BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Čajkovskij, ritratto sinfonico di un genio della musica”, concerto al Donizetti

Il prestigioso Teatro Donizetti di Bergamo si prepara ad ospitare un travolgente concerto sinfonico dal titolo “Čajkovskij, ritratto sinfonico di un genio della musica”.

Il prestigioso Teatro Donizetti di Bergamo si prepara ad ospitare un travolgente concerto sinfonico dal titolo “Čajkovskij, ritratto sinfonico di un genio della musica”. Domenica 14 giugno 2015, alle ore 20.45, andrà infatti in scena uno spettacolo emozionante per riscoprire e ripercorrere le più grandi opere del Maestro Pyotr Ilyich Čajkovskij. Il concerto, diretto dal Maestro Alvise Casellati, sarà interpretato dall’Orchestra Filarmonica Italiana con la partecipazione della pianista Leonora Armellini come solista. L’Orchestra Filarmonica Italiana eseguirà “Concerto per piano” e “Sinfonia n.6”‐ “Patetica”.

Realizzato in omaggio ad Avis Provinciale di Bergamo, in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue l’evento gode del patrocinio del Comune di Bergamo, l’evento è organizzato, con il contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca ONLUS, da Edufactory, associazione culturale, presieduta da Oreste Castagna, che promuove la cultura e la diffusione della stessa mediante la sua fruibilità a tutti i livelli. L’attenzione nei confronti del territorio è da sempre uno dei principi fondamentali della Fondazione, la quale, sin dalla sua nascita, sostiene il ruolo sociale della cultura come momento di aggregazione ma anche di crescita. Proprio per questo motivo la Fondazione della Comunità Bergamasca ha deciso di sostenere questa iniziativa di notevole rilevanza per omaggiare la città di un momento culturale di grande rilievo, senza perdere di vista la finalità promozionale della solidarietà.

L’associazione OFI (Orchestra Filarmonica Italiana) ha alle spalle un trentennio di attività sia in Italia che all’estero. Caratterizzata da un repertorio vastissimo che include non solo proposte melodrammatiche, sinfoniche, cameristiche e coreutiche, ma anche produzioni meno mainstream e più contemporanee, OFI è caratterizzata soprattutto dalla poliedricità delle sue interpretazioni.

Alvise Casellati è considerato uno dei grandi talenti emergenti degli ultimi anni dopo una carriera di successo come avvocato negli Stati Uniti.

Diplomato in violino a Padova e dopo aver studiato direzione d’orchestra alla Julliard di New York e con il Maestro Piero Bellugi, debutta al Teatro La Fenice con il Concerto dei 150 Anni dell’Italia ed è già ospite dei più prestigiosi Festival italiani, tra cui il Festival dei 2 Mondi di Spoleto, la Versiliana ed il Festival di Ravello. Già Direttore Residente del Teatro Carlo Felice di Genova, dove debutta in opera con grande successo di pubblico e critica con il Barbiere di Siviglia di Rossini. Dirige anche in altre importanti Fondazioni Liriche italiane, i.e. Arena di Verona e Teatro Verdi di Trieste e collabora stabilmente con orchestra sinfoniche del calibro de I Pomeriggi Musicali a Milano e I Virtuosi Italiani a Verona. Quest’anno ha diretto il Concerto di Capodanno a Shanghai nella nuovissima Shanghai Symphony Hall alla guida di Shanghai Philharmonic e a breve porterà l’Orchestra Filarmonica della Fenice al celebre Concerto all’Alba di Ravello. Leonora Armellini, giovane vincitrice del "Premio Janina Nawrocka" per la "straordinaria musicalità e la bellezza del suono" al Concorso Pianistico Internazionale “F. Chopin” di Varsavia (2010), si è diplomata col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore al Conservatorio all’età di soli 12 sotto la guida di Laura Palmieri, allieva del grande Arturo Benedetti Michelangeli. Leonora ha pure ricevuto premi e riconoscimenti per le sue qualità umane, artistiche e per il suo impegno sociale. Ha tenuto concerti in tutta Europa, nella “Weill Recital Carnegie Hall” di New York, al Teatro Mariisky di San Pietroburgo, nella Musashino Concert Hall di Tokyo, nello “Stein Auditorium” di New Delhi. Leonora è considerata una pianista molto versatile anche in virtù del suo amore nei confronti del grande repertorio cameristico. Leonora è protagonista di 5 progetti discografici ed è stata invitata da radiotelevisioni italiane ed estere per trasmissioni di interviste e concerti fra i quali ricordiamo il recital per i “Concerti del Quirinale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.