BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nasce a Bergamo il gruppo di Civati: “Possibile” Incontro il 1° luglio

Dopo la prima assemblea nazionale, quella di Roma, domenica scorsa, nasce anche a Bergamo il gruppo "Possibile" lanciato da Pippo Civati dopo l'uscita dal Partito democratico sulla scia dello spagnolo "Podemos".

Più informazioni su

Dopo la prima assemblea nazionale, quella di Roma, domenica scorsa, nasce anche a Bergamo il gruppo "Possibile" lanciato da Pippo Civati dopo l’uscita dal Partito democratico sulla scia dello spagnolo "Podemos". La prima uscita ufficiale in città è in programma il 1° luglio al Centro La Porta: il referente è Giovanni Gambaro, civatiano della prima ora.

Come spiega Alessandra Bianchi che ha partecipato all’assemblea nella capitale, "il nucleo fondamentale di Possibile sono i comitati locali, in rete fra loro e in contatto con altre realtà associative del territorio, che fanno capo a un coordinamento nazionale che raccolga le istanze, le esperienze e le proposte ripèroponendole a livello parlamentare, italiano e anche europeo".

Possibile intende lavorare nei prossimi mesi, con gli strumenti della democrazia partecipativa: il lavoro, la scuola, le questioni ambientali strettamente legate a quelle dell’economia sostenibile, il reddito minimo, la legge elettorale, la questione maschile, il fine vita, la liberalizzazione della cannabis e il matrimonio egualitario.  

Negli intenti Possibile vuole essere "la casa comune di chi ha a cuore i valori fondamentali della sinistra, in particolare quello dell’uguaglianza, rappresentato dal segno (=) che è il cuore del simbolo".  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luigi

    chissà perchè il m5s, dopo le ultime amministrative,stia più vicino alla Lega che alla sinistra, e già si vedono i primi ammiccamenti,vedi Albino..

  2. Scritto da Lucio(richiesto)

    Sig Cortesi si metta il cuorein pace e la finiscadi inneggiare un partito che sta perdendo i pezzi da tutte le parti . Inumeri sono questi altro che cantare vittoria. Ultime votazioni. 0 regioni su 7 . 6 comuni su 512 . 1.953.000 voti persi. Continuate pure a seguireil gatto e la volpe e continuate a credere alle loro menzogne tipo uscita dall’euro

    1. Scritto da gigi

      Così a occhio sembra che anche il buon Fonzie fiorentino di voti ne stia perdendo tantissimi. E in quanto a menzogne i 5 stelle sono dei dilettanti al suo confronto (dal “stai sereno Enrico” a “l’art. 18 non è un problema” ne ha inanellate a bizzeffe..) Certo che tra il gatto e la volpe e il grillo parlante c’è poco da scegliere…Forse un movimento nuovo, se è serio, non guasterebbe perchè il PD ormai di sinistra non ha più niente….

  3. Scritto da calma e gesso

    premesso che non aderirò alla versione italiana (e sciommiottata) di PODEMOS, vorrei far presente al sig. cortesi che questa frase “la casa comune di chi ha a cuore i valori fondamentali della sinistra, in particolare quello dell’uguaglianza” non è compatibile con il M5*… soprattutto in considerazione delle vostre posizioni sull’immigrazione (ma anche sulle unioni civili e molte altre)… così ad occhio siete più vicini alla lega, ma almeno più onesti.

  4. Scritto da im-possibile

    Se Civati, che ho sempre apprezzato, finisce per “raccogliere” fuorisciti dal PD come Fassina ed “avanzi” della vecchia sinistra come Cofferati sarà un’operazione “fotocopia” di quella fatta dal NCD con il PDL ed e’ destinato a fallire. Dovrebbe invece fondare un movimento aperto a tutte le organizzazioni sociali che non si riconoscono ne’ nel governo attuale ne’ nella falsa sinistra. Podemos e’ nato dal basso mentre qui mi sembra vogliano fare il contrario con la casta a dirigere le operazioni

  5. Scritto da nino cortesi

    C’è già il M5*.
    A casa tutti gli altri piccoli e grandi.
    Farne un’altro piccolo è fare tappeti rossi all’illegittimità.
    La politica la fanno solo gli elettori e non i traffichini abusivi che storpiano il legittimo a loro piacimento.

    1. Scritto da 035

      e da quando il M5* è di “sinistra”?

      1. Scritto da usiamo il cervello

        Perché, il PD è di sinistra? Come io sono Napoleone…

        1. Scritto da cervelloinlavoro

          Magari il PD di Renzi non è più di sinistra come lo era qualche anno fa.Magari i maiali non volano con mezzi propri,possono volare in aereo essere buttati giù con o senza paracadute.Magari,se avevo le ruote facevo il tram.Di sicuro,però,il M5° non è un movimento di sinistra che fa gli interessi di chi si è fatto il mazzo tutta la vita.Come nessun altro movimento in mano a miliardari(diventati tali coi soldi pubblici)che buttano fuori chi dissente e si alleano coi fascisti inglesi