BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuove bretelle Brebemi inaugurate nella Bassa “Bergamo ora è in serie A”

E’ stata inaugurata oggi, alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, dell’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia Alessandro Sorte, del Presidente di A35 Brebemi Francesco Bettoni e dell’Amministratore Delegato di A35 Brebemi Claudio Vezzosi, la bretella stradale tra Camisano (Cr) e Romano di Lombardia.

E’ stata inaugurata oggi, alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, dell’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia Alessandro Sorte, del Presidente di A35 Brebemi Francesco Bettoni e dell’Amministratore Delegato di A35 Brebemi Claudio Vezzosi, la bretella stradale tra Camisano (Cr) e Romano di Lombardia, che collega direttamente l’area del cremasco con la nuova autostrada A35 Brebemi, e in contemporanea è stata aperta la bretella tra Morengo e Bariano in provincia di Bergamo. I collegamenti stradali sono stati realizzati nell’ambito della modernizzazione della viabilità del territorio interessato dall’infrastruttura autostradale migliorando ulteriormente la connessione tra le aree del cremasco e del bergamasco con Brescia e Milano.

ll costo totale per la realizzazione delle due bretelle stradali, inaugurate e aperte al traffico, è di 44 milioni di euro. L’opera di interconnessione tra Camisano-Ricengo e Romano di Lombardia ha il suo caposaldo iniziale nell’area della S.S.11 nel comune di Isso (Bg) in prossimità del casello dell’Autostrada A35 Brebemi di Romano di Lombardia. La bretella si sviluppa verso sud per un tratto di circa 8.140 metri, fino a raggiungere la rotatoria posta sulla S.S. 64, tra Pandino (Cr) e Orzinuovi (Bs), presso il Comune di Ricengo (Cr). La bretella che collega Bariano a Morengo ha invece il caposaldo iniziale in corrispondenza della rotatoria posta sull’intersezione con la SP129, al confine tra i comuni di Pagazzano e Morengo e si sviluppa verso sud interamente in Provincia di Bergamo per un tratto di circa 2,2 km, fino a raggiungere la rotatoria posta sulla SP 130 di accesso al casello autostradale della A35 di Bariano. Nell’ambito di entrambi i progetti sono state inoltre realizzate ulteriori opere compensative quali riqualificazioni di strade comunali esistenti, nuovi collegamenti stradali, rotatorie, sottopassi e piste ciclopedonali. Con queste aperture, unite alla recente inaugurazione dell’intera tratta della A58 TEEM (Tangenziale Est Esterna di Milano), si completa un ulteriore tassello del progetto di riassetto della viabilità della Regione Lombardia, concepita e realizzata nell’ambito del progetto Brebemi. Un ulteriore passo in avanti nei collegamenti tra A35 Brebemi ed il territorio sarà assicurato dalla prossima apertura del nuovo raccordo “Mandolossa”, completamente riqualificato, che favorirà i collegamenti con le Valli Bresciane. Si rimane ancora in attesa che vengano sbloccati i collegamenti diretti con Brescia Est e con la A21 tramite il completamento del raccordo autostradale A21, la cosiddetta Corda Molle.

"Abbiamo ereditato le province di Bergamo e Cremona in serie B, oggi le abbiamo riportate in serie A". Ha usato una metafora calcistica l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte – "Con i 35.000 viaggiatori sulla Brebemi – ha continuato Sorte – abbiamo vinto lo scudetto e con la conclusione della Pedemontana vinceremo la Champions. La Lombardia crede nelle infrastrutture, perché abbiamo visto che, a ogni collegamento che parte, c’è un incremento significativo di traffico. Da oggi basterà mezz’ora per spostarsi fra Crema e Milano, con un notevole risparmio di tempo, soldi e fatica. "Crediamo nella Brebemi e nelle infrastrutture – ha concluso Sorte – e ne faremo altre, perché i nostri cittadini devono essere liberi di muoversi. Siamo la regione con più infrastrutture in Italia e la Regione meglio governata".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    La brebemi, per quanto utile, è sovradimensionata rispetto al bisogno dei territori che attaversa: bastava un’autostrada (o una superstrada) a 2 corsie per senso di marcia a pedaggio contenuto. Invece si è realizzato un ecomostro spaventoso e costoso per la collettività

  2. Scritto da Paolo

    Gli amministratori pubblici (che intascano decine di migliaia di euro al mese) che impiegano del tempo per inaugurare una bretella autostradale, andrebbero internati in campi per la rieducazione alla logica umana!

    1. Scritto da angelo m

      Pubblicita’ gratuita per tutti .

  3. Scritto da Paolo

    Che mondo di balordi…..

  4. Scritto da angelo m

    Le partite di calcio si giocano sui prati ,non sull asfalto ,dopo anni ci si chiede ancora come mai costruison le strade e non lasciano l’erba

  5. Scritto da Terza Categoria

    Ma questi non hanno nient’altro da fare che stare a inaugurare 8 km di strada? Assessore, perchè non dà un’occhiata ai treni pendolari invece? Bergamo non è neanche in Terza Categoria, vero?

  6. Scritto da usiamo il cervello

    Hanno “vinto lo scudetto” con un’autostrada che ha lo stesso traffico del sagrato di una chiesa di Quartiere di Bergamo in una Zona Trenta e parzialmente a traffico limitato???? Sorte, non hai qualche altra barzelletta da raccontarci?

  7. Scritto da Boh !?

    Passato oggi alle 18 da quella di Bariano : nessuno ! Ma non per modo di dire .

  8. Scritto da serie a?

    Vorrei ricordarvi che la pianura lombarda e’ LA zona piu’ inquinata d’europa e non è cementificando che migliora la situazione.

    1. Scritto da Angelo

      Potremmo radere al suolo tutto e prendere carretto e cavallo.
      Pensa a chi lavora a Milano (il 70% dei residenti in zona) e pensa se de-cementificare possa essere una buona soluzione, poi proponilo a chi di dovere, magari non sparando cazzate in un sito web.

      1. Scritto da Numeri

        evidentemente non ci sei mai passato . Ma a te sembra che un pendolare possa permettersi il costo quotidiano di quell’autostrada ? Stai dando i numeri ?

      2. Scritto da gigi

        A Londra hanno costruito interi quartieri senza auto (parcheggi esterni). Se entri in Londra in auto paghi tariffe salatissime e hanno dei mezzi pubblici che funzionano benissimo. Noi continuiamo a costruire (e inaugurare!!!) strade che costano uno sproposito e servono solo a spostare il traffico da un imbuto all’altro. Non c’è bisogno di prendere il cavallo, basta un po’ di buon senso e riqualificare tutti i ruderi che ci sono. Invece di offendere provi a pensare….

      3. Scritto da pablo

        complimenti per l’ampiezza di vedute. provare a pensare ad uno sviluppo “diverso” è troppo complicato vero? meglio insultare chi non è d’accordo con lei e col presidente della nostra bella regione…

  9. Scritto da Edoardo

    Mentre leggo queste righe sono in piedi sul treno milano bergamo che corre verso casa…a 30m la BREBEMI deserta

    1. Scritto da Angelo

      meno male! almeno una strada percorribile senza code!
      certo che siete strani voi italiani: rompete le palle per il traffico, gli ingorghi, gli incidenti e poi quando una strada non ha traffico (non è deserta, ti invito a percorrerla alle 8 di mattina!) ci lamentiamo perché vorremmo il traffico.
      Gente strana

      1. Scritto da edoardo

        Noi italiani siamo talmente strani che nell’area più inquinata d’Europa vorremmo più treni e meno strade…pensa te! cmq hai ragione, alle 8 di mattina c’è una macchina ogni 100m

  10. Scritto da New Lombardia

    Beh, come minimo adesso dobbiamo subito costruire un collegamento tra Camisano e Bariano, oltre ad uno tra Romano e Morengo, poi servirà quello tra Camisano e Morengo e quello tra Romano e Bariano. Poi verrà il momento di una bretella tra la bretella tra la brebemi e la bretella tra Camisano e Bariano, successivamente sarà indispensabile una bretella tra la bretella della bretella con la bretella…

  11. Scritto da Ste

    Sempre più grassi…

  12. Scritto da Fantaciclabili

    Bravi adesso decidetevi a pagare gli espropri e a dare una destinazione alle ciclabili che si perdono nei campi o meglio ancora contro i binari della milano venezia e se siete appassionati scalatori ci sono montagne di cemento di scarto da scalare che nessuno si decide a smaltire

  13. Scritto da LUCIO ROSSATO

    Sarebbe possibile pubblicare anche una cartina geografica dove i tratti stradali appena collaudati sono evidenziati? Così si ha una visione d’insieme, grazie.

  14. Scritto da pinuccia

    abbiamo dei treni obsoleti, marci e puzzolentipoco puliti e strade colabrodo , e Tutti si esaltano BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA