BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Belotti contro la Cgil: “Ostruzionismo fiscale sul 2 per mille alla Lega”

Continua la polemica tra Cgil e Lega Nord. Daniele Belotti, segretario provinciale della Lega Nord, denuncia caso di ostruzionismo “fiscale” in merito al 2 per mille destinato ai partiti politici.

Più informazioni su

Continua la polemica tra Cgil e Lega Nord. Settimana scorsa il caso è scoppiato a causa del rifiuto di Luigi Bresciani, numero uno bergamasco del sindacato, di partecipare a un dibattito organizzato dalla Fiom in cui era presente un esponente del Carroccio. Stavolta è un altro numero uno a lanciare il sasso. Daniele Belotti, segretario provinciale della Lega Nord, denuncia caso di ostruzionismo “fiscale” in merito al 2 per mille destinato ai partiti politici.

“Ci arrivano segnalazioni che a coloro che si presentano ai Caf Cgil nella bergamasca per il 730 con la dichiarazione di contributi del 2 per mille a favore della Lega Nord vengono fatte mille storie – spiega Belotti con un post su Facebook -. Dopo le rabbiose contestazioni della segr prov.le Cgil per la presenza di un deputato leghista a un dibattito della Fiom, ora arrivano questi presunti boicottaggi ai contribuenti leghisti.  Non ci vogliono? Meglio. Cari simpatizzanti ed elettori leghisti, fate una cosa: il vs 730 portatelo a un altro sindacato, visto che tanto il servizio offerto dalla Cgil non è gratis (min 85 €)".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    ahhh proprio vero i soldi non fan schifo a nessuno… destra sinistra centro…e chi ne ha piu’ ne metta….

  2. Scritto da formager

    Quando non si hanno argomenti ci si arrampica sui vetri……….

  3. Scritto da ureidacan

    Belotti ha molto tempo per pensare come buttarla in caciara. Al Caf della Cgil ci saranno 50 impiegati a tempo determinato che ricevono i 730, tutti ragazzine di 20 anni, che neppure sanno cosa sono i partiti politici.E’ impensabile che qualcuna di loro avesse avuto il coraggio di rifiutare l’indicazione del 2 per mille ad un numero di parecchie cifre, che corrisponde al partito della lega? suvvia!

    1. Scritto da Daniele

      Non è vero che i ventenni non sanno nemmeno cosa sono i partiti politici. Diciamo che “non sanno quello che fanno i partiti politici”. I ventenni sono i più malleabili, i più condizionabili, e purtroppo hanno diritto di voto già a 18 anni. I politici locali lo sanno benissimo, “comprandoli” con un ruolo in Oratorio, mettendoli alla cassa della festa del paese, dandogli incarichi al CRE estivo, etc. Sono questa massa di post-adolescenti che determinano in buona parte l’elezione dei sindaci

      1. Scritto da Alberto

        Ah, ecco: la Chiesa li compra per definizione, la CGIL assolutamente no (sempre per definizione)…

      2. Scritto da a

        Un ventenne che sta alla CGIL a complilare i 730 e si stupisce e magari cade dalla sedia di fronte al leghista landiniano è semplicente una persona normale…

  4. Scritto da Aldo

    Belotti avrà anche ragione, ma se ha la coscienza a posto (come politico e come amministratore) non dovrebbe temere boicottaggi: le persone (che non sono stupide) sapranno destinare il denaro a chi merita, al di là dei “consigli” della CGIL.

  5. Scritto da senzapudore

    con tutti i soldi che la lega si e’ “magnata” in 20 anni a roma (circa un miliardo di euro secondo il fatto quotidiano) ovvero duemilamiliardi delle vecchie lire Belotte fa il piagnone contro i comunisti per il 2×1000?!?!? Forse se invece di ingrassare loro e le loro famiglie, investire in tanzania, diamanti e lauree false avessero messo su uno straccio di CAF a servizio dei cittadini forse non dovrebbero dipendere dai comunisti… invece si sono “magnati” tutto e dipendenti lega x la strada

    1. Scritto da Giuseppe2

      Ma ti sei bevuto il cervello, lo sai quanti sono 2000mld delle vecchie lire in euro.

      1. Scritto da roberta

        Sì. Sono la cifra che la Lega si è magnata in 20 anni.

  6. Scritto da il polemico

    se fosse vero,sarebbero da allontanare i responsabili del caf che hanno fatto queste discriminazioni,indipendentemente a che partito si davano i soldi

    1. Scritto da giggi

      oppure rivolgersi al caf della lega… ops la lega ha licenziato tutti i dipendenti, ha chiuso il giornale magnasoldi, non ha uno straccio di sindacato: si ricorda il sinpa?

      1. Scritto da Alberto

        E’ mai esistito in passato un CAF della Lega? Io fino ad ora ho visto solo quelli di sindacati ed ACLI.

        1. Scritto da giggi

          i sindacati… il sinpa era il sindacato leghista. o meglio, una caricatura, come tante iniziative leghiste (il touring club padano, i negozi made in padania, il giro della padania, miss padania… devo continuare?)