BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Movida in Santa Caterina, via libera al regolamento Negozianti polemici con Gori

Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento che disciplina la movida in città. Il documento vale per tutti gli esercenti di Bergamo, ma guarda soprattutto a borgo Santa Caterina.

Più informazioni su

Un cuscino “polemico” donato al sindaco, un dibattito infinito, il voto (scontato) favorevole. Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento che disciplina la movida in città. Il documento vale per tutti gli esercenti di Bergamo, ma guarda soprattutto a borgo Santa Caterina, dove da qualche anno sono esplosi i contrasti tra residenti e commercianti.

Le due fazioni erano presenti anche in Consiglio comunale lunedì sera. I primi in silenzio, in attesa di conoscere le decisioni. Gli esercenti invece hanno scelto di vivacizzare la seduta con una trovata polemica: due ragazze hanno consegnato un cuscino al primo cittadino con la scritta “Ti auguriamo sogni d’oro anche se ci farai perdere il posto di lavoro”.

COSA PREVEDE IL REGOLAMENTO – Il punto centrale delle nuove norme restrittive sono gli orari: nelle zone colpite dall’ordinanza si abbasseranno le serrande a mezzanotte e mezza, tutta la settimana. Allo stesso tempo però l’amministrazione ha studiato un meccanismo di premialità per i locali “virtuosi”. Se i commercianti sottoscriveranno un accordo con il Comune verranno premiati con un’ora di apertura in più, quindi con chiusura all’una e mezza.

Quali sono le condizioni necessarie? Rispettare una serie di parametri per limitare il rumore: impegno ad adottare ogni accorgimento al fine di contenere ogni comportamento che generi disturbo alla quiete pubblica anche nelle immediate vicinanze del locale, ad esempio mediante utilizzo di proprio personale (condizione necessaria). Insonorizzazione dei locali, allestimento di un punto di wifi gratuito, messa a disposizione di spazi per artisti o attività culturali, convenzione con parcheggi nelle aree limitrofe, non presenza di slot machine, organizzazione di navette entro l’orario di esercizio.

IL DIBATTITO – Lunghissimo il dibattito in aula, soprattutto a causa della discussione tecnica in merito ai 24 emendamenti presentati al testo. Maggioranza e opposizione si sono dati battaglia per quasi sei ore. Ecco la discussione integrale.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beatrice

    Mai vista una Giunta e un Sindaco così contrari ai giovani!! Gori dimettiti!!

  2. Scritto da wiw

    fanno ridere.E il sindaco ha l’appoggio dei cittadini. Che sono la maggior parte. Operazione strumentale…

  3. Scritto da Paolo

    Ennesima testimonianza dell’incapacità di questa amministrazione! Questa è una non soluzione! Tar salvaci tu!!!

  4. Scritto da Alessandro

    Corregete il titolo. “Alcuni” (due) commercianti polemici.” La maggior parte dei commercianti e dei residenti invece sono anzi propositivi sul cercare soluzioni per limitare il traffico di transito per uscire dalla città, per tutelare il pavè, gli abitanti le biciclette, le famiglie con i passeggini senza essere intasate dallo smog, per una mobilità sostenibile.

    1. Scritto da stefano

      Da quando un comitato per la salvaguardia del pave’? Ma togliamolo ‘sto pave’, costosissimo in manutenzione e soprattutto “rumoroso” proprio per i residenti…

      1. Scritto da Alessandro

        No no, nessun comitato. Ce ne sono già troppi. Io non rappresento nessuno. Solo quello che penso e che vedo nella foto. L’articolo parla dei “commercianti di Borgo Santa Caterina”. Ma nella foto (dei quasi cento commercianti presenti nella via) ne vedo appunto solo alcuni e che mnon hanno ruoli per rappresentare tutti gli altri. Non vedo nè il rappresentante dell’associazione dei commercianti nè gli altri 90. Suggerivo appunto di correggere il titolo. Con “alcuni commercianti.”

      2. Scritto da R.

        il pavè non è di certo un problema! Il problema è che fino alle 3 del mattino non si dorme, dal mercoledì al sabato compresi!

        1. Scritto da stefano

          PER ALESSANDRO E R.
          io volevo solo “sottolineare” che il pave’ c’entra proprio niente col discorso “movida” e comunque avete la mia solidarieta’; che poi si ricordi che fino alle tre-quattro-cinque e mezza non si dorma e’ ormai “noto”.
          Cordialmente