proprio con l’avvento dell’euro. Ora tornare alla dracma è il minore dei guai. No euro: torniamo alla sovranità dei popoli

    1. Scritto da Sì Neuro

      Già , però gli piaceva banchettare con i soldi altrui . Il problema e’ quando non te ne danno più perché non si fidano più . Può esserci l’euro , la dracma o la pizza di fango del Gabon : l’è stess .

      1. Scritto da no euro

        Piaceva banchettare a chi gli forniva i soldi per i grassi interessi.
        Ora la botte da spillare il vino si è vuotata, e i grassi grossi investitori rimangono con le pive nel sacco. Troveranno qualche altro paese sottosviluppato da depredare, niente paura. E’ il capitalismo democratico, bellezza: quello che ha paura del giudizio dei popoli.
        Ti va bene la risposta?

        1. Scritto da Ullallà

          Quindi, ad esempio, 1 milione di dipendenti pubblici su 11 milioni di abitanti, una megagalattica evasione fiscale da far invidia persino all’italia non c’entrano nulla ? Un debito colossale costruito a tassi normali (fino all’attacco speculativo dovuto a quanto prima, cioè alla situazione di debolezza autocostruita) non c’entra niente ? I cattivoni stavano tutti all’estero ?

          1. Scritto da Dracmatica

            Hai descritto la base scientifica su cui gli eurofilibusters hanno fatto l’operazione militar-finanziaria tesa all’annientamento della Grecia! Per impossessarsi di una nazione, cosa c’è di meglio di che far dichiarare il proprietario, il popolo greco, incapace di intendere e volere, sostituirlo da infantili colonnelli servi e politici a libro paga di ricettatori e fornirli a vortice di cambiali a strozzo da puntare al gioco delle tre carte della troika? Finanzieri o mafiosi?

        2. Scritto da Si Neuro

          A dir la verità sono 5 anni che la UE da soldi alla grecia a tassi irrisori ed ha già rinegoziato il loro debito a babbo morto sempre con tassi irrisori . Se i greci non pagano, non pagano te e me , altro che la speculazione internazionale . Barabao. Ma di che cacchio di giudizio dei popoli parli ? Purtroppo i “popoli” hanno votato dei delinquenti che hanno truccato i bilanci e li hanno riempiti di debiti.

          1. Scritto da no euro

            I debiti si fanno perché c’è chi ti presta i soldi anche per delle scemenze. Figurati che prestano i soldi pure per fare le vacanze.
            E di certo non lo fanno per fare beneficenza, ma per fare speculazioni. Poi se le speculazioni non vanno a buon fine, cacchi loro. Un po come giocare al casinò, e perdere.
            In Grecia quasi tutti i tassisti hanno fior di mercedes. Soldi prestati dalla grande Germania, per la propria industria automobilistica, naturalmente.
            Sveglia addormentati europeisti!

    2. Scritto da Lory

      Si comportano come il nostro meridione…. Gli usurai europei hanno le loro colpe, ma non puoi continuare a campare senza produrre alcunché continuando a succhiare dalla vacca dell’assistenzialismo

      1. Scritto da assistenzialismo

        Qui mi pare che di assistenzialismo vivono pure gli usurai europei.

        1. Scritto da Lory

          Di quelli non ne parliamo nemmeno: a mio avviso ci sarebbe da introdurre la pena di morte per simili affamatori di popoli. Ma comunque nessuno fa bene ad indebitarsi oltre le proprie possibilità di restituzione del debito. Solo in Italia, grazie a politici filomeridionalisti incapaci e in malafede, il sud può continuare a banchettare sulla “tartassazione” sistematica del resto del Paese. Posti ed enti pubblici a pioggia per avere “a norma di legge” un emolumento: pazzesco!

          1. Scritto da Jerry

            Dopo quasi 9 anni di governo della lega che ci hanno messo in questa condizione chi sarebbero i politici filomeridionalisti ?

          2. Scritto da Lory

            Tutti quei politici che dal dopoguerra hanno legiferato all’uopo di distribuire enti e posti pubblici al sud, lauree vendute e comprate, o false invalidità regalate, sanatorie a suon di milioni di euro a comuni del sud in default. La spesa pubblica in continuo aumento e fuori controllo non è opera prettamente della lega, che è presente su un quarto del territorio nazionale

  9. Scritto da sepp

    gente capace di rovinare un paese. Noi avevamo B. I Greci si ritrovano Tsipras che è quasi peggio. Vanno ai negoziati e si comportano da ragazzetti in gita scolastica. Riforme? zero. Lotta all’evasione? zero. Tagli agli sprechi? zero. Distruggono un paese e sghignazzano. Si tengano i 300 miliardi che ci devono, ma è inutile continuare ad aiutarli.

    1. Scritto da Egidio

      Ma quante minchiate scrive?

    2. Scritto da chester

      .. 2 milioni di dipendenti pubblici su una popolazione di 11 milioni; pensioni a raffica con 280 tipi di profili speciali.Quando faranno autocritica sarà troppo tardi.

    3. Scritto da Spremua

      Continuare ad aiutarli? Continuare a spremerli, vuoi dire, prestandogli soldi per riaverli con grassi interessi che li spremono e ingrassano i grassi capitalisti europei.
      Che se ne tornino alla dracma. Meglio soli che male accompagnati.
      Torniamo pure noi alla lira.

      1. Scritto da Ernesto

        La quasi totalità del debito greco è in mani pubbliche (istituzioni e paesi europei) a tassi bassissimi e tempi molto molto lunghi. Gli avvoltoi sono passati ormai diversi anni fa e se ne sono andati.
        Il problema è che in ogni caso la restituzione sarebbe durissima, per cui chiedono la cancellazione parziale ma gli altri paesi UE e la Bce (cioè noi) non vogliono pagare per loro e soprattutto non vogliono creare un precedente. Un bel problema ma basta con gli stereotipi.

    4. Scritto da il polemico

      dopo che la grecia non potrà più essere munta,probabile che venrranno a bussare in casa italia,se ti dicono che dovrai vivere con 300 euro mensili e pagarci le tasse,sei d’accordo a farlo perchè te lo dice l’europa?

      1. Scritto da Gasp!!!

        Se ti sei indebitato oltre le tue possibilità, se hai fatto il passo più lungo della gamba, affari tuoi!

        1. Scritto da il polemico

          oppure sono fatti suoi chi te li ha prestati sapendo che non poteva riaverli indietro,che è quello che è poi successo

  10. Scritto da il polemico

    per anni la grecia ha fatto debiti senza che nessuno dicesse nulla,ora gli stessi nessuno dettano condizioni per ripianare il debito,come quando concedono prestiti,e quindi altri debiti,ma a patto che prima la grecia restituisca un pò del debito precedente.soluzioni ideate dalle stesse persone che hanno creato tutto sto dissesto finanziario,e sono le stesse persone che dicono che l’europa è unita e una sola..la germania ci rimetterà un bel pò di soldi,che poi chiederà all’italia

    1. Scritto da Ted

      Non è pensabile che “nessuno dicesse nulla” , il problema è che , come in italia, se ne sono sbattuti.

      1. Scritto da il polemico

        i governi nazionali se ne possono sbattere,ma allora a cosa serve l’europa?dove erano i ocntrollori ai tempi?la grecia è dal 2009 che grida al default,,possibile che 7 anni di euro siano stati sufficenti a fare questo debito?o cera gia da prima,ma si è taciuto per farla entrare?ormai chi doveva controllare si dice indignato adesso di come si comporta la grecia….per me fa pbeneil presidente greco a mandare la trojka a quel paese

    2. Scritto da Ti credo

      E, ti credo, su quei debiti qualcuno lucrava grassi interessi

  11. Scritto da BERGHEM

    Il denaro, inventato per far ricco qualcuno e qualcun’ altro povero. In ogni caso, questi sono i risultati dei debiti allegramente creati da una finanza internazionale spudorata e ingiusta. In un’ intervista sul programma presa diretta (puntata 1 marzo 2015) si scopre che il rapporto deficit pil al 3% e’ un numero puramente inventato senza basi scientifiche!!! Roba da matti. L’ austerità che ha condizionato la vita degli italiani non ha alcuna logica di sviluppo.

    1. Scritto da Finalmente

      Finalmente qualcuno che capisce su questo blog. Qualcuno che non si lascia totalmente infatuare dalla truffa dell’euro

      1. Scritto da OKKEY

        Beh , il fatto che il leghista qui sopra ce l’abbia con l’invenzione del denaro mi pare abbastanza in linea con il resto del loro pensiero. Pensiero che hanno messo a frutto nei loro anni e anni di governo che han portato al tracollo dell’economia . Dopo la proposta del 15% di tasse mi pare anche questa una grossa idea : tornare al baratto.

        1. Scritto da Leghista?

          Via che c’entra il leghista. Togliti l’ossessione consultando un buon psicanalista. Magari leghista.

    2. Scritto da il polemico

      l’austerità introdotta solo in certi paesi,dovrebbe consentire a tutto il sistema bancario e finanziario di recuperare i soldi andati letterlamente persi con il fallimmento della lemhann brothers e tutte le altre,si parla di miglaiai di miliardi che sono svaniti lasciando buchi enormi nelle riserve bancarie.nessun paese mondiale è in grado di saldare i prorpi debiti,e si è preteso che fosse la grecia a farlo per prima,perchè nessuno chiede alla germania di dare l’esempio e saldare il suo?

      1. Scritto da Salumèr

        Perchè quello della germania è il 78% del pil , quello della grecia il 174% . La germania di conseguenza viene ritenuta in grado di restituire i soldi che le prestano , la grecia …. meno. La grecia se tira il cassetto non ci trova dentro più neanche le monetine .
        Tu a chi presteresti i tuoi soldi ?

        1. Scritto da La soluzione

          I soldi non si prestano per fare altri soldi, ma si spendono per consumare così si mette in moto l’economia. Le fabbriche producono, i cittadini lavorano, prendono lo stipendio e lo spendono non per fare altri soldi ma per consumare. È il ciclo continua.
          I maledetti che investono soldi per fare altri soldi stanno rovinando il mondo. Meno finanza e piú impresa: questa é la soluzione del problema

        2. Scritto da il polemico

          li presterei a chi mi da la certezza che me li restituisce,non ha chi in teoria ne avrebbe la possibilità…se la germania in teoria potebbre restutirlo,in pratica lo potrà mai fare?’ha un debito di 200 miliardi supoeriore a quello dell’italia,quindi no di certo..

  12. Scritto da Mic mac

    Questi 700M riscossi dai proprietari attraverso i prelievi ai bancomat, mica sono svaporati, sono nel circolo commerciale reale. E poi qualcuno li ha messi all’interno dei bancomat, prelevandolo dai caveau bancari. Mica gli euro vanno in giro per le città per infilarsi da soli nei bancomat. Io trovo che questi prelievi siano una buona notizia per l’economia reale, quella del circolante, senza interessi e burocrazia e tempi morti, tutti costi inflativi da pagare.

    1. Scritto da Piero

      La gente li ritira per timore del blocco dei prelievi come avviene di norma in caso di default . Per altro preferisce avere in mano euro anzichè le eventuali future dracme (guarda un po !) . Le tue osservazioni mi paiono francamente un po’ deliranti .

      1. Scritto da La garde a vue

        I soldi sono dei cittadini che se li stanno ritirando. Il blocco dei prelievi? Ma che de-lira? E chi proclamerebbe questo blocco, il Governo greco, la magistratura , i banchieri, i bancari? E che farebbe la polizia, l’esercito a questi rapinatori serrati nei caveau a ingoiare euro? Sa immaginarlo? E il dopo? Non c’è mercato se non è la gente a far circolare liberamente merce e moneta. Non a caso il circolante di Zeus andò a Danae di Argo, la bella. E come lo mise a frutto!

        1. Scritto da Piero

          Il problema è che non siamo ai tempi di Zeus e nessuno è in viaggio per Danae di Argo , in Argentina ed a Cipro cosa hanno fatto in condizioni simili ? Eviti di dire sciocchezze, questa è storia recente per situazioni analoghe . Bloccano i conti e ti lasciano prelevare lo strettissimo necessario per sopravvivere fino a stabilizzazione della situazione. Varrebbe anche per Hermes e le sue dracme varrebbero molto poco ,con sua buona pace.

          1. Scritto da Facce smorte

            Chi blocca cosa? Tante fife le tue, tanto parlare di niente. In banca ci sono solo numerali, non beni! Quando i banchieri escono di casa, che li aspetta? Sono anni che fanno aria i mulini a vento della BCE e tutte le loro cambiali svolazzano lassù insieme a quelle dei subprime, ai miraggi della fata Morgan. L’Argentina è ancora là dove vedi svolazzare quella nube di coriandoli di numeri e prestiti. C’è una fine anche per l’FMI, un crack per la BCE. Non credi?

      2. Scritto da delirante

        Delirante auspicare che i soldi circolino nelle tasche dei cittadini, ovvero nella economia reale, piuttosto che rimanere nei caveau delle banche a lucrare interessi su soldi ricevuti gratis dalla BCE e prestati allo stato con interessi che gravano sulle tasche dei cittadini?
        Qui c’è qualcun altro che delira

      3. Scritto da Problema

        Dove starebbe il problema? Le dracme varrebbero di meno e quindi, a parità di euro, ne avrebbero in tasca di più

        1. Scritto da Piero

          Beata gioventù

          1. Scritto da Paolo

            senectus ipsa morbus

    2. Scritto da Lorenzo

      Giusto, alla fine se li avessimo tenuti sotto il materasso (stò banalizzando ed estremizzando) forse sarebbero stati più al sicuro…. Sono i loro circuiti di strozzinaggio legalizzato ad obbligarci ad avere il cc per le rate del mutuo o per i pagamenti online con la carta di credito. Altrimenti si potrebbe vivere benissimo senza dover pagare tutto il meccanismo di banche che campa (e bene) sulla rendicontazione e custodia del denaro altrui

      1. Scritto da Lodetto

        Conti correnti, carte di credito, mutui, pagamenti on line…. non sono altro che valori virtualizzati, senza nulla dietro. Nessuno al mondo sa l’ammontare di questo denaro variabile, virtuale, del grande monopoli, FMI e BCE in testa. Le altre banchette ci banchettano ma quello che importa sono i beni reali. Questi soldi virtuali sono il mezzo con cui i nuovi aristocratici elitaristi saccheggiano i sudditi della terra e le banche territoriali i loro gabellieri.

        1. Scritto da Ernesto

          In quello che dici , oltre a tanto qualunquismo , c’è anche della verità. Peccato che sia l’unIco mondo conosciuto e ciò che accade in quel mondo virtuale ha delle conseguenze terribilmente reali. Che si voglia o meno.

          1. Scritto da Lodico

            Mi pare che questo è l’unico mondo che tu conosca. Per fortuna la Terra è in evoluzione e cambia continuamente, geologia, geografia, biologia. E i cambi nell’ambito antropico sono vorticosi, popoli, sistemi politici, tecnologia, saperi, opinioni, economie, filosofie, ideologie, poteri. E tu pensi che sia la quisquiglia Merkel-borse-debito greco, la colla che ha fissato il mondo per sempre? Null’altro che un nulla.