BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Musicista di strada irregolare tenta fuga dagli agenti in monopattino

L'uomo, un cittadino di 42 anni originario del Camerun con permesso di soggiorno in Italia, domiciliato a Bergamo ma senza fissa dimora e con vari precedenti, ha iniziato a correre per le vie del paese prima a piedi e poi servendosi del monopattino che portava con sé

Più informazioni su

Scovato dagli agenti della polizia locale, ha tentato la fuga in monopattino. E’ stata una domenica sera movimentata sul lungolago di Lazise (in provincia di Verona).

Un paio di agenti della polizia municipale, durante un controllo mirato a verificare la regolarità degli artisti di strada, hanno chiesto a un musicista ambulante i documenti e le generalità.

L’uomo ha subito perso le staffe, non solo rifiutandosi di mostrare i documenti richiesti, ma insultando e minacciando i vigili.

Dal battibecco alla fuga: l’uomo, un cittadino di 42 anni originario del Camerun con permesso di soggiorno in Italia, domiciliato a Bergamo ma senza fissa dimora e con vari precedenti, ha iniziato a correre per le vie del paese prima a piedi e poi servendosi del monopattino che portava con sé, riuscendo a raggiungere l’auto e ad allontanarsi.

E’ stato però bloccato dopo pochi metri grazie all’intervento congiunto di polizia municipale e carabinieri di Bardolino, ai quali era stato chiesto supporto.

L’uomo è stato denunciato a piede libero con l’accusa di oltraggio alle forze dell’ordine e rifiuto di dichiarare le proprie generalità, e per lui è stato chiesto il foglio di via alla Questura.

Dal controllo dei documenti di circolazione è anche emerso che la targa anteriore della Peugeot 206 guidata dal 42enne era alterata: pur corrispondendo all’auto, è risultata essere stata riprodotta artigianalmente. Alla denuncia si aggiungono così tre sanzioni: una di 516 euro per la mancata autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico, una di duemila euro per l’alterazione della targa (oltre a tre mesi di fermo del veicolo) e un’ultima per aver parcheggiato negli stalli blu di via Roma senza pagare la sosta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    “…e con vari precedenti”. Che ci fa ancora in Italia e soprattutto col permesso di soggiorno? Ecco qui la ridicolaggine italiota.

  2. Scritto da Max74

    pure ai musicisti stressano la vita….

  3. Scritto da Ermes

    Purtroppo, essendoci una scarsa delinquenza e non avendo nulla da fare, bisogna accontentarsi di queste inezie per sopravvivere!

  4. Scritto da Gaetano Bresci

    questo è stalking