BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Favini, addio Atalanta Lo storico talent scout tornerà al Como

Il Mego di Meda ha deciso dopo settimane di riflessioni: saluta Bergamo dopo 24 anni e tantissimi talenti lanciati nel grande calcio.

Più informazioni su

Mino Favini dice addio all’Atalanta. Dalla prossima stagione sarà nei quadri dirigenziali del Como, club nel quale è già stato sia calciatore, negli anni ’50, che responsabile del settore giovanile, prima di arrivare proprio a Bergamo nel 1991.

Ventiquattro anno che hanno segnato indelebilmente la storia recente dei nerazzurri che con il Mago di Meda si sono costruiti delle vere e proprie fortune che hanno fatto diventare quella bergamasca una delle società più importanti d’Europa per la crescita dei talenti.

Non è proprio un caso se negli ultimi due decenni, dall’inizio del anni ’90, il settore giovanile atalantino ha sfornato così tanti giocatori di livello. Gli ultimi sono Sportiello, Zappacosta e Baselli, ma dietro ci sono un numero impressionante di nomi: Consigli, Bonaventura, Zauri, i gemelli Zenoni, Montolivo, Morfeo, Lazzari, in parte anche Pazzini (che però prima è cresciuto in Toscana), Pelizzoli. E tanti altri.

Favini lascia Bergamo e non è un fulmine a ciel sereno. Tutt’altro. L’aria di addio si respirava ormai da qualche mese, forse da un anno addirittura, da quando Antonio Percassi ha deciso di puntare forte su Maurizio Costanzi togliendo proprio al Mago di Meda quel potere che per vent’anni era stata la marcia in più di un club medio-piccolo qual è quello orobico che si è costruito le sue fortune grazie ai gioielli sfornati da Zingonia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da max

    Mago de che!!! i nomi sopracitati li avrebbe segnalati anche un cieco non ci voleva mago di Arcella per portarli a Bergamo,e i bidoni che ha fatto prendere che ha fatto comprare quelli passano in carrozza,la si smetta di creare falsi miti.

  2. Scritto da tino

    In bocca al lupo Favini. Perché alla grande enfasi con cui si parla da sempre del settore giovanile non corrispondono risultati in campionato che non vadano oltre la salvezza ? L’ ultima partita in Europa e’ datata 1991 ( non me ne voglia Favini se e’ l’anno del suo arrivo qui )

    1. Scritto da mas

      credo che l’obiettivo della società sia quello di guadagnare, non quello di farci divertire…