BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Detenzione illegale di armi da guerra, operazione dei carabinieri

I carabinieri hanno arrestato otto persone con l'accusa di detenzione illegale d'armi. L'Arma di Bergamo ha colleborato all'operazione effettuata insieme ai colleghi di Chiari e San Giovanni in Persiceto.

Più informazioni su

I Carabinieri della Compagnia di Legnano, in collaborazione con quelli di Bergamo, Chiari (BS) e San Giovanni in Persiceto (BO), hanno concluso una complessa operazione che ha portato all’arresto di 8 persone, per il reato di detenzione illegale d’armi da guerra e di munizioni, e consentito di operare uno dei maggiori sequestri degli ultimi anni.

Tra le armi sottoposte a sequestro: 6 mitragliatrici (Browning, MG, M60, Breda, Sokolov), 24 pistole mitragliatrici (UZI, Beretta M12, H&K MP5, Steyer, Sten), 74 fucili semiautomatici ed automatici (Kalashnikov AK47, Colt M16, FAL, Thompson), 76 pistole e revolver (Beretta, Colt, S&W, Tokarev), 126 baionette e pugnali, 23 sciabole; nonché oltre 100.000 munizioni di vario calibro.

Le indagini, coordinate dalle Procure di Busto Arsizio, Bergamo e Brescia, sono state avviate a seguito dell’arresto di due insospettabili fratelli di Castano Primo (VA) che nascondevano due “AK-47”, una mitraglietta “Skorpion” ed un mitragliatore “MAB”, ed hanno consentito di accertare le responsabilità di un gruppo di collezionisti che detenevano illegalmente armi da taglio e da fuoco, in dotazione a forze armate e di polizia straniere.

Le armi in sequestro, alcune di notevole interesse storico e rilevante valore economico (superiore ai due milioni di euro), sono tuttora al vaglio degli investigatori, per verificare se risultino legate ad episodi criminali passati, non ancora chiariti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.