BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Ranica una due giorni tra medicina, falconieri, vergini folli, arte e cibo

Cosa accomuna il falconiere-musicista Giovanni Granati che lavora con un falcone e con lupi cecoslovacchi addestrati, alcuni splendidi affreschi medievali tra cui le celebri “Vergini folli”, una mini storia dell’arte al femminile e una malattia molto diffusa ma ancora poco diagnosticata e quindi misconosciuta come la Cistite Interstiziale? Apparentemente nulla e invece un legame profondo c’è: la Rarità.

Cosa accomuna il falconiere-musicista Giovanni Granati che lavora con un falcone e con lupi cecoslovacchi addestrati, alcuni splendidi affreschi medievali tra cui le celebri “Vergini folli”, una mini storia dell’arte al femminile e una malattia molto diffusa ma ancora poco diagnosticata e quindi misconosciuta come la Cistite Interstiziale? Apparentemente nulla e invece un legame profondo c’è: la Rarità. Ed è proprio per poter promuovere la conoscenza di questa patologia, (che colpisce soprattutto, ma non esclusivamente le donne) e le sue possibilità terapeutiche che si terrà presso il Parco Comunale di Villa Camozzi e a seguire presso il Centro Culturale Roberto Gritti di Ranica  sabato 13 e domenica 14 Giugno prossimi “Desire to run” una coinvolgente iniziativa socio-culturale e di ricerca scientifica, inserita nel quadro di Expo per le Donne. Una due giorni fortemente voluta dalla dottoressa Monica Sommariva Dirigente Medico della Divisione di Urologia dell’Ospedale di Magenta(MI), con l’intento di sensibilizzare il mondo della medicina a somministrare cure di qualità per questa e altre patologie rare perché poco diagnosticate, ma diffuse e a svolgere attività assistenziale in modo competitivo, puntando sull’eccellenza delle cure erogate e sulla costante ricerca. Una sensibilizzazione che passa anche attraverso la diffusione nella popolazione del concetto di “autocura domiciliare”, rendendo quindi chi soffre di questa invalidante patologia il più possibile indipendente dall’ospedale.

“La mia passione per il mondo femminile non si ferma all’urologia – dice Monica Sommariva – Le foto e le diapositive che verranno presentate (con il commento del prof. Tarcisio Riva) in questa due giorni provengono da affreschi di chiese gotico- romaniche che ho raccolto nei miei viaggi in giro per l’Italia e l’Europa. Anche la “malattia di genere”, rara nella sua essenza, fa parte della vita delle donne; ma non ci dobbiamo arrendere e da qui il titolo dell’evento “Desire to run” che richiama la smania di correre e di lanciarsi avanti tipico dei cani da slitta: ho voluto presentare un progetto creato nell’Ospedale di Magenta che perfeziona un modello sanitario gestionale in grado di dare benessere alle donne colpite da questa malattia con utilizzo oculato delle risorse. Il “Raro”insomma si può curare e proporre come modello da migliorare e questa iniziativa non è che il primo passo”. Il programma dell’evento alterna incontri legati alla medicina ‘al femminile’ tenuti da alcuni tra i massimi esperti del settore, passando attraverso la cultura, per finire con la buona tavola, perché l’alimentazione gioca anche in questo caso un ruolo preventivo fondamentale. E meno male che si tratta di cibo tendenzialmente vegetariano e gluten free, il che scongiurerà eventuali attacchi sui commensali da parte del falcone o dei lupi…

A conclusione della due giorni ci saranno anche un buffet a base di prodotti locali della Val Seriana e Scalve appartenenti al progetto Sapori Seriani e Scalvini di PromoSerio e gli stand di prodotti tipici di diverse aziende agricole: azienda agricola Cerea, azienda agricola Val del Fich, apicoltura Mussetti Giulio, azienda agricola Arrigoni Beatrice in Val d’astino, gelateria Tropical by Caio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da non ci sto

    animali simboli di libertà per antonomasia, signori del cielo e delle foreste, ridotti ad attrazioni da circo…
    che lezione per i nostri figli?
    pessima scelta il falconiere, seppur per una buona causa