BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non hanno biglietto, aggrediscono con il machete capotreno che rischia di perdere braccio

Un macchinista e un capotreno sono stati aggrediti a colpi di machete alla fermata di Villapizzone, alla periferia di Milano, da un gruppo di sudamericani che non volevano mostrare il biglietto sul treno.

Più informazioni su

Un macchinista e un capotreno sono stati aggrediti a colpi di machete alla fermata di Villapizzone, alla periferia di Milano, da un gruppo di sudamericani che non volevano mostrare il biglietto sul treno del passante ferroviario che da Rho porta a Rogoredo. Il capotreno che voleva controllare i biglietti ha perso il braccio, tanta è stata la violenza con la quale gli sono stati inferti i colpi. Il 118 non ha però spiegato se l’arto gli è stato tranciato durante l’aggressione o gli è stato amputato una volta arrivato all’ospedale Niguarda. Anche un ferroviere fuori servizio, che era intervenuto per aiutarlo, è stato colpito alla testa ed è stato trasportato all’ospedale Fatebenefratelli con un trauma cranico che non sarebbe grave.

“Quello che è’ successo a Milano e’ vergognoso – spiega l’assessore regionale ai Trasporti Alessandro Sorte -. Un macchinista e un capotreno sono stati aggrediti a colpi di machete da persone non ancora identificate. Secondo quanto ricostruito finora dalla Polfer, il capotreno avrebbe chiesto i biglietti ai pochi passeggeri pronti a salire a bordo, compreso un gruppetto di almeno tre sudamericani. Questi si sarebbero rifiutati di mostrare il titolo di viaggio e uno di loro ha estratto un machete da una borsa colpendo al braccio il controllore. Un ferroviere libero dal servizio è intervenuto in suo aiuto ma è stato colpito alla testa riportando un trauma cranico. Adesso Basta! mettiamo uomini armati e formati pronti anche a sparare sui Treni! Fermiamo la Violenza!”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Teo

    Uomini armati ahaha
    Iniziate con sistemare il vostro servizio
    Partendo dalla puntualità
    L’igiene
    E il modo di porsi dei capo treni
    Poi vedremo se le persone con un servizio di tutto rispetto si permettono di salire senza biglietto

  2. Scritto da Erasmo

    Cosa deve aspettare ancora il nostro governo ?… Dopo questi fatti di sangue ancora rimane con le braccia conserte….Non ho paura di me stesso data l’età avanzata, mi preoccupo per la nuova generazione e mi domando a cosa andranno incontro sul loro cammino.

  3. Scritto da nestor

    Questi ragazzi sudamericani sono una minoranza che fa tanto male a tanti persone brave .e sempre per alcuni se crede tutti siano uguali

  4. Scritto da Kelso

    “ll capotreno che voleva controllare i biglietti ha perso il braccio, tanta è stata la violenza con la quale gli sono stati inferti i colpi.” Ma che diavolo scrivete? Rettificate, il braccio è stato salvato dai medici. Non ci vuole molto per informarsi decentemente prima di scrivere un articolo!

    1. Scritto da il polemico

      si dice che il braccio non avrà più la sua funzionalità totale,ma rimarrà menomato per tutta la vita,forse per perdere si intendeva dire quello,se poi è sufficente che rimanga attaccato ma menomato,è un altro discorso

  5. Scritto da mario59

    Ci sono migliaia di stranieri che vivono in pace nel nostro paese.. ma ci sono anche quelli che vengono con lo scopo di delinquere..non facciamo di tutte le erbe un fascio, pugno di ferro con i delinquenti e rispetto per chi ci rispetta…non mi pare ci voglia molto a capirlo.

  6. Scritto da Dax

    Non siamo alla frutta… siamo al dolce!!! Puora Italia

  7. Scritto da renata

    la gente arrivata e mantenuta in Italia senza un regolare lavoro deve essere rispedita a casa propia senza pietà qui non c’è più forza di mantenimento, siamo stanchi di pagare tasse e tutto mantenere questa Feccia

  8. Scritto da GL76

    Basterebbe permettere l’accesso al binario ai soli possessori del biglietto, come ho visto fare nelle stazioni di altri paesi europei. Non è difficile da fare…

    1. Scritto da Francesco

      passano comunque senzabiglietto

      1. Scritto da GL76

        Alcuni entrano anche armati in tribunale, o passano dai metal detector in aeroporto… ma sarebbe comunque molto più difficile per i senza biglietto, che dovrebbero scavalcare i tornelli. All’aeroporto è molto difficile passare oltre la zona di libero accesso, e lo stesso ho visto nelle comuni stazioni ferroviarie all’estero.

  9. Scritto da Il Naggio

    Signori e Signore, armiamoci tutti di machete perchè come dice la (dis)onorevole Boldrini i migranti sono l’avanguardia di uno stile di vita che presto sarà quello di moltissimi di noi.

  10. Scritto da Renato

    Si prenderanno provvedimenti ora?

  11. Scritto da che pena

    Chissà cosa avrà da commentare la Boldrini! Chissà cosa dirà l Alfano! E il sindaco Pisapia paladino dell illlegalità? Che schifo di paese stiamo diventando.

    1. Scritto da che penna

      la cosa più schifosa di questo paese è riuscire a generalizzare come fate voi. Boldrini, Alfano, Pisapia e milioni di italiani ritengono che i colpevoli vadano puniti, a differenza sua che invece ritiene che gli stranieri siano sempre e comunque colpevoli.

      1. Scritto da Sansone

        Infatti tu che non generalizzi prenditi una famiglia di migranti, sudamericani se vuoi e se ti tagliano qualcosa ricorda che gli italiani di norma non vanno in giro con il machete.

      2. Scritto da prego?

        Io da questi signori non ho sentito nessun comment.Io so che questi signori hanno votato lo svuotacarceri e la depenalizzazione dei reati.Io so che che ci sono molte intercettazioni in cui si dice che conviene venire a delinquere in italia perchè tanto la si fa sempre franca.Se non lo ha ancora capito di questo passo finiremo mooolto male,italiani e stranieri perbene!

      3. Scritto da confusione mentale

        Che confusione mentale!
        Per questi confusi paghiamo e pagheremo tutti

  12. Scritto da Anna

    Le ultime 2 righe mi sembrano un controsenso: come si fa finire la violenza sparando?! Non sarebbe sufficiente mettere dei tornelli, magari presidiati, che non fanno passare se non inserendo il biglietto? Una soluzione tipo metropolitana intendo. Non ci sarebbero più persone senza biglietto sul treno. E nemmeno il bisogno di essere violenti.

    1. Scritto da Elisabetta

      Anna purtroppo i tornelli in metropolitana non servono perché c’è anche chi li scavalca zingari per primi, comunque la sicurezza serve per forza visto che sta succedendo spesso e non è giusto che chi lavora deve pagarne le conseguenze. Riguardo alla pistola penso che non è che se sei armato è per forza per ammazzare, ma cm le hanno le guardie giurate devono averle anche loro visto che ti trovi davanti a questa gente, ma non è violenza è solo per auto difesa!

    2. Scritto da Luis

      “Maestà il popolo è in rivolta, non hanno pane…” “e perchè non mangiano brioches?”…han fatto bene a tagliare la testa a Maria Antonietta, tanto la usava solo per portare costose parrucche…i tornelli della metropolitana si scavalcano, infatti è infestata da delinquenti di ogni risma e teatro abituale di violenze, il mito del controllo pacifico è fallito ovunque, figuriamoci da noi…

  13. Scritto da filipo

    mettiamo uomini armati e formati pronti anche a sparare sui Treni! Fermiamo la Violenza!” ???????????????????????????
    Cosi per te si ferma la violenza a colpi di pistola?
    Adesso capisco perche veramente non si ferma la violenza o.0””

    1. Scritto da Luis

      E per te la violenza di uno che ti taglia un braccio perchè gli chiedi se ha il biglietto come si ferma? con un dibattito sull’emarginazione di qualche sociologo alla moda in un salotto radical chic, tra un martini e un tramezzino?

  14. Scritto da asen

    E chi lodice a Giggi e Federico ora?