BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caro endurista, grazie al WWF dal Pgt di Foppolo stralciate molte edificazioni

Il presidente del WWF di Bergamo, Mario Zamboni risponde alla lettera dell'endurista Stefano Magri pubblicata venerdì su Bergamonews.

Vorrei rispondere alla lettera del Sig. Stefano Magri, apparsa sull’edizione di venerdì di BergamoNEWS (leggila qui).

Il Sig. Magri segue evidentemente poco l’attività del WWF, forse troppo impegnato a girare le montagne con la sua moto.

Quando vuole potrà comunque prendere visione dell’archivio del WWF e vedere quale è stato l’impegno dell’Associazione sul territorio negli ultimi trent’anni.

Scoprirà così che proprio nel marzo dello scorso anno grazie alle osservazioni del WWF, unitamente a Italia Nostra, dal nuovo PGT del comune di Foppolo sono stati stralciati oltre 100.000 metri cubi di nuove costruzioni che avrebbero interessato zone ancora inedificate di enorme interesse ambientale; scoprirà anche che grazie all’intervento del WWF con un comitato locale nei giorni scorsi la Direzione Investigativa Antimafia ha sequestrato la ex cava di Strozza trasformata in discarica di rifiuti tossici.

Il Sig. Magri mi deve poi spiegare dove erano gli enduristi, che dicono di amare così tanto la montagna, mentre il WWF era impegnato a bloccare la realizzazione di 300.000 metri cubi di nuove costruzioni ai Piani dell’Avaro a Cusio, a impedire la realizzazione di nuovi impianti e un villaggio a Valcanale e lo scempio delle nuove piste a Valbondione.

E poi l’impegno del WWF per arrivare alla chiusura della cava di gesso a Dossena, della cava abusiva di alcuni milioni di metri cubi a Suisio e per far annullare, con costosi ricorsi al TAR, il Piano Cave della Provincia di Bergamo.

Non si contano poi le denunce presentate per costruzioni abusive, inquinamento dei fiumi e atti di bracconaggio.

Se il Sig. Magri è così sensibile ai problemi dell’ambiente e della salvaguardia del territorio può comunque venire al WWF quando vuole e vedrà che potrà impegnarsi concretamente per risolverli.

Il resto sono solo chiacchiere.

Ing. Mario Zamboni

presidente WWF Bergamo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da massimo Sironi

    Ing
    la sua risposta non ha niente di attinente al quesito. Leggendo la Sua sarebbe come se si giustificasse un ladro perché ruba solo mille euro quando invece avrebbe potuto rubarne diecimila……………………i se e i ma non ridanno gli spazi demoliti e spostati………………….. è la coerenza che non capisco e che a mio avviso manca:

  2. Scritto da Renzo

    In Germania, Svizzera, Piemonte, Val d’Aosta e Friuli l’endurismo selvaggio è finito da un pezzo. Capisco che essendo una delle poche riserve indiane rimaste la bergamasca sia assediata. In ogni modo io e tanti amici miei abbiamo smesso da tempo di frequentare le sue meravigliose montagne anche per questo. Sia detto senza polemica, eh. Contenti voi contenti tutti.

    1. Scritto da bergfe390

      Sempre senza polemica…non si è chiesto perché le valli bergamasche o altre valli limitrofe sono invase da svizzeri, tedeschi, piemontesi, valdostani e friulani? Potrebbe essere forse (e dico forse) la conseguenza logica al proibizionismo totale della pratica dell’enduro?

  3. Scritto da Patrizio

    Caro Ing. Zamboni, il popolo dell’enduro si felicita con lei nell’apprendere che vi occupate di cose serie e non di cagate come il passaggio delle moto. D’altra parte il fine del WWf sta scritto nello statuto, così come nello statuto dei MC e FMI non sta scritto che dobbiamo partecipare ad azioni lodevoli come le vostre. Ognuno svolga bene il proprio lavoro senza cadere in contraddizioni e senza danneggiare l’altro, vedrà che riusciremo a convivere e a lavorare sempre meglio per l’ambiente.

    1. Scritto da vincenzo

      il passaggio delle moto non sono cagate , modo villano di dirlo, ma sono cose molto spiacevoli di gente maleducata e ignorante che distrugge quello che non e loro.

      1. Scritto da Giorgio Comi

        Questi personaggi così come i cacciatori che si autoproclamano i veri amanti della natura confermano sempre il loro stile…

  4. Scritto da robi

    E perchè non avete, voi del WWF, impedito al CAI di costruire un altro rifugio (più simile ad un hotel a 4 stelle…) al Curò dove già esisteva un altro “rifugio”. La cemetificazione perenne a 2.000 metri dei vostri amici non vi riguarda? …che strano….

    1. Scritto da Massimo Silvestri

      Seconda parte del commento: V. http://www.ostelloalcuro.it/la-storia/ Se questa per Lei è cementificazione … io la chiamo intelligente valorizzazione di patrimonio storico! Saluti (… in verità molto poco cordiali!). PS: si firmi con nome e cognome, come ho fatto io!

    2. Scritto da Massimo Silvestri

      Vorrei ricordare al sig. Robi che l’Ostello al Curò (perchè così si chiama) è stata un’operazione di recupero funzionale condivisa tra Regione Lombardia (sistema ostelli), Fondazione Cariplo e CAI Bergamo del rifugio originario la cui prima versione risale all’anno 1886, più volte ingrandito e sino alla ristrutturazione utilizzato come locale invernale.

  5. Scritto da motorPartyPerenne

    Oggi pom ho deciso di far due passi nella pineta di Clusone,mentre passeggiavo mi son domandato ma il motor party qui nella Pineta della Selva é perenne…?! Nel giro di 3 ore ho contato 37 enduristi,scorrazzare in loco indisturbati e 29 dei quali,senza targa regolamentare. Motor Party sempre…

  6. Scritto da Arturo

    Sicuramente un gran lavoro nel far chiudere attività economiche essenziali alla valle ed ai suoi abitanti. Senza il gesso delle cave, non esisterebbero ne calce ne cemento per costruire la sede del wwf,del cai.delle altre associazioni demagogiche.così come il marmo con cui sono rivestiti i loro pavimenti o la ghiaia con cui si procede per il fondo delle strade.Certo il wwf vorrebbe la foresta vergine con i dinosauri, ma i loro soci girano in macchina come tutti gli altri.Ridicoli e Dannosi.

    1. Scritto da BeRGHEM

      Pensare che una cava di gesso porti sviluppo e’ semplicemente stupido. Significa tornare indietro di 100 anni. Lo sviluppo della montagna oggi si chiama AGRITURISMO e INDUSTRIA DEL BENESSERE. Stop seconde case, aiuti a chi vuole portare avanti un azienda agricola, stop ai finanziamenti per nuove piste da sci, promozione dell’ ambiente (parchi naturali, prodotti dop, terme e spa). Come fa la Svizzera o il Trentino. E non si dica ” e ma qua non siamo in Svizzera !!!”

      1. Scritto da Paolo

        Qualcuno può spiegare che chi usa Agriturismo e Industria del benessere i soldi per il conto li deve pur guadagnare da qualche parte ?
        E se sul territorio tutti dovessero vivere di ciò probabilmente l’offerta supererebbe la richiesta ??
        Mah io certe prese di posizione sui cose di 100 anni fa non le capisco .
        E’ grazie a quello che hanno fatto i vostri avi 100 anni se voi siete qua a scrivere !!

    2. Scritto da giuseppe

      Parole giustissim

  7. Scritto da A.Z. BG

    Ma per favore…

  8. Scritto da Civil

    Avranno ragione tutti e due, ma di sicuro non spetta agli enduristi occuparsi di cementificazione, si lamenti invece con i politicanti, con nomi e cognomi di chi firma ancora permessi per cementificare…

  9. Scritto da TT

    Cose che io sapevo(GRAZIE WWF!)purtroppo qualcuno fa finta di non sapere,e poi commette delle pessime figure(letterina dell’endurista…)basterebbe informarsi un pò meglio prima di accusare. 1 a 0 per il WWF!

  10. Scritto da Narno Pinotti

    Game. Set. Match.

  11. Scritto da Mario

    Diatribe da pollaio. Senza il wwf sarebbe peggio, ma nel frattempo si continua comunque a cementificare….. O che a Foppolo la crisi non è arrivata….. perché ovunque si vedono crisi dell’edilizia, capannoni vuoti, case invendute o non affittate…. Bohhhh. Solo a Foppolo c’è richiesta di nuove costruzioni?

    1. Scritto da giggi

      c’è qualcuno che ha fatto un investimento, se non riuscirà a vendere (causa crisi perdurante) fallirà. però a far niente non succede niente, la montagna resterà intatta ma deserta. può piacere o meno.

      1. Scritto da BERGHEM

        Sig, giggi, quale e’ la sua idea di sviluppo ?