BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Under 21, parte oggi l’Europeo dei bergamaschi Alle 18 c’è la Svezia

Gli azzurri questa sera, alle 18, inzieranno il loro cammino europeo in cerca di quel titolo continentale che manca da undici anni e, soprattutto, in cerca del prestigioso pass per Rio 2016 in palio per le prime quattro classificate della competizione.

Italia, è l’ora. Gli azzurri questa sera, alle 18, con la Svezia inzieranno il loro cammino europeo in cerca di quel titolo continentale che manca da undici anni e, soprattutto, in cerca del prestigioso pass per Rio 2016 in palio per le prime quattro classificate della competizione.

Quattro i "bergamaschi" chiamati dal ct Gigi Di Biagio per l’avventura in Repubblica Ceca: dal portierone Marco Sportiello al terzino Davide Zappacosta, dal centrocampista coi piedi buoni Daniele Baselli all’attaccante di sangue orobico ma di proprietà del Palermo Andrea Belotti. Non tutti saranno titolari (in porta, molto probabilmente, il tecnico dovrebbe puntare sul livornese Francesco Bardi), ma c’è da scommettere che l’impronta bergamasca in questa spedizione europea dell’Italia si vedrà tutta.

Di Biagio dovrebbe puntae sul 4-3-3 e a scendere in campo dovrebbero essere Bardi tra i pali; Biraghi, Romagnoli, Rugani e Zappacosta in difesa; Sturaro, Cataldi e Baselli nella linea di centrocampo; Berardi, Bernardeschi e Belotti a formare il tridente offensivo. La Svezia di mister Ericson, invece, dovrebbe schierare invece un 4-4-2 con la stellina, ex Manchester City, Guidetti a guidare l’attacco insieme al compagno di squadra Thelin; ad agire dietro i due attaccanti i quattro centrocampisti saranno Olsson, Hiljemark, Lewicki e Quaison; il reparto arretrato, infine, dovrebbe vedere il portiere Carlgren supportato dal quartetto difensivo Holmen, Milosevic, Baffo e Konate.

Il girone degli azzurri, che comprende anche Portogallo e Inghilterra (che non si qualificherà alle Olimpiadi, nel caso in cui arriverà tra le prime quattro il pass per Rio 2016 se lòo giocheranno con uno spareggio le due terze classificate dei gruppi) è tutt’altro che semplice ma la formazione di Di Biagio (che ha rinunciato ai big El-Shaarawy, De Sciglio e Perin, rimasti con la Nazionale maggiore di Conte) è sicuramente tra le più quotate della competizione presentandosi comunque con talenti di tutto rispetto che rappresentano il futuro del calcio del Bel Paese. Sognare, del resto, non costa niente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiii belottttiiiiiii speriamo doppietttttaaaa

  2. Scritto da tina

    anche stasera RANZATA