BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aggressione al capotreno “Sospendere i controlli, è troppo pericoloso”

Sono due i fermati dalle forze dell'ordine dopo la brutale aggressione a un capotreno a Milano (leggi qui). Sono sospettati di appartenere la banda che ha sferrato colpi di machete contro il lavoratore di FerrovieNord.

Sono due i fermati dalle forze dell’ordine dopo la brutale aggressione a un capotreno a Milano (leggi qui). Sono sospettati di appartenere la banda che ha sferrato colpi di machete contro il lavoratore di FerrovieNord. I due, la cui posizione deve ancora essere approfondita, presentavano anche alcune macchie di sangue su alcuni indumenti, sulle quali ora verranno eseguiti dei test genetici. Uno dei due era già stato indagato in passato proprio per fatti analoghi. Venerdì i due sono stati ascoltati a lungo in Questura, mentre gli investigatori aspettano di visionare i filmati delle telecamere, dai quali potrebbero spuntare sequenze utili a ricostruire la dinamica dell’aggressione. I

SINDACATI – Nel frattempo si susseguono le prese di posizione. “Basta, adesso non ci resta che sospendere la controlleria sui treni!”, con queste parole Giovanni Luciano, Segretario generale della Fit-Cisl, commenta l’aggressione a colpi di machete a due ferrovieri di Trenord da parte di alcuni viaggiatori senza biglietto. “I gravissimi fatti di Trenord di ieri notte rappresentano la goccia che ha fatto traboccare il vaso – prosegue Luciano –; le aggressionisempre più frequenti ai lavoratori del trasporto ferroviario sui treni sono da tanto tempo denunciate invano dal sindacato. Adesso si è superato ogni limite: non sono bastati gli scioperi come quello di domenica scorsa in Liguria, per far capire che ormai da tempo si vive un’emergenza quotidiana. Non si può andare a lavorare col rischio ogni giorno di essere aggrediti fino a quasi perdere la vita. Non è giusto!!! Non lo sopportiamo più!!!!” Aggiunge il Segretario generale: “Non è una protesta contro le aziende che da sole forse non bastano a risolvere un’emergenza sociale così forte. Non è una protesta contro i pendolari, ma chiediamo alle aziende di far sospendere le operazioni di controlleria a bordo dei treni. O lo faranno loro oppure lo faremo noi, facendone uno sciopero bianco in virtù della sicurezza dei lavoratori, come prevede la stessa legge sugli scioperi”. Conclude Luciano: “Il mio pensiero va al collega che ha subito la grave mutilazione al braccio sperando che possa recuperare al massimo. Così come siamo vicini anche a chi, come gli altri prima di lui, ha subito violenza nello svolgere il proprio servizio. Ci aspettiamo che il Ministero degli Interni e quello dei Trasporti entrino in campo concretamente. Non basta mettere i varchi solo per i treni Frecciarossa! Vorremmo capire come mai in aeroporto ti tolgono pure le scarpe e alla stazione si può entrare con un machete”.

MARONI – "L’assessore ai Trasporti Alessandro Sorte ha fatto una proposta che verrà discussa oggi pomeriggio alla riunione d’urgenza del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica convocato dal Prefetto. Servono misure per garantire la sicurezza. Non è concepibile che un lavoratore che chiede i biglietti venga preso a colpi di machete. Abbiamo chiesto l’intervento dei militari e della polizia, che possano agire per contrastare questi fenomeni". Lo ha detto il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, parlando con i giornalisti del grave fatto di sangue avvenuto ieri notte a Milano. Voglio che sui nostri treni, ci sia "qualcuno che impedisca questi episodi. Se necessario, per legittima difesa, anche sparando".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    Soluzioni ce ne sono varie, di frequente le soluzioni vengono bloccate dai politici. Es. la legge sulla privacy, fatta non per proteggere i cittadini ma per salvare i politici dalle intercettazioni e da qualsiasi controllo. La Vergognosa immunità parlamentare) Quante denunce e polemiche sulle telecamere installate in varie città per la sicurezza. Qualcuno non voleva essere ripreso. Quante volte sono successi fatti dove c’erano telecamere e nonostante la denuncia non si è saputo più niente.

  2. Scritto da Gianni

    Innanzitutto parrebbe evidente che si deve deve far presidiare meglio i treni.

  3. Scritto da andrea

    volutamente non è stato specificato che ancora una volta sono extracomunitari e ancora una volta “la posizione dei due deve essere approndita”.
    I due erano presenti , sono scappati quindi colpevoli come tutti gli altri.

  4. Scritto da ivan

    Mettete i girelli!
    Abbiamo qui troppa fecca!

  5. Scritto da CORRADO

    Ma quale proposta di MARONI…. Qui occorre fare in modo che i delinquenti marciscano in carcere!! altro che recupero sociale. INASPRIAMO LE PENE, apriamo nuovi carceri e ripristiniamo la pena capitale! Basta con i buonismi da 4 soldi, di questo passo diventiamo davvero una repubblica delle banane!

    1. Scritto da stef

      Lo siamo già ..LA REPUBBLICA DELLE BANANE.

  6. Scritto da il polemico

    purtroppo questa è la situazione che si è creata con il buonismo,dove il cittadino che si ribella a queste situazioni e reagisce poi finisce in galera con la compiacenza di buona parte dei cittadiniche lo accusa di violenza…come si è visto, per chi delinque,se usa o meno violenza è un dettaglio che non gli interessa,come ha detto maroni,in certe situazioni se non si spara,si rischia di finire sottoterra,per cosa poi?

    1. Scritto da Gulp

      La lega è stata quasi 10 anni al governo e le leggi sono sempre quelle. Cosa dice maroni ormai fa soltanto ridere i polli.

      1. Scritto da Smash

        E ti pareva che non fosse colpa della lega anche la faccenda del machete. Non ti senti un po ridicolo, nemmeno un po?

    2. Scritto da giggi

      ma le regole di pubblica sicurezza prevedono già l’uso delle armi, lascia stare quello che dicono 4 gatti anarchici o quei poveracci di rifondazione (buona parte? ma dove?). certo, non ai controllori dei bus

  7. Scritto da Mao

    Kabobo 2 la vendetta,sono bravi vanno aiutati,continuiamo così e tra dieci anni ci ammazzano tutti.

    1. Scritto da Maramao

      il primo era un minorato psichico (e quelli non hanno nazionalità, a bizzeffe anche tra gli italiani, basta leggere la cronaca), questi criminali . Dai che pian piano ci arrivi anche tu.

      1. Scritto da + verande x tutti

        1. Non è minorato psichico. Semplicemente gli avevano detto che in italia si può far tutto senza essere puniti. 2. Non ho mai sentito nessuna notizia simile a quella di kabobo, altro che “a bizzeffe”. 3. Guarda che noi ci siamo arrivati; poi siamo subito passati oltre e da allora ti stiamo inutilmente aspettando. Da decenni.

  8. Scritto da Luisa

    Sempre peggio!! Il nostro paese ormai è allo sbando e c’è chi vuol farci credere che sia tutto normale!!!
    Avanti così!!

  9. Scritto da Sére

    Purtroppo, di fronte a questi atti sadici, efferati, cruenti, la nostra risposta è debole: la società civile si arrende. Che bello il giorno in cui si recupererà la propria dignità e l’onore di custodire la legalità, base del contratto sociale! Quei delinquenti efferati, ci hanno mandato un messaggio chiaro: ne hanno punito uno per educarci in cinquantacinquemilioni! Troveremo mai l’orgoglio, per impegnarci a ribaltare tali lezioni???

  10. Scritto da paci no grazie

    siamo alla resa, non si può nemmeno più chiedere il biglietto se non ti ammazzano.
    pazzesco
    e poi io lo dovrei fare il biglietto ? o la regola del non chiederlo vale solo se sei di colore ?
    no perché se no consiglio ai pendolari di fare qualche lampada….

    1. Scritto da Da Ricovero

      Se vedi Obama su trenord fagli chiedere il biglietto , si sa mai .

    2. Scritto da giggi

      il tipo è latino americano, incrocio secolare tra popolazioni locali (quelle sterminate dall’arrivo degli europei) e spagnoli, bianchi, cattolici.

      1. Scritto da + verande x tutti

        Ti rendi conto che il tuo commento puzza di razzismo?

  11. Scritto da Adele

    Già, se sparano ad un poliziotto non mandiamo più poliziotti contro i delinquenti. Proprio quello che vogliono i fuorilegge: assecondiamoli

  12. Scritto da angelo m

    Basterebbe mettere un poliziotto o un carabiniere come capotreno uno stipendio due servizi essendo addestrati a difendersi e a difendere eviterebbero queste situazioni

  13. Scritto da angelo m

    Basterebbe mettere un poliziotto o un carabiniere come capotreno uno stipendio due servizi essendo addestrati a difendersi e a difendere eviterebbero queste situazioni

    1. Scritto da soluzione/2

      1 agente come capo treno…?! Ma tu hai presente,chi sono coloro che hanno ferito gravemente il ferroviere? Negli USA contro simili personaggi mandano le forze dell’ordine con mezzi blindati. Ai tizzi dal Machete facile una agente fa il solletico anche se armato e non solo di buone intenzioni…!

      1. Scritto da Leo

        La legge italiana in tal caso prevede che gli spari

  14. Scritto da michele pezza

    Grande idea quella del sindacalista: sopsendere I controlli.
    quindi, dato ch I controllori non devono più controllare, suppongo la sua idea sia di lasciarli tutti a casa. oppure pagarli per non lavorare?

  15. Scritto da 081

    Sospendere i controlli? Una resa praticamente. Per una volta, dico una, perchè i sindacati non si fanno da parte? Dispiace senza dubbio per il povero capotreno, ma qui credo che ci voglia davvero tolleranza zero.

  16. Scritto da soluzione

    Assumere disoccupati ITALIANI(possibilmente del comparto Edile…)per 4 ore al giorno e mandarli in gruppi di 15,a fare mansioni di controllori su tutti i mezzi pubblici.

  17. Scritto da claudio

    Sospendere i controlli ? Significherebbe calare le braghe e darla vinta ai delinquenti. Gia’ psrecchi fanno i furbi non pagando il biglietto( italiani ma soprattutto stranieri ) . Se pure si togliessero i controlli oltre ai portoghesi la farebbero da padroni pure i comuni delinquenti.

  18. Scritto da marzia

    il peggior danno lo fanno quei politici che difendono a tutti i costi l’immigrazione senza regole, è ora di applicare la legge con tutti, diritti e doveri uguali x tutti…

  19. Scritto da carlo

    Tutta la solidarietà al lavoratore aggredito. Quello del controllore è un ruolo a rischio, sui bus cittadini viene effettuato da non meno di tre persone, ci sarà un motivo!
    Non è una proposta innovativa: non si potrebbero mettere nelle stazioni i tornelli per il controllo del biglietto di ingresso e uscita? Eviteremmo molti abusivi, i treni sarebbero popolati da gente più degna del servizio, più puliti e redditizi

  20. Scritto da popi

    Sono d’accordo con maroni: non si può pensare di togliere ogni controllo, sarebbe ancor peggio, anche per l’incolumità dei passeggeri stessi.
    Ci vuole controllo predittivo e se serve, repressivo con la forza…….non ci si dimentichi che l’uomo è un animale.
    I sindacati poi la smettano di fare proposte risibili e insensate, solo per raccogliere i consensi.

  21. Scritto da Karl

    Il primo che ci resta secco, poi il secondo e poi il terzo faranno si che il quarto pensi “cavolo se lo faccio finisco pasto per gli animali forse meglio pagare il biglietto e restare in vita”
    Certo che finché i giudici (vedi il Rom di Roma)li fanno subire dopo 24 ore…..
    E chi li ama per favore li ospiti e se li mantenga che io son stufo di pagare per questa feccia

  22. Scritto da W la globalizzazione

    Colpi di machete? Non è certo cultura da italiani.
    Qui importiamo delinquenza da tutte le parti del mondo. Ma non ci basta la nostra, di delinquenza?
    W la globalizzazione, processo IRREVERSIBILE come l’euro.
    M sarà proprio vero? Speriamo di no!

    1. Scritto da + verande x tutti

      Sono appena tornato da un viaggio in GB: da loro i (pochi) stranieri sono integrati e rispettano le leggi, gli usi e le consuetudini dei locali. Non si azzardano certo a pretendere come fanno qui da noi. Tutti hanno i diritti e i doveri. Qui da noi i locali hanno doveri (tasse) e i non invitati ospiti solo diritti. Vi rendete conto che la cosa è semplicemente pianificata?

  23. Scritto da m.e.

    e se cominciassimo a mandarli a casa loro? li il machete lo userebbe la polizia su di loro! uno va al lavoro e si ritrova senza braccio è questo che vogliamo? occhio per occhio dente per dente o braccio per braccio….

  24. Scritto da A.Z. BG

    A Bergamo le aziende di trasporto pubblico (Locatelli, SAB, ecc.) sono già state obbligate ad assumere guardie giurate per il controllo dei biglietti, figuratevi a Milanistan.

    1. Scritto da giggi

      tra l’altro l’aggressore è latino, uno di quello che si fanno tatuare madonne o cristi. ma az vede mussulmani ovunque, li trova anche sotto i sassi.

      1. Scritto da + verande x tutti

        Scusa, ma tu dove vivi, dove abiti? Mai passato da via Moroni a Bg dopo le 18,30? O nei paesi della bassa dove non esce quasi più nessuno la sera? Ti consiglio un giro turistico a telgate, zingonia, treviglio, caravaggio verso il crepuscolo e fino a notte inoltrata. Poi ne riparliamo.

  25. Scritto da A.Z. BG

    Invece di chiedere di cedere all’illegalità e alla violenza, i sindacati chiedano che i controllori siano scortati dalle forze armate con possibilità di sparare. Sparare subito a questa gente che tanto i magistrati li rimetterebbero in libertà se acciuffati dai CC o dalla polizia.