BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

International Banking Forum di Ubi Banca dedicato a finanza e agroalimentare

“Finance: a rising role in the food value chain”, è stato il tema della settima edizione dell’appuntamento che ogni due anni riunisce a Brescia economisti, esperti e rappresentanti del sistema bancario internazionale. L’edizione 2015 è coincisa con EXPO Milano e ha accolto oltre 100 ospiti in rappresentanza di istituzioni economiche e finanziarie provenienti da 23 Paesi e 5 continenti.

Si è concluso nella giornata di venerdì 12 giugna a Brescia l’International Banking Forum che ha visto riuniti per due giorni presso la Sala Conferenze del Centro Direzionale UBI Banca i rappresentanti delle principali banche corrispondenti del Gruppo, oltre a economisti ed esperti del sistema bancario italiano e internazionale.

L’appuntamento biennale, promosso e organizzato dal Gruppo UBI Banca per discutere dei temi di più stringente attualità economica e finanziaria, è giunto alla settima edizione e, data la coincidenza con EXPO Milano 2015, è stato dedicato ad approfondire i legami tra la finanza e il sistema produttivo agroalimentare grazie a una serie di tavole rotonde, testimonianze e case histories.

“Finance: a rising role in the food value chain”, è stato il titolo dell’edizione 2015 che ha replicato il successo di quella tenutasi a giugno di due anni fa e intitolata “Italy as a bridge between the European Union and the New Mediterranean”. Per discuterne sono infatti intervenuti circa 100 professionisti del settore, provenienti da 23 Paesi appartenenti ai cinque continenti. International Banking Forum 2015 giunge dopo un biennio di attività particolarmente importante per l’Area Global Transaction & Operations di UBI che ha previsto la revisione e il potenziamento della struttura organizzativa della Filiera Estero del Gruppo UBI Banca e delle corrispondenti strutture presso le Banche Rete, oltre alla formazione di personale specializzato nei temi dell’esportazione, gestione di operazioni con l’estero e servizi di supporto.

“Una struttura finanziaria adeguata a crescere dimensionalmente e guardare ai mercati esteri è un passaggio necessario per tutelare la leadership mondiale detenuta dalle imprese italiane del settore agroalimentare, un comparto che anche grazie a EXPO è in questi mesi al centro dell’attenzione mondiale”, sostiene Sergio Passoni, Responsabile dell’Area Global Transaction & Operations di UBI.

“Il nostro Gruppo ha investito in risorse professionali, servizi e presenza diretta nelle principali aree mondiali, per sostenere i clienti nell’affrontare la varietà di situazioni che l’internazionalizzazione pone alle aziende, ma soprattutto per coglierne le opportunità in maniera strutturata e sostenibile.” Tra le iniziative recenti rientra l’adesione del Gruppo UBI Banca a Expo Business Matching, la piattaforma online costituita per sviluppare relazioni commerciali e di business tra le imprese e promossa da Camera di Commercio di Milano, Promos, Fiera di Milano e PwC.

La registrazione permette alle imprese clienti di accedere alla valutazione delle opportunità di business da realizzare con una serie di controparti internazionali che in funzione del grado di interessa possono essere incontrate nel corso di incontri one to one organizzati a Milano nei sei mesi dell’Esposizione Universale. La piattaforma prevede tutti i servizi di supporto necessari : dall’accoglienza nella sede degli incontri, al supporto linguistico in 9 lingue straniere fino al report dell’incontro. I clienti di UBI Banca possono contare sulla presenza dell’istituto in Asia, America Latina e in vari Paesi Europei grazie alla propria rete di Uffici di Rappresentanza e alla struttura della controllata UBI International.

Entro il 2015 è prevista inoltre l’inaugurazione degli uffici di New York e di Dubai.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da g

    Ubi