BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate, pattugliamenti notturni più intensi 720 ore in più in 7 mesi

Il progetto di sicurezza urbana promosso da Comune e Polizia Locale prevede anche interventi congiunti con Carabinieri, Baschi Verdi della Guardia di Finanza di Bergamo e Polizia di Stato.

Più informazioni su

Sessanta servizi per 720 ore complessive: il Comune di Seriate dà i numeri per il progetto di sicurezza urbana della città e della circolazione stradale dalle 21 all’una di notte, con possibilità di prolungamento sino alle 4 del mattino, attivo da giugno a dicembre.

Il progetto, promosso dall’Amministrazione comunale e dalla Polizia Locale, “vuole prevenire e reprimere fenomeni di microcriminalità quali furti, spaccio e prostituzione nelle vie della città e di guida in stato di ebbrezza, lesivo della propria incolumità e di quella altrui. Tutti comportamenti pubblici diseducativi che generano un senso di disagio nei cittadini, che chiedono maggiore controllo, specie in alcune zone urbane e giardini pubblici”, afferma il sindaco Cristian Vezzoli.

Da giugno a dicembre saranno programmati mensilmente i pattugliamenti sul territorio che coinvolgono dieci operatori della Polizia Locale. A turno, la pattuglia monitorerà le aree verdi, le vie del centro storico e i quartieri di Seriate. 

Il progetto di sicurezza urbana, in parte finanziato con i proventi delle sanzioni amministrative, prevede attività e controlli di polizia stradale a veicoli e persone, sulla velocità con la strumentazione Autovelox/Telelaser; accertamenti commerciali e di pubblica sicurezza; presidi e sorveglianza nei parchi pubblici e nei luoghi di aggregazione sociale per evitare episodi contrari alle norme civiche di buona convivenza; assistenza e vigilanza durante le manifestazioni a carattere civile, ludico e religioso che vengono effettuate sul territorio comunale.

Il progetto prevede anche interventi congiunti con il personale della locale Tenenza dei Carabinieri, i Baschi Verdi della Guardia di Finanza di Bergamo e della Polizia di Stato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da uno che sà qualcosa

    Visto che Il sig. Capelli asserisce che sono accordi sindacali fatti per mantenere le tessere, vorrei dire che la R.S.U. aziendale ha saputo delle modalità di espletazione di questo servizio leggendo questo articolo, in precedenza la R.S.U. era stata informata ma non in via definitiva e dettagliata.

  2. Scritto da alberto capelli

    Probabilmente queste cose accadono dove le rappresentanze sindacali unitarie sono deboli e quindi comandano i sindacati provinciali che alla faccia delle regole contrattuali fanno accordi con le amministrazioni comunali accondiscendendo alle richieste dei sindaci pur di conservare qualche tessera.

  3. Scritto da alberto capelli

    Credero` all`iniziativa quando vedro` un report sui risultati perche` di solito si annuncia in pompa magna ma poi … mi piacerebbe anche sapere quanto saranno pagati all` ora questi 10 agenti perche` potrebbe accadere che per fare qualche giretto in auto raddoppino lo stipendio alla faccia del carabiniere che per meno rischia anche la sua vita. Meglio fare accordi con i carabinieri che sprecarli con i ” vigili urbani ” non credete ?