BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Dolci, profumati e a buon mercato: è il tempo dei meloni

Per la propria spesa al mercato o dal fruttivendolo, questa settimana i meloni sono disponibili a un rapporto qualità/prezzo conveniente e difficilmente replicabile: e le nostre AmicheSciroppate ci propongono una ricetta insolita ma stuzzicante.

È il tempo dei meloni. Sono loro i prodotti della settimana al mercato ortofrutticolo, dove si possono trovare con il loro sapore inconfondibile e a condizioni convenienti.

Frutti estivi per eccellenza, in questi giorni hanno raggiunto un rapporto qualità/prezzo difficilmente replicabile durante la stagione, in modo particolare gli esemplari di origine mantovana. La merce attualmente offerta rappresenta il meglio del potenziale nazionale: freschezza, pezzatura e grado zuccherino sono al massimo, e il rilevante aumento di disponibilità del prodotto permette condizioni commerciali decisamente favorevoli per il consumatore, ma tralasciando l’aspetto puramente economico, va considerata l’ottima qualità riscontrata. Nella scelta, sicuramente, possono essere sempre utili i consigli del proprio fruttivendolo o ambulante di fiducia.

Dolci e profumati, svolgono una preziosa funzione dissetante, rinfrescante e idratante, grazie al loro elevato contenuto di acqua. Ricchi di vitamine A e C, sono un ottimo ricostituente per chi è carente di questi elementi. In modo particolare, la vitamina A, nella forma di betacarotene, previene la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. Non manca la vitamina B, con funzione tonificante, migliorativa della capacità visiva e rinforzante per ossa e denti. Infine, i meloni sono utili anche per le loro proprietà diuretiche, lassative e depurative per l’organismo.

In cucina, si possono servire in svariati modi: tagliati a fette e abbinati a prosciutto crudo, oppure come valore aggiunto da inserire in squisiti primi, come risotti, pastasciutta o creme, ma anche secondi piatti, di carne o di pesce, per accompagnare ad esempio arrosti e involtini; e ancora, macedonia oppure dessert, sbizzarrendosi con torte, semifreddi e mousse.

Oltre all’utilizzo in cucina, sono ottimi alleati di bellezza. In ambito cosmetico, infatti, vengono impiegati per preparare maschere che tonificano la pelle, rendendola morbida e vellutata.

Più in generale, l’andamento del mercato ortofrutticolo in settimana ha portato “Italia fruit”, testata specializzata del settore a descrivere l’attuale situazione con un articolo intitolato: “Il martedì nero dei mercati ortofrutticoli: domanda e prezzi della frutta estiva ko”. Sulla piazza di Bergamo la dinamica differisce poco rispetto a quanto rilevato sul resto del territorio nazionale, un quadro complessivo piuttosto negativo evidenzia una richiesta di scarso rilievo nei confronti di buona parte della frutta estiva attualmente disponibile.

Più specificatamente, per le pesche c’è stata una considerevole diminuzione del valore di mercato causata da una richiesta di prodotto che non riesce a stare al passo con l’aumento dell’offerta, con provenienza quasi esclusivamente nazionale, sapore aspetto e tenuta dei frutti sono ottimi. Per le nettarine, una domanda più soddisfacente e una minor disponibilità di prodotto rispetto alle pesche sono condizioni che determinano un calo del prezzo meno significativo. Anche per le nettarine le referenze geografiche rimangono pressoché circoscritte al territorio nazionale, buono l’aspetto il colore e soprattutto il sapore.

In evidente miglioramento per qualità e quantità l’offerta sul Mercato Ortofrutticolo all’ingrosso di Bergamo delle albicocche, con giusto grado di maturazione, e prezzi particolarmente vantaggiosi. Per le ciliegie, invece si rilevano ancora quotazioni particolarmente vantaggiose e una buona qualità nella massa.

Indubbiamente condizionata dall’andamento climatico non proprio estivo si registra una richiesta di mercato non soddisfacente per le angurie, tipicamente consumate nei giorni caldi. Merce greca e nazionale, con i primi arrivi della specialità mantovana, con buona pezzatura, consistenza della polpa e un buon grado zuccherino. Aumentano, poi, varietà e disponibilità di susine, mentre fa la sua comparsa in mercato l’uva da tavola siciliana: per quest’ultima, come per tutte le primizie l’aspetto e la qualità non sono eccezionali, ma lasciamo tempo al tempo potremo gustare uva sempre più colorita e dolce.

Infine, per il reparto verdure dalla A sino alla Z delle zucchine, passando per fagiolini, lattughe, melanzane e pomodori si parla di prodotti quasi esclusivamente nazionali, freschissimi e dall’ottimo rapporto qualità prezzo.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA a cura delle nostre AmicheSciroppate

FARFALLE CON MELONE E FETA

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

360 g. di pasta formato farfalle

Mezzo melone

Un cucchiaino di pepe verde

Un cucchiaino di pepe rosa

80 g di formaggio feta

Un limone non trattato

Un mazzetto di menta fresca

Olio extra vergine di oliva

Sale q.b.

Messo da parte lo scetticismo….. INIZIAMO!

Mescolate in una ciotola il pepe verde e il pepe rosa sbriciolati grossolanamente, un pizzico di sale, la scorza grattugiata di mezzo limone e cinque cucchiai di olio.

Tagliate la polpa del melone a pezzettini grossi circa 1 cm, conditeli con la salsina ai due pepi preparata in precedenza, ora sei o sette foglioline di menta spezzettate con le mani per profumare il tutto.

Lasciate riposare per circa 30 minuti in frigorifero.

Sbriciolate il formaggio feta.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela mi raccomando al dente, raffreddatela sotto l’acqua corrente in modo anche da fermarne la cottura.

Ora non resta che condire la pasta: unite il melone con la sua salsa, il formaggio feta sbriciolato alle farfalle.

Mescolate abbondantemente fino a quando il formaggio sarà un tutt’uno con la pasta.

Con questo piatto fresco e colorato vi auguriamo buon appetito.

Amiche Sciroppate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco

    metta cortesemente l’indirizzo del fruttivendolo di fiducia;
    meloni sopra l’euro al kg, albicocche dai 2,5 in su e le ciliege sotto i 3 euro sono da buttare
    non proprio “a buon mercato”