BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al GF Stelvio Santini la bergamasca Sonzogni trionfa nella corsa rosa

Nella classifica femminile vittoria della bergamasca Manuela Sonzogni del team Isolmant che in 5:55’46” ha fatto segnare il 34esimo tempo assoluto; al secondo e terzo posto rispettivamente Chiara Ciuffini e Stefania Lovati.

Erano tremila ciclisti domenica mattina a Bormio al via della Granfondo Stelvio Santini, e a mettere il sigillo a questa quarta edizione di una delle competizioni amatoriali più affascinanti e impegnative del panorama alpino è stato il 29enne Enrico Zen originario di Bassano del Grappa, che i compagni di squadra del team Beraldo Greenpaper Biomin chiamano “la Gazzella”, che ha concluso il percorso “lungo” di 151,3 chilometri in 5:17’47” sconfiggendo la concorrenza di Tiziano Lombardi del team Legend Factory Miche e del francese Loac Ruffat del team Les Sybelles La Toussuire, a cui ha lasciato gli altri due gradini del podio. In classifica finale anche il triatleta Alessandro Degasperi, fresco vincitore dell’Ironman di Lanzarote, che ha concluso la prova in 6:06’07” al 55esimo posto.

Nella classifica femminile vittoria della bergamasca Manuela Sonzogni del team Isolmant che in 5:55’46” ha fatto segnare il 34esimo tempo assoluto; al secondo e terzo posto rispettivamente Chiara Ciuffini e Stefania Lovati. I concorrenti che hanno concluso il percorso lungo hanno dovuto superare un dislivello complessivo di 4.058 metri: dopo la partenza da Bormio, hanno dapprima superato Teglio e da qui scalato il Mortirolo (1.727 metri), per poi ridiscendere a Bormio nuovamente e affrontare lo Stelvio, dove a quota 2.758 metri, era collocato lo striscione d’arrivo.

"Siamo particolarmente soddisfatti per come la nostra manifestazione è cresciuta in così poco tempo, non solo in termini organizzativi, ma anche per l’entusiasmo che circonda la granfondo – commenta Monica Santini, amministratore delegato dell’azienda bergamasca di abbigliamento da ciclismo – e se abbiamo raggiunto questo risultato lo dobbiamo ad un gruppo di lavoro straordinario, a cui vanno i ringraziamenti di tutta la nostra famiglia".

Famiglia Santini presente al gran completo a partire dal fondatore, Pietro Santini, che esattamente cinquant’anni fa diede inizio ad una avventura straordinaria, portando l’azienda d’abbigliamento tecnico sportivo ad essere uno dei brand mondiali più riconosciuti nel ciclismo su strada. Sulla linea d’arrivo il cavalier Pietro ha consegnato personalmente a tutti i partecipanti che hanno concluso la granfondo, il cappellino limited edition con la scritta "Finisher", che orgogliosamente andrà a riempire gli scaffali dei ricordi di 3000 ciclisti (provenienti da 45 nazioni) che hanno partecipato ad una edizione della Granfondo Stelvio Santini che resterà nei ricordi dei partecipanti per la splendida giornata di sole.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.