BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Juve-Barca: chi vince? Bergamo teme scontri come nel 2012

Alle 20.45 la finale all'Olympiastadion di Berlino: per i bookmakers favoritissimi i blaugrana. In caso di vittoria bianconera livello di guardia altissimo per le vie del centro cittadino.

Più informazioni su

E’ la grande notte di Juventus-Barcellona: a Berlino è già febbre da finale di Champions League, ultimo atto della stagione calcistica che mette in palio il trofeo più ambito, la coppa dalle grandi orecchie.

Berlino che evoca ricordi dolcissimi per tre bianconeri, Buffon, Barzagli e Pirlo, che, ormai 9 anni fa, proprio all’Olympiastadion hanno alzato al cielo la coppa del mondo con l’Italia e che proveranno a ripetersi in serata, con fischio d’inizio alle 20.45.

Una squadra italiana non arrivava fino in fondo alla più importante competizione europea per club dal 2010, quando l’Inter riuscì nell’impresa di completare uno storico “triplete”. Un traguardo al quale punta anche la Juve ma al quale non credono i bookmaker: Barcellona strafavorito per gli scommettitori, forte di una rosa straordinaria e di precedenti assolutamente favorevoli. I blaugrana non perdono una finale dal 1994 e hanno vinto tutte le tre disputate dal 2006. La Juventus, invece, le ultime tre le ha perse: nel 1997 con il Borussia Dortmund, nel 1998 con il Real Madrid e nel 2003 nel derby italiano contro il Milan. Nei 9 scontri diretti tra le due squadre in vantaggio i bianconeri che hanno vinto 4 volte contro le 3 dei catalani.

Tantissimi i tifosi ancora alla ricerca di un preziosissimo biglietto: bagarini in agguato, con i prezzi già folli di un biglietto standard pronti a schizzare ben oltre il migliaio di euro.

Massimiliano Allegri ha perso Chiellini in settimana: una tegola per il tecnico toscano che dovrà ripiegare su una difesa a 4 con Barzagli favorito su Ogbonna per affiancare Bonucci. Lichtsteiner ed Evra sulle corsie, Marchisio, Pirlo e Pogba in mezzo al campo e Pogba a supporto di Tevez e Morata.

Luis Enrique non sa ancora se potrà contare su Iniesta: le sue scelte dovrebbero essere Ter Stegen tra i pali, Dani Alves, Piqué, Mascherano e Jordi Alba in difesa, Rakitic, Busquets e uno tra Xavi e lo stesso Iniesta a centrocampo e il tridente stellare Messi, Suarez, Neymar.

A Bergamo sono tantissimi i tifosi bianconeri che seguiranno la finale nei pub del centro: il livello di guardia è altissimo, soprattutto nel caso in cui fosse la Juventus a vincere la coppa e i festeggiamenti si spostassero in piazza, per la concomitanza con la tre giorni di festa della camminata nerazzurra sul Sentierone. Proprio sul Sentierone, il 7 maggio 2012, un tifoso juventino venne aggredito da alcuni atalantini mentre stava festeggiando il 28esimo scudetto appena conquistato.

In Italia, come sempre succede, gli appassionati di calcio si dividono sostanzialmente a metà, tra chi spererà in un successo dei bianconeri, che rappresentano il nostro Paese, e chi nonostante questo guferà: tu per chi farai il tifo?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gobbo

    Sicuramente gli atalantini non potranno mai provare emozioni simili….gufate e rosicate,noi gobbi comunque fino ad ora abbiamo goduto alla grande!

    1. Scritto da gigi

      il confronto tra Atalanta e Juventus non regge in partenza, si fanno tra squadre di livello piu’ o meno simile, e il confronto tra i bianconeri e le altre tre o quattro grandi squadre europee e’ impietoso…31 scudetti due coppe campioni….fino al confine.

  2. Scritto da Alessandro

    Io farò il gufo, ovvero tiferò Barca.

  3. Scritto da Riccardo

    Non sono un tifoso della Juve, ma tiferò per lei perché in questo momento Juve è Italia ed è anche la squadra che ha meritato lo scudetto giocando bene e con un allenatore più simpatico e meno presuntuoso del precedente. Poi sui festeggiamenti spero prevalga il buonsenso anche se sarà molto difficile. Mi danno fastidio i festeggiamenti rumorosi e sguaiati per la mia Atalanta, figurarsi gli altri…

  4. Scritto da luca

    a che nn siamo nel 1600!è assurdo che un tifoso nn possa festeggiare la propria squadra x paura di un centinaio di dementi che non hanno di meglio da fare che attaccare briga!

  5. Scritto da Francesco

    Sono d’accordo. Se fossi juventino andrei a Berlino oppure in piazza a Torino

  6. Scritto da c

    Io penso che dovrebbe esserci una regola per evitare scontri, sei tifoso della juve? bene vai a festeggiare a Torino! Sei tifoso del Milan? vai a festeggiare a Milano! sei tifoso dell’Atalanta? vai a festeggiare a Bergamo.
    Il campanilismo in Italia è ancora molto forte e tifosi Juventini che festeggiano in casa d’altri potrebbero creare malumori.

    1. Scritto da Giosuè

      Francamente (e me ne dispiaccio) sono dell’idea che stasera festeggeranno sulla rambla… e non per evitare casini coi tifosi atalantini.

    2. Scritto da Franco

      E’ un po’ la stessa logica di chi dice:”Non ho niente contro i gay finchè fanno i gay in casa loro”. Progresso.

    3. Scritto da come i primitivi

      Ma stai scherzando? C’è libertà assoluta di fare ciò che si vuole senza valicare la libertà altrui. Solo nel calcio c’è questa mentalità troglodita tribale. Negli altri sport si arriva persino a festeggiare assieme. Io festeggio dove voglio perché bergamo non è degli atalantini, anzi, a ben vedere ci sono più tifosi di altre squadre