BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colantuono, il ritorno: “Riparto da Udine, la mia nuova Bergamo”

Il tecnico di Anzio lunedì mattina è stato presentato come nuovo tecnico dei friulani: "Sono grato all'Atalanta e a Bergamo, lì ho passato sette anni magnifici. L'esonero? Non è stato un sollievo ma sono stato io a chiamare Marino dicendogli che se voleva dare uno scossone non ci sarebbero stati problemi da parte mia".

Stefano Colantuono riparte da Udine: "Sarà la mia nuova Bergamo" ha spiegato durante la conferenza stampa di presentazione il tecnico di Anzio, durante la quale l’ex tecnico atalantino ha largamente parlato dell’esonero di marzo che ha messo la parola fine al suo matrimonio col club nerazzurro: "Sono grato all’Atalanta e a Bergamo – ha commentato -, lì ho passato sette anni magnifici. Il mio esonero? Non era sollevato ma sono stato io a chiamare Marino dicendogli che se voleva dare uno scossone all’ambiente non ci sarebbero stati problemi da parte mia. E’ stata una presa di coscienza comune. Ringrazio la famiglia Percassi che mi è sempre stata vicina e mi ha permesso di svincolarmi nonostante i due anni di contratto che avevo ancora: siamo rimasti molto legati. Con l’Atalanta abbiamo fatto dei campionati straordinari, vissuti su ritmi altissimi. Ci poteva stare un anno in cui si faticava un po’ di più".

Infine una battuta sul’inchiesta del calcioscommesse: "E’ stata una disavventura che non auguro proprio a nessuno: trovarsi tirati in ballo per una cosa che non hai fatto è davvero brutto – ha spiegao Colantuono -. Quando ho saputo dell’indagine ho subito chiamato il mio avvocato per cercare di chiarire la cosa, soprattutto col dottor Di Martino. E’ una vicenda assurda, ci sono entrato per colpa di una chat poco chiara: il mio legale dice che non ci sarà nemmeno il rinvio a giudizio. Quando ho parlato con l’Udinese ho voluto portare avanti il mio avvocato: questa è una cosa che non voglio nascondere. Spero nell’archiviazione del caso, al più presto: ho costruito la mia carriera sulla correttezza e il risvolto mediatico che quesata notizia ha avuto mi ha danneggiato".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da veronika

    Colantuono farà bene a Udine a mio parere. E’ un allenatore pragmatico, concreto e furbo, si farà ben volere lisciando il pelo allo zoccolo duro (Di Natale, Pinzi etc…) e non avrà problemi a farsi seguire. Ad ogni modo leggendo certi commenti sembra che in 7 anni abbia fatto più danni della grandine, quando invece ha inanellato record su record, senza mai fallire un obiettivo. Il gioco spesso ha latitato, è vero, ma a tratti ci siamo anche divertiti. In c.lo alla balena mister.

  2. Scritto da tino

    dopo 20 anni e’ opportuno che anche l’ Udinese faccia un giro in serie B

  3. Scritto da rosa

    sarà dura la tua lunga permanenza , li non è Bergamo e l’Atalanta

  4. Scritto da rosa

    sarà dura la tua lunga permanenza , li non è Bergamo e l’Atalanta

  5. Scritto da robi

    …sempre che a Udine tu riesca a mangiare il panettone….