BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tenaris Dalmine Il fatturato 2014 si chiude a 1.157 milioni

Un anno da ricordare per la crescita, il fatturato chiude a 1.157 milioni di euro, ma anche per la tempestività nell'aver saputo affrontare il crollo del prezzo del petrolio gestendo la forza lavoro. Sergio Tosato, a.d. della Tenaris Dalmine: "La velocità della crisi ormai è estrema, reagire subito è stata la cosa giusta".

"La velocità della crisi ormai è estrema, reagire subito è la scelta migliore". Parola di Sergio Tosato, a.d. di Tenaris Dalmine. La crisi che si è aperta nel 2008 ha insegnato che non si deve perdere tempo.

E così Dalmine è intervenuta immediatamente quando il prezzo del petrolio è crollato e il mercato dei tubi ha seguito la stessa onda negativa. In fondo le previsioni erano giuste, oggi si sta toccando il punto produttivo più basso con meno 40%. L’intervento immediato ha il vantaggio di non perdere quella competetività che è necessaria in un mercato sempre più dinamico.

E che ha permesso a Tenaris Dalmine di chiudere un 2014 con cifre importanti per il fatturato in crescita a 1.157 milioni di euro. Le previsioni per il 2015 non sono così rosee. Anche se oggi Dalmine affronta la tempesta con le spalle solide: nel 2014 la posizione finanziaria netta è diventata positiva per 54 milioni di euro. Una forza che permette di investire più di trenta milioni in incentivi all’esodo. 
"Non stiamo smantellando capacità produttiva – continua Tosato – stiamo mantenendo per il futuro. Il contratto di solidarietà, uno dei grandi valori dell’accordo, ci permette di tenere la struttura produttiva di base (acciaieria, laminatoio e trattamento terminico Ftm) a tre squadre, con un’organizzazione più efficiente, pronti in ogni modo a ripartire". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rino

    ma non volevano licenziare gli apprendisti ? e altri ?

    1. Scritto da Maria

      Infatti un centinaio con contratto a termine sono gia a casa gli altri tra un po ci andranno.

  2. Scritto da ma anche no

    l’organizzazione e la tempistica interna riguardo al carico dei camion è una vergogna altro che correre contro la crisi! qualche anno fa era molto meglio..ora catastrofe..per non parlare delle norme sulla sicurezza..manco alla Nasa certe pagliacciate