BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Matteo Salvini a Pontida vara la “normalizzazione” della Lega che punta in alto fotogallery

Non è ancora chiaro se in un paese normale un partito debba utilizzare una ruspa per colpire i suoi avversari (anche solo nell'immaginario), ma la Lega Nord ha deciso di provarci. E fa sul serio.

“In un paese normale…”. Il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini ha dedicato una lunga parte del suo discorso ad elencare quelli che, secondo lui, sarebbero provvedimenti da Paese normale: un anno di servizio civile obbligatorio, assistenza ai disabili, cura di boschi e fiumi, abolizione della Siae e soprattutto immigrazione controllata.

Non è ancora chiaro se in un Paese normale un partito debba utilizzare una ruspa per colpire i suoi avversari (anche solo nell’immaginario), ma la Lega Nord ha deciso di provarci. E fa sul serio. La ruspa è partita come simbolo dello smantellamento dei campi rom e ora è diventata quello dello smantellamento del governo Renzi. Che per ora non teme il Carroccio, ma con la flessione di Forza Italia e la fluidità dell’elettorato a 5 Stelle dovrebbe iniziare a guardarsi alle spalle.

Salvini ha saputo cogliere l’attimo. All’opposizione, cavalca il tema profughi come mai era stato fatto dalla Lega (vuoi anche perché durante la prima ondata migratoria il ministro dell’Interno era Roberto Maroni) e capitalizza le ospitate televisive a suon di consenso. Ha saputo cambiare radicalmente la concezione politica della Lega Nord spingendosi dove nessuno mai aveva osato: al Sud.

Sì, in passato non sono mancati casi goliardici. Mai però era stata varata un’operazione sistematica per ottenere voti sotto il Po. Pontida 2015 è stato anche questo: molti esponenti di “Noi con Salvini” sono saliti sul palco e hanno parlato con accenti che fino a qualche anno fa facevano venire l’orticaria ai militanti.

Ora i fedelissimi sembrano essere disposti a tutto, guidati dal loro capitano, per battere Renzi e andare al governo. In un paese normale Però, per vincere servono i voti di ogni territorio. E quindi “normalizzarsi” è indispensabile.

E la secessione? “In un Paese normale…”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Bloccati sono tutti gli altri vasi comunicanti, nulla cambia di là variando l’ordine degli addendi.
    Quello che conta è che la gente comincia a muoversi verso il M5* ed a vergognarsi di questi abusivi profittatori.
    Anche Bersani ride di quelli che dicono che il M5* doveva allearsi con lui.

  2. Scritto da Luca

    Normalizzazione quando mezz’ora prima di Salvini il preciso Calderoli ricordava a tutti che l’articolo 1 dello statuto della Lega Nord è ottenere l’indipendenza della padania. Non ce l’ha fatta la Scozia che esiste per davvero, può farcela la Padania?

    1. Scritto da Wow

      Con l’aiuto dell’alleata destra (nazionalista) chissà …. hai presente la fissione nucleare ? Poi questa barzellata è sperimentata e funziona , han governato per anni con AN parlando di secessione ai propri poveri cristi e andando a braccetto coi primi difensori dell’italia unita . Per l’elettorato leghista funziona benissimo (!!??) e le cadreghe sono salve . Surreale.

  3. Scritto da noncapisco

    sara’ l’eta’ ma non capisco di cosa abbia parlato ieri salvini. La nazione padana non si fa più?!? E quando giochera’ la nazionale adesso potremo tirare fuori il tricolore anche i padania (previo lavaggio visto l’utilizzo che ne han fatto fino a ieri…). E quei ter….ni lazzaroni anche loro avranno la loro pontida?!? Ma perche’? Forse perche’ inizieranno finalmente a lavorare o perche’ chi ci comanda e’ piu’ lazzarone di loro?

  4. Scritto da X

    “VINCERE!” Gia sentito da qualche parte sto motto,non ricordo più dove,ma mi sa che lo usava uno con pochi capelli.

  5. Scritto da paesenormale

    in un paese normale un politico dovrebbe: conoscere il mondo del lavoro, avere una buona educazione scolastica, rispettare la costituzione ed esser sincero con i propri elettori. Mentre Salvini non ha mai lavorato ed assenteista record a bruxelles, e’ iscritto da tempo immemore all’universita’ con rendimento scarso, fino a ieri si puliva il Q con il tricolore e si e’ rimangiato le promesse fatte ai suoi elettori (mai piu’ con berlusconi!). Ringrazi salvini che non siamo un paese normale

    1. Scritto da Andrea

      perchè, secondo voi i professoroni Laureati di ogni colore politico che stanno nei palazzi del potere hanno operato bene sino ad ora? tutti laureati ma l’Italia va sempre peggio….. I LADRONI LAUREATI NON SERVONO A NESSUNO!!! SERVONO BRAVE PERSONE

      1. Scritto da Pino

        Di certo c’è che voi al governo avete portato l’italia sull’orlo del fallimento . Vedi tu.

      2. Scritto da bravichi?

        Mon serve la laurea per aumentare l’intelligenza, ma per decidere il futuro dei cittadini si deve almeno avere un minimo di base educativa non crede? E sono d’accordo che ci vogliono “brave persone” e proprio per questo gli italiani dovrebbero aprire gli occhi prima di dare credito a gente come Salvini, che trae vantaggio dalla dabbenaggine delle persone solo per arricchirsi personalmente. Tangenti, diamanti, tanzania, amici, mogli e fidanzate piazzate.. sono queste le brave persone?

      3. Scritto da Luca

        ma se uno fa l’assessore alla cultura e all’istruzione forse dovrebbe avere studiato un pochino o magari dovrebbe avere un pò di esperienza sull’argomento che dici Andrea? Anche perché in una città di 25000 abitanti con scuole superiori di livello e dove molti lavorano e studiano a milano magari si avrebbe il diritto di un pochino di competenza. Ma se per te è meglio restare ignoranti libero di restarci. Io no grazie pretendo competenza e non buffoni. Grazie

    2. Scritto da Luca

      Andiamo poi a vedere quanti assessori leghisti, per esempio di cultura ed istruzione, per esempio di paesi di circa 25.000 abitanti sono laureati o hanno esperienze tali da svolgere un compito così delicato… ma pensate a chi siamo in mano e a chi paghiamo lo stipendio!!

  6. Scritto da Luca

    “Chiedete tutti perdono per le istituzioni e le persone che chiudono le loro porte a gente che cerca aiuto e cerca di essere custodita” Cari leghisti bigotti “a guardia di un confine” giratela come volete ma il Papa la pensa molto diversamente da voi fatevene una ragione.

  7. Scritto da Paci no grazie

    A bene fate i perbenismi e democratici e poi pubblicate solo i commenti graditi alla vostre idee ? Questa è censura del tipo ventennio .

    1. Scritto da Si Si

      Si Si,ed il motto,vincere! Da dove viene…?

  8. Scritto da burloni

    Certo che i leghisti devono avere del buon fegato per farsi intortare dal novello bossi: dalla secessione alla lega del sud, dalla roma magnona ai soldi investiti in tanzania, hong kong, diamanti, dal padroni a casa nostra a mogli, fidanzate, amanti e coriste piazzate con stipendi da nababbi che paghiamo tutti. Insomma il concentrato della peggior casta che e’ rinato “GRAZIE” a quattro profughi su cui la lega sta costruendo la propria fortuna e gli incassi x i prox 20 anni. Ed i padani pagano!!

  9. Scritto da nino cortesi

    Tutta commedia.
    Hanno tutti una paura tremenda del M5*.
    E alla fine saranno tutti loro insieme, infatti sono specialisti in marchingegni artefatti e celati dej quali mai danno un nome.
    Alla fine sarà o M5* o loro.
    Bigotti e le destre peggiori insieme contro cittadini onesti.
    Non è per niente sicuro che l’onestà ce la faccia.
    Salvini il peggio.

    1. Scritto da caronino

      Il “fenomeno” Salvini non e’ che una creatura voluta ed appoggiata da Silvio ed i suoi finti nemici del PD. Certo a suggerire questa “trovata” saranno stati gli spin doctors di arcore (tra i migliori in circolazione). Silvio (e PD) dovevano ad ogni costo fermare l’avanzata del M5s. PDL sulla via del tramonto si doveva tamponare la marea di voti in direzione M5s. Cosi’ dopo Fratelli D’italia e NCD ecco fuori dal cilindro Salvini!! Grillo bloccato ed i voti lega sono ora a disposizione di Silvio

      1. Scritto da Delirio Totale

        Se m5s avesse accettato le proposte di Bersani (cioè di lavorare e rendersi utili per gli italiani ) , questa gente (Pdl-lega) neppure esisterebbe più politicamente. Li avete salvati , gli avete fatto la respirazione bocca a bocca gongolando della vostra completa e totale inutilità. Effetti dell’esistenza di m5s per la vita reale degli italiani ? ZERO . Le cose reali le cambia solo chi governa e voi governerete forse quando suoneranno le trombe del giudizio universale : un po’ in là.

        1. Scritto da balekeansa

          bella gara di dabbenaggine tra piddini e leghisti. 1) Bersani chiese solo i voti per avere la fiducia al M5s e nessuna proposta 2) Il M5s lavora e si rende utile al paese da due anni: lo dimostrano la miriade di leggi pro-cittadini e contro la casta che hanno presentato puntualmente affossate dal suo PD. Se ancora crede a questa panzana si veda su youtube l’intervista di Bersani dove dice candidamente che l’idea di governare con grillo “non gli e’ passata nemmeno nell’anticamera del cervello”

  10. Scritto da pablo

    il giornalista invernizzi ha già scritto l’inevitabile considerazione. come si fa a parlare di “normalizzazione”, con una ruspa nel prato, elettori con l’elmo vichingo e che, con una radio di partita in cui la gente si saluta dicendo “buona padania”… e con la prospettiva concreta di un’alleanza con silvio berlusconi… ah, mi sa che di quello ieri dal palco non ne han parlato! padania libera!