BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ance e Bergamo scommettono sul “Rinascimento urbano” Si parte in quattro quartieri

Ristrutturazione edile, efficienza energetica e funzionale, mobilità elettrica e uso delle nuove tecnologie, con lo sguardo rivolto all'Europa: sono i pilastri su cui si fonda il progetto chiamato “Rinascimento urbano”, lanciato da Ance Bergamo

Più informazioni su

Ristrutturazione edile, efficienza energetica e funzionale, mobilità elettrica e uso delle nuove tecnologie, con lo sguardo rivolto all’Europa: sono i pilastri su cui si fonda il progetto chiamato “Rinascimento urbano”, lanciato da Ance Bergamo e Palafrizzoni in collaborazione con Ubi Banca popolare di Bergamo, università e Aler. I quartieri scelti sono Colognola, Malpensata Carnovali e Campagnola: in queste aree verrà disegnato un piano che preveda iniziative di riqualificazione del patrimonio edilizio attraverso un approccio partecipativo di cittadini ed aziende locali.

IN CONCRETO – In sostanza i cittadini o interi condomini potranno accedere a prestiti garantiti da Ubi per riqualificare le proprie case. Grazie al risparmio energetico si abbatte in modo importante la rata e aumenta il valore dell’abitazione.

I FONDI – Il progetto sarà finanziato grazie a un plafond bancario di 15 milioni di euro messo a disposizione da Ubi Banca. A questo fondo potrebbero aggiungersi risorse economiche provenienti da Bruxelles. L’ufficio Europa costituito qualche mese fa dall’amministrazione ha già presentato domanda per ottenere i fondi europei nell’ambito del bando Horizon 2020 (da 10 milioni di Bergamo, di 3,4 per efficientamento energetico), coinvolgendo 33 partner provenienti da sei paesi diversi con le città di Bergamo e Sabadell come leader e Pireo (Grecia), Lublin (Polonia), Tournal (Belgio) come follower e con il supporto dell’università tecnica di Berlino.

“E’ un progetto che mette insieme riqualificazione energetica, edilizia privata e pubblica, mobilità sostenibile nei quartieri Malpensata, Carnovali, Colognola e Campagnola – spiega il sindaco Giorgio Gori -. Li abbiamo scelti perché sono un’area omogenea dello sviluppo edilizio e perché è un’area che contiene il carico prevalente da parte dell’infrastruttura aeroportuale. L’intervento, tra le altre cose, potrebbe portare un’attenuazione dei disagi”.

Ottorino Bettineschi, presidente Ance Bergamo, è soddisfatto del lavoro fatto finora e guarda già al futuro: “Voglio ringraziare tutti i partner di questo progetto. Questi anni di crisi sono stati un momento di grande trasformazione. E il settore dell’edilizia ne esce completamente riconfigurato. Bergamo è stato un punto di riferimento nazionale e vogliamo continuare ad esserlo, con modelli nuovi. Da qui parte il “Rinascimento urbano”. I temi fondamentali sono quattro: riqualificazione urbana della città e della provincia, messa in sicurezza del territorio, miglioramento delle infrastrutture, turismo non come seconde case, ma a 360°. So che è ambizioso, ma è questa la strada da intraprendere. L’edilizia deve essere al servizio dell’ambiente, grande motore per il futuro anche per il settore edile. Dobbiamo esportare questo modello nuovo non solo oltre il confine provinciale, ma anche nazionale. Se riusciamo a lavorare tutti insieme diamo un valore aggiunto alla nostra provincia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marchino

    Finalmente qualcosa che sembra concreto! Speriamo non ci si debba fermare al “sembra”…