BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bilancio in Provincia “Tra un po’ faremo colletta per le corone di fiori”

“Umiliante e imbarazzante” sono gli aggettivi utilizzati da Francesco Cornolti, consigliere provinciale delegato al Bilancio, per descrivere la situazione dei conti dell'ente.

Più informazioni su

“Umiliante e imbarazzante” sono gli aggettivi utilizzati da Francesco Cornolti, consigliere provinciale delegato al Bilancio, per descrivere la situazione dei conti dell’ente. Numeri alla mano, via Tasso non ha più margini di manovra: nei prossimi mesi sarà impossibile tagliare e risparmiare se non con un intervento sui servizi. “La Provincia di Bergamo non versa in condizioni strutturalmente deficitarie, almeno secondo le normative e i parametri ministeriali – spiega il consigliere delegato Cornolti illustrando la delibera del rendiconto finanziario – ma il trend storico ha segnato una progressiva diminuzione delle entrate e dei trasferimenti, dei proventi extratributari e dei trasferimenti in conto capitale che, nel 2014, hanno toccato il fondo con soli 4,1 milioni. Inoltre il debito complessivo contratto negli anni pregressi ha riguardato opere di viabilità, edilizia scolastica e patrimonio provinciale per un totale di 176,1 milioni di euro”. E’ obbligatorio tirare la cinghia il più possibile: “Sulle spese di rappresentanza – continua Cornolti – non solo siamo a zero, ma tra un po’ chiederemo una colletta ai consiglieri per pagare le corone del 4 novembre. E’ una situazione imbarazzante ed umiliante, piccole cose che danno il significato della difficoltà”.

PIANO DELLE ALIENAZIONI – Sempre a proposito di conti, via Tasso ha dato il via libera al piano delle alienazioni, l’elenco degli immobili che si intende vendere o valorizzare. Ne abbiamo dato notizia qui. “La Provincia si sta muovendo sia sul versante del recupero economico quanto mai utile ai fini del bilancio e degli investimenti, cioè fare cassa in tempi brevi – spiega Cornolti -, ma anche in una prospettiva a medio termine in collaborazione con il Comune di Bergamo pioché la condizione di procedere alle valorizzazioni prevedono un pacchetto di valori immobiliari di una certa consistenza”.

Il capogruppo della Lega Gianfranco Masper ha qualche dubbio: “Fa un po’ specie che la provincia sia costretta a vendere il proprio patrimonio per pagare i servizi. Ho cominciato a guardare l’elenco e mi ha sorpreso la volontà di vendere l’ostello e le caserme”.

“L’amministrazione provinciale e il Comune stanno lavorando insieme – risponde il sindaco di Bergamo Giorgio Gori -. Non potremmo ottenere gli stessi risultati lavorando da soli. Mi sembra di capire che non siano molti i soggetti pronti a pagare cash i nostri immobili. Per gli altri inizia un processo di valorizzazione”.

IL PIANO

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco rossi

    domanda: ma cornolti rossi e gori di che partito sono? della Lega? Ah, no, mi dicono che sono del Pd… beh, allora che si lamentano a fare! Si lamentano? e allora cambino partito. Altrimenti non sono credibili!

    1. Scritto da poer bala

      E tu,chi credi abbia ridotto così la provincia…? Quelli del PartitoDemocristiano o i Leghisti?!

  2. Scritto da Laura

    Siccome non c’è nulla da dirigere, mandare a casa i dirigenti.

  3. Scritto da Jim

    E se la Regione lombardia si decidesse a fare la sua parte nella procedura di assorbimento delle province ?

    1. Scritto da 5 mano

      Bravo!!!, e tu togli la sedia a questi elefanti???, guarda che se cadono fanno disastri.

  4. Scritto da Pippo

    fatevele regalare dai grossisti, e da chi ha serre

  5. Scritto da 55mano

    ….e come faranno i nostri politici a mettersi in mostra????
    Speriamo che sia la volta buona (visto che non c’è trippa per gatti) che se ne vadano.

  6. Scritto da gigi

    fate organizzare una cena a Renzie che tirate su un sacco di soldi. Ah, ve li ha tagliati lui i fondi?

  7. Scritto da colletta

    Si può sempre chiedere qualche milioncino a Buzzi, n’est ce pas? Certo che (s)vendere nel peggior momento di crisi immobiliare è proprio da geni…

    1. Scritto da Certo

      Forse si raccoglierebbe immensamente, infinitamente di più se oltre che un qualunque capo di cooperativa si facesse pagare un po’ di quelle tonnellate di politici di primissimo piano indagati e condannati (ne conosci un po’ o ti faccio l’elenco di quanto ne era pieno il parlamento?) e che avevano l’hobby di non farsi piacere le leggi anticorruzione.

  8. Scritto da G.Mazz

    Ma le Provincie non sono state abolite?
    Per risparmiare o per meglio amministrare fatevi aiutare dal Movimento 5 Stelle.
    Vi sarà molto utile.
    G.Mazz.

  9. Scritto da Luis

    Una domanda è d’obbligo, ma temo resterà senza risposta come sempre: ma che ce ne facciamo dei dirigenti che non hanno più nulla da dirigere?

  10. Scritto da Berghèm

    Ma ripeto se non si sono più fondi per pagare i fiori perché ci sono quelli per pagare 1,2 ml di euro come stipendi a dirigenti e direttore …figuri completamente inutili? A dimenticavo per il presidente sindacalista quelli sono i suoi “assessori”! Ma va a laurà che le mei Rossi…

    1. Scritto da Ke Fidek

      Visto che la sai lunga raccontaci chi li ha assunti e chi gli ha definito quegli stipendi : non scappare dai, dacci una rispostina semplice semplice. Anche in dialetto va bene.

  11. Scritto da io

    Io chiederei aiuto al Parco delle Orobie(per corone fiori)loro pare che qualche soldino ancora l’abbiano…

    1. Scritto da Timogn

      E poi visto il fatto che la provincia ha dato in uso uno dei rifugi di sua proprietà(alpe Neel bassa Valcanale di Ardesio)al parco delle Orobie,cosi si farebbero entrambi un favore.

  12. Scritto da pablo

    forse poteva trovare un esempio migliore. con tutto il rispetto, non saran certo le corone di fiori il problema… e delle spese di rappresentanza, con tutto il rispetto, non ce ne può fregare di meno