BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rissa tra indiani a Telgate Incontro prefetto-sindaci: sì ai controlli mirati

Il prefetto di Bergamo Francesca Ferrandino ha incontrato i sindaci di Telgate e dei comuni limitrofi per discutere di ordine pubblico e sicurezza dopo i recenti furti e fatti violenti: accolte parzialmente le richieste, con la disponibilità a controlli mirati, informazioni alle fasce più deboli e approfondimento dei presunti fenomeni di subaffitto e manodopera occulta.

Più informazioni su

Controllo coordinato del territorio fra polizie locali e forze di polizia in genere con azioni mirate di controllo, individuazione delle fasce deboli della popolazione e invito a partecipare a serate informative di prevenzione dai furti e dalle truffe comuni, approfondimento del fenomeno presunto dei subaffitti con supporto della guardia di finanza, approfondimento del presunto fenomeno di manodopera occulta e valutazione della fattibilità di incontro della prefettura con alcune scuole del territorio selezionate per coinvolgere maggiormente i ragazzi e accrescere il senso civico: sono queste le operazioni che la prefettura si è resa disponibile ad effettuare per garantire maggiore sicurezza e ordine pubblico nei territori di Telgate, Bolgare, Calcinate, Carobbio degli Angeli, Castelli Calepio, Chiuduno, Grumello del Monte, Mornico al Serio e Palosco.

I sindaci Fabrizio Sala, Luca Serughetti, Gianfranco Gafforelli, Giovanni Benini, Sergio Bonardi, Stefano Locatelli, Nicoletta Noris, Eugenio Cerea e Massimo Pinetti sono stati convocati per alla Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia per esaminare le problematiche relative allo stato della sicurezza nei rispettivi comuni: un faccia a faccia durante il quale, oltre ai recenti episodi violenti che hanno coinvolto in particolare la comunità indiana, si è parlato del fenomeno dei furti in abitazione e della possibilità che i cittadini, in assenza di risposte e risultati da parte dello Stato, si facciano giustizia da soli.

“Fenomeni sovracomunali che non possiamo e non siamo in grado di gestire con gli strumenti attuali” hanno spiegato i sindaci al prefetto chiedendo maggiore presenza sul territorio e avanzando richieste e proposte operative quali “una fase di indagine volta a conoscere alcuni aspetti de gestione delle comunità extracomunitarie coinvolte negli episodi per comprendere le ragioni di tale violenza, accertando la presenza di fenomeni di sfruttamento del lavoro da parte di soggetti soggetti interni alla comunità a sfavore di altri, così come fenomeni di racket degli appartamenti o subaffitti illeciti”.

Oltre ad azioni preventive di formazione della cittadinanza, i sindaci hanno chiesto in particolare maggiore presenza e controllo del territorio, con le forze dell’ordine o anche con l’Esercito per supportare il personale locale carente. Gli impegni assunti dalla prefettura hanno soddisfatto i sindaci per tutti i temi sul tavolo “che sono solo una parte delle criticità presenti sul territorio fra cui certamente rientra anche l’attuale gestione dell’immigrazione con tutte le ricadute sociali e economiche che comporta e che non erano oggetto dell’incontro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da arpaleni

    coinvolgere maggiormente i ragazzi e accrescere il senso civico, azioni preventive di formazione della cittadinanza, etc. se è cosi che pensano di risolvere simili problemi stiamo freschi. A bloccare gli arrivi o quanto meno a gestirli in funzione delle effettive necessità (se mai esistono) di lavoratori (regolari) esteri , rispedire a casa loro quelli che delinquono etc. etc. evidentemente non ci pensano proprio.

    1. Scritto da giggi

      solo lavoratori regolari? ma così mandi in crisi i cantieri e le aziende agricole padane che campano su quelli irregolari!

    2. Scritto da paolo

      il problema sicurezza non è legato solo agli immigrati, anche se accendendo la TV si vede quasi sempre un ragazzotto in felpa che lo sostiene…