BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zorzino, arrivate le ruspe Diffida di Legambiente a difesa del Castello

"Nonostante il ricorso al Presidente della Repubblica contro la nuova palazzina di 400 metri quadrati, alta 7 metri - dichiara Dario Balotta, presidente del circolo di Legambiente del lago d'Iseo - che devasterebbe il paesaggio davanti, al Castello Zorzino sono entrate le ruspe nel prato adiacente il Castello per dare avvio ai lavori.

Entrano le ruspe nel prato davanti al castello Zorzino, la splendida borgata di Riva di Solto. E Legambiente incarica gli avvocati per diffidare il Comune e la Sovrintendenza.

"Nonostante il ricorso al Presidente della Repubblica contro la nuova palazzina di 400 metri quadrati, alta 7 metri – dichiara Dario Balotta, presidente del circolo di Legambiente del lago d’Iseo – che devasterebbe il paesaggio davanti, al Castello Zorzino sono entrate le ruspe nel prato adiacente il Castello per dare avvio ai lavori. Lunedì i nostri avvocati presenteranno una diffida al Comune e alla Soprintendenza presidente del circolo di legambiente del lago d’Iseo. Non solo, ma la settimana prossima organizzeremo un sit-in della Goletta dei laghi che sarà sul Sebino per l’annuale monitoraggio sullo stato delle acque".

Un paio di settimane orsono Legambiente aveva lanciato l’allarme: "La costa del lago d’Iseo e il Castello di Zorzino di Riva di Solto sono minacciati dalla costruzione che dovrebbe sorgere nel prato adiacente, la quale comprometterebbe irrimediabilmente la bellezza e deturperebbe ulteriormente il paesaggio del lago".

Legambiente aveva presentato ricorso al presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Abbiamo prima cercato, attraverso un sereno confronto, di scoraggiare l’amministrazione comunale di Riva di Solto dal concedere il permesso a costruire questo progetto – aveva spiegato Balotta –. L’alta torre, in mezzo a tutto il nuovo costruito che già grava al suo intorno, perderebbe definitivamente la sua identità e non sarebbe più percepita come elemento generatore del nucleo storico di Zorzino. Concedendo l’edificabilità su quest’area, il Comune non ha tenuto conto della presenza di segni, la cui rilevanza storica è stata recentemente messa in luce nelle pagine dal noto studioso Francesco Macario. Un edificio di questo genere necessita di uno spazio libero, di un’area di rispetto intorno per preservarne l’identità”.

Ma, nonostante il ricorso e l’appello, le ruspe sono arrivate. E Legambiente non desiste dal protestare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alfredo Fiora

    Basta consumare territorio per favorire i soliti danarosi che vogliono la poltrona in prima fila col favore di amministrazioni compiacenti e incuranti dell’integrità e della storia del luogo in cui vivono.

  2. Scritto da Alessandro

    Solo in Italia si riesce a cementificare tutto, ricordo che il nostro bel paese è la nazione più cementificata d’Europa e la Lombardia è la regione con il più alto consumo di suolo d’Italia. Abbiamo un paese bellissimo ma gli italiani e le sue istituzioni a tutti i livelli non hanno rispetto di nulla. Boh

  3. Scritto da sunny

    Come mai non se ne occupa Legambiente Alto Sebino? Forse si esagera un po’ con tutto questo allarmismo per un edificio alto 7 metri

  4. Scritto da susanna

    Non è compito delle amministrazioni tutelare l’Ambiente in quanto valore fondamentale della collettività, preservarlo per le generazioni future e promuovere iniziative per una sua diffusa tutela?

  5. Scritto da Ross

    se voi solo sapeste di cosa state leggendo / scrivendo, non parlereste certo di buon senso!

    1. Scritto da giovanna

      Va bene ce lo spieghi lei che buon senso c’è nelle ruspe?

  6. Scritto da Luisa

    Spero che prevalga il buonsenso nel preservare le cose belle che abbiamo!

    1. Scritto da pablo

      non so se ha letto, ma le ruspe sono già arrivate.. dunque le autorizzazioni sono state concesse ed il buonsenso non ha prevalso.